03 Aprile 2020 Segnala una notizia
Villasanta, Sportello lavoro del Comune: calano gli accessi

Villasanta, Sportello lavoro del Comune: calano gli accessi

18 Marzo 2019

Sono sempre meno e sempre più agè le persone che si rivolgono allo Sportello lavoro del Comune di Villasanta. Nell’ultimo anno sono infatti 39 le persone che si sono recate nell’ufficio dedicato all’interno delle mura di Villa Camperio, 22 uomini e 17 donne per un totale di un centinaio di accessi (alcune persone sono infatti tornate dagli operatori anche due o tre volte). Un numero in calo rispetto al 2017.  Il motivo di questa diminuzione, secondo il Comune, è da ricercare nella poca conoscenza tra la cittadinanza della presenza di questo servizio. Così l’amministrazione comunale ha lanciato una serie di incontri dal titolo “I lunedì tematici” per far conoscere lo Sportello ai villasantesi.

“L’utenza  dello Sportello Lavoro di Villasanta nell’ultimo anno è cambiata. Si è alzata la fascia di età e si è abbassato il livello di istruzione – ha spiegato Carolina Fossa, coordinatrice dell’area lavoro della Scuola Borsa- . L’utente medio ha infatti dai 40 ai 60 anni e per la maggior parte dei casi ha il diploma di licenza media”. Tante le badanti e tante le donne che cercano una strada per rientrare nel mondo del lavoro dopo diversi anni a casa.

Lo Sportello lavoro è attivo in paese da due anni ed è gestito dal personale della Scuola Borsa di Monza con cui il Comune di Villasanta ha stipulato una convezione che scadrà nel dicembre 2019. Il servizio offerto è quello di orientamento per la ricerca o per il cambio del posto di lavoro. Nel concreto, ogni lunedì dalle 14,30 alle 17,30, un operatore aiuta gli utenti in attività come la stesura del curriculum e l’invio delle candidature ai diversi siti di domanda e offerta di lavoro. Gli utenti ricevono inoltre informazioni relativamente eventuali offerte e opportunità formative presenti sul territorio.

I Lunedì tematici prenderanno il via il 25 marzo con un incontro specifico su come affrontare i colloqui di selezione per poi proseguire l’8 aprile con un laboratorio sulla ricerca attiva di lavoro. Lunedì 6 maggio ci sarà invece un incontro sulle donne in fase di reinserimento lavorativo eil 3 giugno si approfondirà il tema relativo all’uso degli strumenti informatici nella fase di ricerca di un’occupazione. Gli ultimi due incontri si terranno il 1 luglio in cui si tratterà della ricerca di lavoro come badante e il 30 settembre specifico per i giovani alla ricerca di lavoro.

Gli incontri sono gratuiti. Per informazioni chiamare il num. 039.23754207 il lunedì.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Paola Brambillasca
Da sempre con una matita in mano. All’inizio disegno, alla fine scrivo. Per diletto e per lavoro. Sono fortunata, riesco a fare ciò che amo.


Articoli più letti di oggi

Covid-19, Fontana: “Nessuna passeggiata con i figli. In Lombardia vale la mia ordinanza”

"In Lombardia nonostante la circolare del Viminale non cambierà nulla di quello che c'è nella mia ordinanza" a dichiararlo il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana. 

Coronavirus, aggiornamento Monza e Brianza. Ecco le comunicazioni dei sindaci

Sono 2.543 (+81) i pazienti positivi al Covid-19 nella provincia di Monza e Brianza.

Aggiornamento Coronavirus: i dati diffusi da Regione Lombardia al 2 aprile

"Il trend migliora, ma va valutato su un arco di 4/5 giorni. Non bisogna comunque abbassare la guardia". Lo ha dichiarato il vicepresidente della Regione Lombardia, Fabrizio Sala.

Aggiornamento Covid Monza e Brianza, ecco i dati diffusi dai sindaci

Sono 2.462 (+100) i pazienti positivi al Covid-19 nella provincia di Monza e Brianza. Il numero dei contagi sta registrando un aumento stabile rispetto ai giorni precedenti.

Coronavirus, spesa e lavoro sicuri nei supermercati: la petizione in Monza e Brianza

A Monza e Brianza è stata lanciata una petizione su Change.org per chiedere che la spesa nei supermercati venga riorganizzata garantendo sicurezza per i clienti e gli addetti al lavoro.