Quantcast
Istituti professionali, i migliori alunni d’Italia in gara al Meroni di Lissone - MBNews

Istituti professionali, i migliori alunni d’Italia in gara al Meroni di Lissone

La competizione nazionale, vinta l'anno scorso da uno studente dell'istituto brianzolo, si svolgerà dal 15 al 17 maggio. Sedici gli iscritti, provenienti anche da Sicilia e Sardegna. Due le prove in programma.

dav

Arriveranno dal Veneto all’Emilia-Romagna. Dalla Lombardia alla Toscana. Dal Piemonte fino alla Sicilia e alla Sardegna. Per tutti una sola destinazione: Lissone. Che per 3 giorni, dal 15 al 17 maggio, diventerà un po’ la Capitale italiana dello studio. Almeno di quello dedicato alla figura di “Tecnico dei servizi commerciali” negli Istituti Professionali.

Merito dell’Istituto di Istruzione Superiore “Giuseppe Meroni” di Lissone dove si svolgerà la Gara nazionale riservata agli alunni del quarto anno di corso di questo specifico indirizzo di studio.

L’onore e l’onere di accogliere le sedici scuole iscritte alla competizione (Elenco) toccherà allo storico istituto di via Stoppani perché, come specificato nella nota del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il vincitore ha il diritto di organizzare questa sfida d’eccellenza nell’anno scolastico successivo.

E nel 2017/18 è stato proprio un alunno del Meroni, Andrea Marelli (nella foto in alto), ora iscritto al quinto anno dell’indirizzo Servizi commerciali aziendali, ad aggiudicarsi il primo posto. Un traguardo raggiunto nella Gara nazionale svoltasi all’Istituto professionale “Velso Mucci” di Bra, in provincia di Cuneo. Che quest’anno sarà, invece, tra i concorrenti alla vittoria finale. Cosa che non potrà provare a conquistare l’Istituto di Istruzione Superiore di Lissone. Che, da padrone di casa, non parteciperà alla competizione.

Per il Meroni la soddisfazione di ospitare l’evento, con studenti e professori accompagnatori provenienti anche da città distanti oltre mille chilometri dalla Brianza, non può che essere notevole. Come spiega ad MBNews il Dirigente scolastico, Carmelo Catalano.

Il programma della Gara nazionale per gli alunni degli Istituti Professionali prevede due prove. La prima, il 16 maggio, è quella propriamente di indirizzo e, per questo, assegna la metà dei 100 punti complessivi in palio: “Tecniche professionali dei servizi commerciali”. Gli studenti del quarto anno, 13 ragazze e 3 ragazzi, uno per ogni scuola partecipante, si sfideranno a colpi di fatturazioni e scritture contabili. Il giorno dopo, 17 maggio, andrà in scena la seconda prova, quella multidisciplinare. Che metterà alla prova i contendenti alla vittoria finale con il diritto ed economia, economia politica, lingua inglese e tecniche di comunicazione e relazione.

Al Meroni, in questi giorni, fervono i preparativi per organizzare nel modo migliore la competizione ed accogliere gli ospiti. Ad essere impegnati, tra gli altri, anche il Dirigente scolastico e il suo vice, il docente Lucio Casciaro. “E’ un’occasione di prestigio per la nostra scuola e soprattutto per l’indirizzo servizi commerciali – spiega la docente Paola Parma, referente dell’Istituto di via Stoppani per la Gara nazionale – a chi verrà vogliamo lasciare un buon ricordo del nostro Istituto, ma anche di Lissone e del nostro territorio”.

Ecco perché i 3 giorni della competizione, che assegna premi in denaro e attestati di merito, non saranno riservati solo allo studio. Ci sarà anche spazio per la socializzazione e la cultura. “Porteremo i nostri ospiti alla ditta Riva 1920 di Cantù, un nome storico dei mobili in legno – annuncia la Parma – visiteremo anche Monza, con la Villa Reale, il Duomo, la Corona Ferrea e Lissone con il Museo d’arte contemporanea, Palazzo Terragni, sede del Comune, e la Villa Reati, un esempio delle tipiche ville di delizia della Brianza”.

Il vincitore dell’anno scorso, che ha consentito al Meroni di aggiudicarsi per la prima volta il titolo dopo vari tentativi, non ha dimenticato il successo dell’anno scorso. “Non pensavo di arrivare primo, anche se ero convinto di poter fare bene – spiega lo studente Andrea Marelli – il diritto era la materia che temevo di più alla vigilia, ma è stata la comunicazione a crearmi qualche problema perché c’erano argomenti che non avevo studiato nel mio programma scolastico”.

Il futuro del brillante allievo del Meroni, ormai prossimo all’esame di maturità, non è ancora del tutto definito. “Voglio iscrivermi all’università, ma sono indeciso tra Economia e Commercio ed Economia aziendale d’impresa – spiega – per ora ho visitato il campus della Bicocca, nelle prossime settimane spero di poter andare a vedere anche altre Università della zona”.

In attesa che arrivi la Gara nazionale di maggio, il Meroni di Lissone si è già fatto valere anche nello sport. Ai Campionati studenteschi nazionali di corsa campestre, che si sono svolti a Gubbio, in provincia di Perugia, infatti, Mirko Sofia (in alto nella foto), studente al secondo anno dell’indirizzo Tecnico Grafico e Comunicazione, è arrivato terzo tra gli Allievi DIR (Disabili Intellettivo Relazionali).

Il primo posto, al termine di 2,5 chilometri tutti d’un fiato, è sfuggito al 16enne di Seregno per soli 18 secondi. Il rammarico per Mirko, accompagnato a Gubbio dal suo docente Luca Valcamonica, è decisamente inferiore alla gioia di essere salito sul podio. E, poi, le corse non sono certo finite qui.