20 Aprile 2019 Segnala una notizia
Seregno calcio, una rete in pieno recupero dell'attaccante beffa gli Azzurri

Seregno calcio, una rete in pieno recupero dell’attaccante beffa gli Azzurri

15 Aprile 2019
Seregno beffato in pieno recupero dalla Pro Sesto: una rete di Bertani nel finale di partita toglie a Gritti e compagni un punto che avrebbe consentito agli azzurri di festeggiare già al Breda la salvezza.
Azzurri che vanno per primi vicini al gol con Artaria che di sinistro impegna Cioffi. Al 10′ il vantaggio dei padroni di casa che su azione di corner passa con Di Maio, in sospetta posizione di offside. La partita è vibrante: Capelli viene fermato da Mazzetti lanciato a rete, per il direttore di gara è solo cartellino giallo. Il primo tempo si conclude con ua conclusione di Gualdi deviata in corner.

Anche nella ripresa il primo squillo è azzurro: Bonaiti (56′) spara alto sopra la traversa. Il gol è nell’aria: Artaria recupera un grande pallone in area, serve Capelli che va a siglare il meritatissimo 1-1. L’esterno e tutti i compagni vanno ad esultare sotto la tribuna con la maglia numero 23 di Mapelli, il difensore del Seregno che si è infortunato nelle giornate precedenti. Capelli (70′) pesca in area Esposito, il centrocampista non ci arriva per un soffio. Dall’altra parte Duguet impegna Lupu con una conclusione dalla distanza. Sempre dalla distanza La Camera chiama Cioffi al grande miracolo, sulla ribattuta Artaria viene pescato in posizione di offside. Seregno sempre padroni dal campo e ad un passo dal vantaggio con Artaria. In pieno recupero il beffardo gol di Bertani che condanna il Seregno ad una sconfitta immeritata.

Il Seregno Calcio comunica che Carmine Castella, Matteo Fraschini e Angelo Pezzetti non fanno più parte del Consiglio d’Amministrazione della Società. Il club ringrazia i tre dirigenti per il lavoro svolto in questo biennio. A breve sarà comunicata la composizione del nuovo board.

PRO SESTO-SEREGNO 2-1 (1-0) 

Marcatori: 10′ Di Maio, 61′ Capelli, 92′ Bertani

Pro Sesto (4-3-3): 1 Cioffi; 2 Viganò, 5 Mazzotti (69′ 19 Duguet), 6 Di Maio, Baggi; 8 Gualdi, 4 Croce, 7 Omayer (69′ 13 Sanseverino); 10 Guccione, 9 Bertani, 11 Scapuzzi (83′ 20 Marzeglia). (12 Chiriac, 14 Tignonsini, 15 Bugno, 16 Romano, 17 Tota, 18 Crosariol). All. Parravicini

Seregno (3-5-2): 12 Lupu; 21 Mantegazza, 6 Gritti, 24 Fautario; 7 Capelli, 4 Bonaiti (59′ 19 Borgoni), 10 La Camera, 16 Esposito, 3 Pribetti (59′ 18 Romeo); 8 Artaria (87′ Labas), 11 Grandi (59′ 20 Calmi). (22 Sanvito, 9 Signorelli, 13 Fasoli, 14 Marchio, 17 Labas, 27 Ampollini). All. Ardito

Arbitro Catanzaro di Catanzaro (Barale e Pischedda).

Note: giornata piovosa e fredda, terreno in buone condizioni.  Ammoniti: Guccione, Baggi e Scaputti; Fautario e Gritti.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Fonte Esterna
Questo contenuto non è un articolo prodotto dalla redazione di MBNews, ma è un testo proveniente da fonte esterna e pubblicato integralmente e/o parzialmente ma senza averne cambiato il senso del messaggio contenuto.


Articoli più letti di oggi

Striscia la Notizia, Tapiro dʼoro a Morgan dopo il pignoramento dell’abitazione

Morgan riceve il Tapiro d'oro da Valerio Staffelli. Il Tribunale di Monza ha pignorato la sua abitazione e messo all’asta l’immobile. Il cantante rivela che dovrà lasciare la casa entro il 30 aprile. 

Dove grigliare in Brianza? Ecco alcuni luoghi dove andare!

Aree attrezzate per picnic e barbecue in Brianza e dintorni. Ecco dove grigliare con l'arrivo della bella stagione.

Pasqua e Pasquetta in Brianza: ecco cosa fare

Ecco qualche idea per trascorrere i giorni che accompagneranno la Pasqua con iniziative per tutti i gusti.

Monza, al posto del vecchio Maestoso nascerà un mercato al chiuso

Lavori in corso nel cantiere dove sorgeva la sala cinematografica. La conclusione è prevista entro il prossimo autunno

I genitori di Gabriele, 25enne deceduto al lavoro: “Non si può morire così!”

In occasione del presidio unitario indetto da CGIL, CISL e UIL Massimo ed Ester, raccontano il giorno in cui sul lavoro è morto loro figlio