A Lissone genitori più Social grazie al Progetto MASSERE

Un incontro molto interessante in cui si è parlato sia delle mode più diffuse online, sia dei pericoli di un utilizzo non adeguato dei social e delle nuove tecnologie.

incontro-social

Si tenuta lo scorso mercoledì 27 febbraio, presso la biblioteca dell’Istituto di Istruzione Superiore “Giuseppe Meroni”, una serata dal titolo “Social, il mondo degli adolescentiaperta a tutti genitori per analizzare insieme sui cambiamenti che l’avvento dei Social ha portato e sull’uso che ne fanno i loro ragazzi organizzata da Progetto MASSERE – Sicurezza dei Minori sul Web in collaborazione con la professoressa Catena Rasconà – referente per il cyber-bullismo dell’Istituto Meroni.

Grazie all’esperienza accumulata negli anni dal contatto e dal confronto diretto coi ragazzi nelle scuole, il consulente informatico Andrea Massa – fondatore del progetto, ha illustrato i principali Social maggiormente utilizzati da nativi e immigrati digitali riportando i dati ricavati dai sondaggi a studenti e genitori ed analizzando mode e tendenze maggiormente seguite dai teenagers come Vamping-Sleep-Texting-Challenge. Le psicologhe Stefania Sedini e Nicole Ventura hanno fornito una fotografia dettagliata dell’adolescente d’oggi, spiegando quali bisogni e relative motivazioni stanno dietro ai fenomeni quali sexting, adescamento, cyberbullismo e dipendenza da Social/Videogames. Infine praticante avvocato Matteo Meroni ha delineato le conseguenze legali a cui si può incorrere con un uso sconsiderato del Web.

Un incontro molto interessante, afferma la prof.ssa Catena Rasconà, perché si è parlato sia delle mode più diffuse online, sia dei pericoli di un utilizzo non adeguato dei social e delle nuove tecnologie. L’incontro, organizzato con il Dott. Massa, è inerente con quanto previsto dalla legge 29 maggio 2017 n°71 recante disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del cyber-bullismo. Si tratta di una legge di prevenzione, non di punizione.
Con questa legge la scuola è stata chiamata ad assumere il ruolo di protagonista. Ogni scuola deve sensibilizzare tutti i componenti ad un utilizzo consapevole delle nuove tecnologie, deve intervenire prima che il reato venga commesso. L’incontro di ieri sera è stato il primo di tanti altri eventi che si terranno presso l’Istituto.

Se anche tu vuoi rimanere aggiornato puoi visitare il sito ufficiale del progetto: www.massere.it o i canali Social: www.facebook.com/SicurezzaMinoriSuInternet e www.instagram.com/sicurezzasulweb