Attualità

Monza, falso ginecologo: a “Chi l’ha visto” l’appello del vicequestore alle vittime

Il falso medico è stato arrestato e ora si trova nel carcere di Monza. Adescava le ragazzine sui social network.

angelo-re-chi-l-ha-visto

L’appello alle altre possibili vittime del falso ginecologo della Brianza che avrebbe violentato ragazze e adolescenti adescate online (clicca qui) è stato diffuso anche dalla trasmissione di rai TreChi l’ha visto“.

Mercoledì 6 marzo è andato infatti in onda un breve filmato in cui il vicequestore del Commissariato di Monza Angelo Re invita chiunque (vittime o gli stessi genitori) avesse avuto a che fare con il falso ginecologo che si faceva chiamare Alberto Berti a segnalare e a dare informazioni alla Polizia.

La vicenda è emersa una settimana fa quando è stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un 50enne, residente a Monza che, secondo le indagini, instaurava rapporti con le ragazze tramite social network, attirandole nella sua trappola, per poi violentarle.

Per ora tre ragazzine tra i 15 e i 17 anni hanno denunciato l’accaduto e proprio grazie alla loro testimonianza ha preso il via l’indagine che ha portato all’arresto dell’uomo che ora si trova nel carcere di Monza. Le vittime, potenzialmente potrebbero essere di più. Per verificarlo sono in corso ulteriori indagini e gli appelli in tv e online potrebbero far emergere altri dati e informazioni utili.

Più informazioni