23 Maggio 2019 Segnala una notizia
"Avvicinare Leonardo" a Monza: la mostra nella Cappella della Villa Reale

“Avvicinare Leonardo” a Monza: la mostra nella Cappella della Villa Reale

12 Aprile 2019

In occasione del 500esimo anniversario della scomparsa di Leonardo, Monza accoglie una mostra in onore del genio Vinciano. Intitolata ‘Il caso Gesù e la Passione di Cristo’ è stata inaugurata venerdì 12 aprile, all’interno della Cappella di Corte della Villa Reale, in netto anticipo rispetto agli appuntamenti nazionali che partiranno invece a maggio. Una cornice incantevole per un trittico di opere di grande valore: stiamo parlando di tre dipinti della collezione privata Superti Furga, tra i quali spicca ‘Ecce homo con Madonna’, capolavoro di Giovanni Pietro Rizzoli, detto il Giampietrino, allievo diretto di Leonardo. 

 

La mostra allestita nella Cappella Reale della Reggia di Monza, che si inserisce all’interno di un ambizioso progetto intitolato ‘Avvicinare Leonardo’, è promossa dal Consorzio Villa Reale e Parco di Monza, l’associazione Pro Monza, Arte&Cultura Villa Sormani e Bellavite Mostre & Eventi, e patrocinata da Regione Lombardia, Comune di Monza e anche dal Club per l’Unesco di Monza. Vanta inoltre un’importante partecipazioni di sponsor, tra cui Enerxenia, Generali e il principale, Guber Banca, uno degli operatori leader in Italia nel credit management.

‘Sono estremamente contento della numerosa adesione degli sponsor – spiega l’editore Paolo Bellavite a capo della storica ed omonima casa editrice – nonché della qualità degli enti che hanno partecipato alla realizzazione di questa mostra. Abbiamo persino Unesco, non si tratta di qualcosa di ovvio’.

All’entusiasmo di Bellavite si unisce quello del sindaco di Monza, Dario Allevi: ‘Dopo 500 anni Leonardo è ancora un punto di riferimento, un astro per il design del nostro territorio. Non potevamo esimerci dall’ospitare una mostra sul genio fiorentino. Anche questa sfida è stata vinta grazie alla collaborazione di tante realtà differenti, unite dallo stesso obiettivo. Ora possiamo dire che è un modus operandi che funziona. I dati lo confermano: negli ultimi 5 anni, la provincia di Monza ha registrato il 43,3% in più di visitatori rispetto al 2013 (record del quinquennio tra tutte le 12 province lombarde)’.

Non solo, spiega il direttore generale del Consorzio Villa Reale e Parco di Monza, Piero Addis: ‘Le opere che abbiamo selezionato per questa mostra sono di grande prestigio. Sono dipinti che hanno ispirato importanti artisti delle epoche successive’.

L’esposizione sarà aperta al pubblico dal 13 aprile al 19 maggio 2019.

Trittico divino nel cuore sacro della Villa Reale

 

All’ingresso della Cappella Reale della Reggia di Monza si viene accolti da un sussulto, quasi un attacco della sindrome di Stendhal. L’esposizione del ‘trittico divino’ è cucita sartorialmente sullo spazio circolare dell’edificio. La luce dall’alto, rafforzata da altri punti di illuminazione artificiale, valorizza con sapienza i dipinti, che sono accompagnati al fianco da tele descrittive. L’esperienza si arricchisce anche di sonorità sacrali ed essenze diffuse nell’ambiente, che si intensificano in prossimità dei quadri.

Questa mostra è la chiara esemplificazione del concetto che non è necessario esporre 100 opere per fare colpo sul visitatore. Tre opere che indagano la Passione di Cristo: ‘Ecce Homo con Madonna’, capolavoro di Giovan Pietro Rizzoli detto il Giampietrino; ‘Cristo incoronato di spine’ di Giulio Campi, opera di notevole cifra stilistica; e il ‘Cristo davanti a Caifa’ di Bernardo Strozzi, che inscena il processo a Gesù. Tre opere, per un risultato sorprendente.

