28 Luglio 2021 Segnala una notizia
Monza, è nel quartiere Cederna il tasso di natalità più alto della città

Monza, è nel quartiere Cederna il tasso di natalità più alto della città

8 Febbraio 2019

E’ Cederna la culla di Monza. Secondo uno studio pubblicato dall’ufficio statistica del Comune di Monza è infatti nello storico rione monzese, passato alla storia per avere ospitato il mitico cotonificio Cederna dal quale ha ereditato il nome, che è stato registrato il tasso di natalità più alto: 9,4%, una percentuale che non solo pone il quartiere in cima alla classifica monzese, ma che conferma anche un trend di crescita rispetto al passato.

Nel dettaglio, a Cederna nel 2018 sono nati 100 nuovi bambini a fronte di una popolazione del rione di poco superiore alle 10.500 unità. Subito dietro a Cederna, il quartiere dove l’amore sembra regnare sovrano è Regina Pacis, dove il tasso di natalità è del 9,04%, contro l’8,04% del 2017. La terza posizione, con un tasso del 7,9% spetta invece ex aequo a San Giuseppe – San Carlo e a San Fruttuoso, anche se quest’ultimo, rispetto al 2017, ha fatto registrare un incremento superiore: da 6,9% a 7,9%, con uno scarto di un punto. Il quartiere dove invece è stato registrato il tasso più basso è il rione Libertà (6,48%), seguito a ruota da San Biagio (6,83%).

Sulle ragioni di questa differente distribuzione del tasso di natalità varrebbe la pena avviare una riflessione non tanto di natura sociologica, quanto urbanistica. Sembra infatti che i rioni dove il tasso di natalità è più alto sono anche quelli dove negli anni passati sono state costruite già case nuove, che inevitabilmente attirano giovani coppie.

Per vedere la tabella statistica dei nati nel 2017 clicca qui.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Articoli più letti di oggi