Attualità

Varedo, minacciata con cane e coltello e rapinata sul treno Milano-Camnago

Ha lasciato il cane di grossa taglia a farle la guardia per scappare, ma non è servito: l'aggressore è stato rintracciato a Seveso

Trenord-generica

Minacciata e rapinata sul treno all’altezza di Varedo.

È successo nel pomeriggio di martedì 12 marzo. La donna, 33 anni, era tranquillamente seduta a bordo di un treno della linea Milano-Camnago; l’aggressore le è passato affianco più volte con un cane al guinzaglio e il cappuccio della felpa sulla testa.

Probabilmente aveva puntato la ragazza da prima e non appena gli altri passeggeri sono scesi ha messo a segno il suo piano. Le ha puntato contro cane e coltello, minacciandola di aizzarle contro la bestia o di ferirla. Una volta ottenuti i pochi euro che la 33enne aveva, se ne è andato, lasciano il cane di grossa taglia a fare la guardia per avere il tempo di scappare. Con un fischio l’ha poi richiamato solo quando si era allontanato.

Non è servito: la donna, scesa dal treno alla stazione di Bovisio Masciago, ha dato l’allarme. Intervenuti, i carabinieri sono riusciti a rintracciare l’aggressore, un 38enne tossicodipendente in compagnia del cane all’interno della stazione ferroviaria di Seveso. L’uomo si trova ora in stato di fermo. Con lui anche un complice che non è ancora stato identificato.

Più informazioni