12 Novembre 2019 Segnala una notizia
Tragedia Lamina, titolare verso patteggiamento: 4 mln di euro alle vittime

Tragedia Lamina, titolare verso patteggiamento: 4 mln di euro alle vittime

14 Febbraio 2019

Il titolare della ‘Lamina‘, azienda che lavora metalli di Milano dove il 16 gennaio dello scorso anno morirono quattro operai, tra cui tre brianzoli, a causa di una fuoriuscita di gas argon nella vasca di un forno, ha chiesto e raggiunto con la Procura un accordo per il patteggiamento della condanna.

A quanto emerso per lui si prospetta una pena sospesa di 1 anno e 10 mesi, subordinata al risarcimento delle famiglie delle vittime e di Inail, per oltre 4 milioni di euro. La vicenda è stata discussa nei giorni scorsi davanti al gup di Milano, dove l’imprenditore si è presentato in compagnia dei suoi avvocati. Su di lui pende un’accusa per omicidio colposo plurimo con l’aggravante di aver commesso il fatto in violazione della normativa in materia di sicurezza sul lavoro. La decisione del giudice, compreso il parere di costituzione di parte civile da parte di Fiom-Cgil e l’Anmil, è prevista per il 19 marzo prossimo.

Quel pomeriggio, negli stabilimenti Lamina, gli operai stavano lavorando alla pulitura di un forno interrato, ad una profondità di circa due metri, quando si è verificato un guasto e l’area è stata invasa da vapori tossici. I due fratelli Arrigo e Giancarlo Barbieri, il primo da poco trasferito nel varesotto, il secondo di Muggiò, erano i più vicini al forno quando il gas è fuoriuscito, intossicandoli. La reazione alle esalazioni è stata immediata, entrambi gli uomini si sono sentiti male e per soccorrerli sono intervenuti altri operai, tra cui i colleghi che hanno perso la vita che sembra si siano letteralmente gettati nella buca per tirar fuori i Barbieri. Arrigo e Marco, insieme a Giuseppe Setzu, di Burago di Molgora, non sono arrivati vivi in ospedale. Il loro cuore ha smesso di battere durante la corsa in ambulanza.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi

Monza, pulizia d’autunno al deposito veicoli abbandonati della polizia locale

Negli anni sono stati accatastati 33 fra autoveicoli e motocicli e 29 biciclette che nessuno a ha rivendicati. Saranno demoliti

Incendio al castello di Sulbiate: arrestata l’autrice del rogo

E' finita in manette l'autrice dell'incendio al castello di Sulbiate: si tratta di una donna italiana, impiegata, residente nella periferia ovest di Milano. Il movente è passionale.

Addio al giudice Giuseppe Airò: era da 40 anni in servizio al Tribunale di Monza

E' deceduto oggi il giudice del Tribunale di Monza Giuseppe Natalino Airò. Sessantotto anni, dagli anni Ottanta in servizio a Monza. Era da alcuni mesi assente dal lavoro per problemi di salute.

Concorezzo, violenta lite tra due donne fuori da un locale: una finisce in ospedale

Violenta lite tra due donne di nazionalità ecuadeoregna, a Concorezzo, fuori da un locale. Una delle due ha avuto la peggio ed è finita in ospedale in codice giallo.

Sequestrati 4500 prodotti per la casa e la scuola: denunciato il proprietario del negozio

Sequestrati 4500 prodotti contraffatti per la scuola e per la casa: a individuarli in un negozio di Concorezzo, una pattuglia della Guardia di Finanza. Il titolare dell'esercizio, un cittadino 40enne di etnia cinese, è stato denunciato a piede libero.