Attualità

Monza, Mercatino via Bergamo: i residenti sfidano il divieto di circolazione

Domenica alcuni abitanti sono usciti in auto nonostante la presenza degli ambulanti. La questione sta per approdare in Prefettura, nel frattempo il comune promette multe ai trasgressori.

monza via bergamo mercato sanzioni 6

Prosegue la protesta dei residenti di via Bergamo contro l’ordinanza comunale che vieta il transito delle auto durante i giorni del Mercatino. Da anni via Bergamo ospita ogni seconda domenica del mese i tradizionali banchi degli ambulanti che occupano tutto il tratto di strada compreso fra il passaggio a livello e il ponte all’angolo con via Azzone Visconti. La convivenza fra residenti e mercato non ha mai dato problemi. Tuttavia, la recente ordinanza dell’amministrazione che vieta tout court il passaggio delle auto ha provocato più di una frizione fra gli abitanti della strada e l’amministrazione comunale.

Non a caso è nato anche un comitato che si propone proprio di cancellare il provvedimento. Domenica 10 febbraio si è tenuto come previsto il Mercatino. “Alcuni residenti sono usciti con le auto dalle proprie abitazioni e percorso la via senza causare reazioni da parte degli espositori – hanno commentato i residenti in un comunicato -. Come avviene, d’altronde, da trent’anni a questa parte. Inoltre i residenti hanno accolto l’invito del comitato, costituitosi per opporsi all’ordinanza comunale la quale, interpretando in maniera restrittiva la legge Gabrielli sulla sicurezza vieta loro di uscire di casa, e di rientrarvi, con l’auto, a demandare la controversia al nuovo prefetto, Patrizia Palmisano, facendo propria in tal senso la proposta emersa dall’incontro con gli assessori comunali, Federico Arena, e Massimiliano Longo”, rispettivamente con delega alla Viabilità e al Commercio

Nel frattempo, in attesa che la questione approdi sul tavolo del nuovo prefetto, per provare a sensibilizzare l’amministrazione sul tema, il comitato ha avviato una raccolta firme fra i residenti. “Siamo stati noi a favorire l’intervento della Prefettura – ha spiegato l’assessore Arena -. Riteniamo che l’ordinanza sia corretta, vediamo se la Prefettura la considera invece troppo restrittiva rispetto alle disposizioni nazionali“.

L’amministrazione ha anche offerto ai residenti la possibilità di utilizzare il vicino parcheggio pubblico di via Savonarola, ma la proposta non è stata accolta molto bene. In ogni caso, ha assicurato Arena, in attesa che la Prefettura chiarisca se la linea seguita dall’amministrazione è corretta, la polizia locale farà rispettare l’ordinanza. Multe salate a chi non si adegua al divieto di transito negli orari.