17 Aprile 2021 Segnala una notizia
Usmate, inaugurata nuova palazzina polifunzionale per società sportive

Usmate, inaugurata nuova palazzina polifunzionale per società sportive

12 Marzo 2019

Una nuova grande occasione per rilanciare le potenzialità aggregative delle strutture sportive locali, grazie ad una nuova palazzina funzionale per le società usmatesi.

Questo il messaggio degli interventi dei rappresentanti politici locali e regionali all’indirizzo dei giovani e di chi utilizzerà il centro sportivo di via Luini. L’inaugurazione e la consegna simbolica della struttura, completata già da diversi mesi, si è tenuta sabato mattina alla presenza dell’amministrazione usmatese e di centinaia di cittadini.

“Abbiamo preso l’occasione del mutuo offerto dal Credito Sportivo per realizzare questo progetto – ha commentato il sindaco Maria Elena Riva – Questo ci ha permesso di portare a termine un’opera che ha dei costi importanti. Per questo ringrazio tutte le persone che hanno seguito il progetto, compresi gli assessori. Nell’ultimo anno qualche utente può avere avuto qualche disagio, ma credo di poter dire che ne sia valsa la pena. Noi lo consegnamo ora alla cittadinanza, fatene buon uso”.


Un progetto moderno, realizzato dall’impresa brugherese Si.Ge.Co., dotato di due campi per le associazioni sportive, dal rugby al tennis, e una parte comune, con sala conferenze, aule per le sedi delle varie realtà e spogliatoi. Non manca proprio niente. Ma anche un’illuminazione a led, alimentata da 66 pannelli fotovoltaici, e un impianto di areazione per “bilanciare” l’incidenza delle pompe di calore. 

“Oggi andiamo a consegnare una palazzina che è nettamente più grande, come dimensioni e costi, al progetto con cui abbiamo partecipato al bando di Regione Lombardia – ha dichiarato il vicesindaco Pasquale De Sena – L’opera è stata realizzata in circa un anno e mezzo, ed è costata, con le variabili realizzate in corso d’opera, sia per migliorie che per andare incontro alle esigenze delle associazioni, circa un milione e mezzo. Per le parti esterne è stato fatto un appalto separato per la sistemazione delle opere esterne e il rifacimento del piazzale del centro sportivo”.

“È importante vedere che si fanno ancora interventi per lo sport – ha sottolineato l’assessore allo Sport, Marcello Ripamonti – se vi guardate in giro, rispetto a cinque anni fa il centro sportivo è completamente rinnovato. Qui cerchiamo di costruire i cittadini del domani, perchè anche da questi ambienti dobbiamo ripartire per rimettere in moto la nostra società“. Ripamonti non è stato l’unico a rilevare la centralità delle strutture locali per il rilancio della società.

“Complimenti a chi ha avuto la forza e il coraggio di arrivare fin qui – ha sottolineato invece Fabio Pizzul, presidente del gruppo PD in Regione – Questi sono luoghi dove si creano relazioni vere, segni importanti per una comunità che deve difendere i luoghi reali e non lasciarsi illudere dai non luoghi d’incontro come i social“.

Agli interventi delle autorità è seguito un momento di grande commozione che si è voluto dedicare alla memoria di Vincenzo Cannata. Il ragazzo sfortunato, scomparso nel 2015 a soli 32 anni sui campi del centro sportivo, e a cui è stato intitolato il nuovo stabile. Dopo la lettura di un pensiero da parte dei genitori e del cugino di Vincenzo, è stata scoperta la targa commemorativa all’ingresso della palazzina.

Quindi, spazio alla benedizione della struttura da parte del parroco di Velate, don Rodolfo Pozzi, e all’immancabile taglio del nastro, affidato al sindaco. Il rituale rinfresco ha spezzato la fase cerimoniale.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Matteo Lucchini
Amante dell'arte e della (buona) musica, mi diverto ad addentrarmi negli angoli inesplorati della cronaca locale, alla ricerca di verità e curiosità del borgo accanto. Scrivo per passione. Lo stile? Per me non è importante, è tutto.


Articoli più letti di oggi