Progetto ‘Avvicinare Leonardo’

Il numero 3 è l’elemento ricorrente nelle celebrazioni del genio fiorentino, organizzate in Brianza. Il progetto ‘Avvicinare Leonardo’ infatti, prevede oltre alla mostra allestita nella Cappella Reale della Reggia di Monza, una seconda esposizione in calendario per il prossimo inverno (sempre di 3 opere), e una premio.

Quest’ultimo è stato consegnato dopo l’inaugurazione della prima mostra nella Reggia di Monza: sempre il 12 aprile, nella cappella di villa Sormani a Missaglia è stato assegnato il premio  ‘Arte &Cultura Villa Sormani’ a due illustri personalità unite da un profondo legame con il genio fiorentino: Pinin Brambilla Barcilon, una delle più note restauratrici del Novecento, famosa in tutto il mondo per aver condotto il restauro dell’Ultima Cena, durato oltre 20 anni, dal 1978 al 1999; e l’attore, regista, drammaturgo Massimiliano Finazzer Flory, autore di ‘Essere Leonardo da Vinci, Intervista impossibile a Leonardo’. Il premio, che lo scorso anno è stato assegnato ai fratelli Antonio e Pupi Avati, consiste in due opere dell’artista Gianmaria Bonà.

La seconda mostra in calendario per Natale

Il progetto ‘Avvicinare Leonardo’ si conclude con un secondo appuntamento espositivo alla Cappella di Corte della Villa Reale. S’intitolerà ‘Aspettando Natale: la grazia della Madonna col Bambino’. Un nuovo trittico di opere che indagherà ‘sull’amore materno che s’intreccia con il mistero divino’. Tre dipinti: la ‘Sacra Famiglia’ di Marco D’Oggiono, la ‘Madonna con il Bambino’ di Francesco Galli detto Francesco Napoletano e la ‘Madonna col Bambino’ dello Pseudo Francesco Napoletano.

 

 

Avvicinare Leonardo – Informazioni

Sede espositiva: Cappella di Corte della Reggia di Monza, Viale Brianza, 1 – Monza
Inaugurazione: 12 aprile 2019, ore 18.00
Apertura al pubblico: Giovedì e Venerdì dalle 10.00 alle 19.00 – Sabato e Domenica dalle 10.00 alle 19.30
Prenotazioni: 039/9200686 (interno 2) – bellavite.editore@bellavite.it

Ingresso gratuito

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Beatrice Elerdini
Giornalista per passione e professione, mi occupo ogni giorno di cronaca nera, politica, attualità, economia e musica. Amo viaggiare, per scoprire luoghi il più possibile sperduti e puri, sono attratta dalle macerie, perché è da lì che nascono le cose migliori. Adoro scorgere la verità in fondo agli occhi delle persone, trovare le loro cicatrici, gli amori, le delusioni e i riscatti. Tutto ciò che appare, ma anche ciò che non si vede è materia preziosa da raccontare. 'Scrivo da sempre e per sempre'. Sono profondamente empatica come ogni scrittore e giornalista deve essere e la mia vita non è che un vano riflesso di quella di tutti gli altri, che nelle parole, nude e crude, scorre impetuosa su un foglio vergine. Volete conoscermi meglio? Cercatemi sul web con nome e cognome!


Articoli più letti di oggi

Sparatoria a Varedo: ferito gravemente un 34enne

Colpi di pistola a Varedo: ferito un 34enne. E’ accaduto questa mattina, giovedì 22 maggio, nel piazzale della stazione.

Meda, avevano in casa una bomba e la usavano come schiaccianoci

L'ordigno della Seconda Guerra Mondiale era a casa di una coppia di ignari anziani. È stato recuperato e fatto brillare

Sui muri scrivono “Lega razzista”. La candidata (di origine peruviana) risponde

La Lega da sempre è accusata di essere razzista. La politica nazionale di Salvini che chiude i porti e accusa il Papa accende la polemica anche nelle amministrative

Maltempo, grandine sul Monzese: distrutti piselli, mais e frumento

a. La bomba d’acqua e la successiva grandinata hanno tritato la verdura in maturazione, come i piselli e le fave, oltre a colpire decine di ettari di cereali.

Monza Visionaria al via con il concerto in Duomo “A Love Supreme”

Si apre oggi il festival musicale firmato Musicamorfosi che per 5 giorni coinvolgerà la città in un mix travolgente di concerti, notturni e luci e suoni.