Quantcast
Monza, al Teatro Villoresi la commedia in dialetto milanese "El Resentin" - MBNews
Cultura

Monza, al Teatro Villoresi la commedia in dialetto milanese “El Resentin”

Appuntamento sabato 23 febbraio alle ore 21.00. Prevendite disponibili presso il Centro Parrocchiale “Don Cazzaniga”.

teatro-villoresi-piazza-carrobiolo-mb-1

Brillante appuntamento sabato 23 febbraio al Teatro Villoresi di Monza. In scena alle ore 21.00 la commedia in dialetto milanese in tre atti “El Resentin” (Il risciacquo), prodotta dalla Compagnia teatrale Impara L’Arte di Monza con il patrocinio del Comune.

Prevendite disponibili presso il Centro Parrocchiale “Don Cazzaniga” in via Muratori 3 a Monza (quartiere Cederna). Costo biglietti: 10 euro.

Sinossi:
Questa rappresentazione è un omaggio ad un grande uomo di teatro ed amico, quale è stato Roberto Zago.
Ambientata nella vineria “Port de mar”, zona ubicata nella periferia sud di Milano, agli inizi degli anni ’70, la storia narra di tre fratelli – Baldino, Pietro e Gino Quiriletti – alle soglie della pensione, che combattono con l’età che avanza e con un mondo in mutazione, il quale, dimenticando le proprie radici, va perdendo non solo il proprio passato ma anche i valori morali che sono alla base di una civile convivenza.
Sebbene a malincuore, i tre fratelli, insieme con Maria – moglie di Gino – decidono di metter in vendita la vineria e il terreno circostante, ai quali aspira Monica Mencotti, rappresentante di un’azienda di bevande gassate, simbolo del mondo che cambia.
A complicare la vicenda si aggiungono le conseguenze degli azzardati affari del giovane Fabio, figlio di Maria e di Gino, che attirano sulla vineria le losche mire del mafioso Fusco Tellori.
In questa commedia brillante venata di giallo, non poteva mancare una storia d’amore, sbocciata tra Pietro, desideroso di libertà e felicità, e la signora Mencotti vedova piacente e trafficona.
Dopo alcune divertenti peripezie si giunge al lieto fine con la sconfitta del siculo Fusco e dei suoi compari, con la partenza di Pietro e Monica per una romantica vacanza alle sospirate Canarie e con la salvezza della vineria, avviata ad un nuovo futuro. Il tutto sancito da un generale, corale e catartico RESENTIN, che dall’originario significato di lavaggio del bucato è passato ad indicare il più specifico ripulire la tazzina del caffè con la grappa e poi il più elevato e traslato risciacquo morale.
La commedia di Roberto Zago mantiene il proprio valore e la propria bellezza col passare degli anni, grazie ad una scrittura briosa e ad un contenuto intriso di valori che non mutano.

EL RESENTIN (Il risciacquo)
Compagnia: Impara L’Arte – Monza
Autore: Roberto Zago
Regia: Bruno Montrasio

Personaggi ed interpreti:
Pietro Quiriletti – Robert Galimberti
Baldino Quiriletti – Enzo Pimazzoni
Gino Quiriletti –  Diego Ciracì
Maria (moglie di Gino) – Anna Pennati
Fabio (figlio di Gino e Maria) – Riccardo Cerizza
Monica Mencotti – Laura Brivio
Fusco Tellori – Vincenzo Silvestri

Foto apertura archivio MBNews