03 Agosto 2021 Segnala una notizia
Tribunale, processi a rilento per mancanza di personale e aule

Tribunale, processi a rilento per mancanza di personale e aule

8 Febbraio 2019

Carenza di personale, lentezze in alcuni procedimenti giudiziari anche per i cosiddetti reati gravi, è quanto lamenta il Tribunale di Monza, che nei giorni scorsi ha assistito alla fissazione di un processo per usura al febbraio del 2020. La questione è stata affrontata direttamente dal Presidente del Tribunale brianzolo Laura Cosentini, che ne ha fatto menzione nella sua dettagliata relazione sull’anno giudiziario. La primaria causa di ritardi, che però non avevano mai riguardato procedimenti giudiziari collegiali, è da imputare in primis nella ormai cronica lacuna di personale amministrativo, crucco di Tribunale e Procura di Monza da anni. Sulla carta, per far funzionare a dovere la macchina giudiziaria monzese, i dipendenti dovrebbero essere 150, mentre la realtà ne vede al lavoro solamente 105, circa il 30% in meno, anche in considerazione di congedi parentali e impieghi a orari ridotti. Se il personale fosse a regime, oltre a non subire ritardi, i processi potrebbero anche veder incrementare le udienze cosidette “straordinarie”.

Oltre al personale però, nonostante la nuova struttura di via Solera abbia alleggerito la densità di personale interno a Palazzo di Giustizia, sono anche le poche aule a disposizione. Con almeno due ambienti in più tutto scorrerebbe più rapidamente. Sulla “qualità” dei procedimenti, che non è ovviamente aspetto prevedibile, sono molti i processi scaturiti da inchieste complesse e che per la materia che trattano si traducono in lunghi iter in aula, è inoltre ravvisabile un’ulteriore causa di rallentamenti, con collegi giudicanti impegnati per molte ore e per mesi su uno stesso caso. Quando la data di questa udienza per usura è stata fissata, nonostante accusa e difesa abbiano tentato di far valere le proprie ragioni, in questo caso nell’unica direzione del veder saltar fuori una data più vicina, il Tribunale non ha potuto fare nulla per accontentarle.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi