Quantcast
Usmate, chieste verifiche ai ponti velatesi di RFI - MBNews
Attualità

Usmate, chieste verifiche ai ponti velatesi di RFI

Approvata in consiglio comunale ad Usmate la convenzione con la Provincia per il controllo di ponti e tombinature. Chieste anche verifiche ai cavalcavia velatesi di RFI.

usmate ponte via san giovanni bosco mb

Controllo collettivo a ponti e tombinature. A beneficiare di una delle proposte nate dopo il disastro del Ponte Morandi, è anche il comune di Usmate Velate, tramite la recente approvazione, ufficializzata nell’ultimo consiglio comunale, dello schema di convenzione con la Provincia. 

L’accordo prevede il controllo dei manufatti di competenza comunale: da quelli a scavalco su strade e terreni, alle tombinature che coprono il corso dei torrenti Molgora e Molgoretta e del rio Molgorana. “I nostri ponti non rientrano fortunatamente tra quelli “sotto osservazione” – ha fatto presente l’assessore ai Lavori Pubblici, Pasquale De Sena – Però ci è sembrato doveroso aderire a questa convenzione, che si avvale di tecnici altamente specializzati e prevede l’affidamento d’incarico alla Provincia del censimento e dell’ispezione visiva dei ponti e delle tombinature.

Verranno in seguito svolti degli approfondimenti tecnici, e laddove si ritenesse necessario procedere con i lavori di messa in sicurezza, verrebbe disposto il progetto. I lavori veri e propri poi seguiranno un altro iter per il finanziamento. In totale, censimento ed ispezioni costeranno al nostro comune 19mila euro e riguarderanno le tombinature di via Dante Alighieri, via Anna Frank, via Foscolo e via Lecco.

E i ponti di via Leonardo Da Vinci, via Roma, via Lombardia, via Stazione, via Mirasole e Corso Italia. Resta da verificare la competenza sul ponte di Corso Italia che scavalca la provinciale 177. In ogni caso riteniamo siano soldi ben spesi”. E controlli verranno fatti anche sui manufatti non di pertinenza del comune di Usmate, come i cavalcavia parzialmente in mattoni di viale delle Industrie e di via San Giovanni Bosco nella frazione di Velate, che sottostanno a RFI. Quindi fuori dallo schema di convenzione.

A sollecitarli in consiglio comunale è stato il capogruppo della Lega, Daniele Ripamonti, che ha rimarcato la mancata sorveglianza delle opere interessate nel corso degli anni delle diverse amministrazioni susseguitesi. Anche se, sul primo ponte di viale delle Industrie, il sindaco Maria Elena Riva ha garantito di aver già chiesto conto di eventuali criticità a RFI, ricevendo rassicurazioni.

Più informazioni