31 Marzo 2020 Segnala una notizia
Decreto Sicurezza, due incontri pubblici a Bovisio e Villasanta

Decreto Sicurezza, due incontri pubblici a Bovisio e Villasanta

7 Febbraio 2019

Il Sottosegretario agli Interni Nicola Molteni a Bovisio Masciago,  il capogruppo dei Senatori Lega Massimiliano Romeo a Villasanta. Si chiude così, con due incontri pubblici, organizzati per venerdì 15 febbraio, la campagna informativa della Lega di Monza e Brianza a sostegno del Decreto Sicurezza. Il provvedimento, che porta la firma del ministro Matteo Salvini, è stato illustrato ai brianzoli tramite una campagna di affissioni che ha interessato i Comuni della nostra Provincia, una serie di gazebo sul territorio e una carrellata di post sulla pagina Facebook “Lega Nord Monza e Brianza”, che in pillole quotidiane hanno analizzato ed approfondito i contenuti del decreto.

“Con il governo del buonsenso e con le politiche adottate dalla Lega, in questi mesi sono diminuiti drasticamente gli sbarchi di clandestini e per la prima volta il numero degli espulsi è superiore  quello dei nuovi arrivi”, commenta il commissario provinciale del Carroccio, Andrea Villa. “Con le serate di Bovisio Masciago e Villasanta – continua Villa – terminiamo il percorso di questi ultimi mesi che, coinvolgendo i militanti e le sezioni, ci ha portato ad analizzare e conoscere i punti principali del decreto sicurezza. Saranno due incontri di approfondimento, alla presenza degli esponenti di governo e della maggioranza parlamentare che hanno affiancato Matteo Salvini nel raggiungimento di questo obiettivo del nostro programma elettorale”.

“Stiamo lavorando per organizzare al meglio la serata, alla quale invito tutta la cittadinanza – spiega il segretario della sezione di Bovisio Masciago, Alice Brambilla – e prepararci all’appuntamento elettorale per l’elezione del nuovo sindaco. Dopo cinque anni di disastri siamo pronti per ridare a Bovisio Masciago un’amministrazione seria e concreta”. L’appuntamento è alle ore 21 a Bovisio Masciago presso l’aula consiliare, in piazza Biraghi 3.

Anche la Lega di Villasanta, con il segretario Giorgio Villa, invita alla partecipazione: “Sarà un momento utile a conoscere direttamente dai nostri esponenti il grande lavoro svolto in questi mesi di governo, anche in vista delle prossime elezioni comunali”. L’incontro si svolgerà dalle ore 21 a Villasanta in Villa Camperio, via Confalonieri 55.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Fonte Esterna
Questo contenuto non è un articolo prodotto dalla redazione di MBNews, ma è un testo proveniente da fonte esterna e pubblicato integralmente e/o parzialmente ma senza averne cambiato il senso del messaggio contenuto.


Articoli più letti di oggi

Il corretto uso delle protezioni facciali. Il video che tutti stiamo guardando

In questo video si spiega in maniera semplice quali mascherine utilizzare e come utilizzarle. Anche nel caso si abbia una fornitura limitata o addirittura si abbia la disponibilità solo di una.

Monza, il parroco invocherà la protezione di San Gerardo

Nel frattempo alla stessa ora i tutti i sindaci d'Italia osserveranno un minuto di silenzio per le vittime. A Monza il numero dei deceduti è di 36.

Coronavirus, aggiornamenti dai comuni della Brianza. In provincia 2.362 casi positivi

I numeri della provincia brianzola confermano i trend e le curve dei giorni scorsi. A  Monza e Brianza si registrano complessivamente 2362 casi, con un incremento di 97 pazienti.

Coronavirus, 2.265 brianzoli sono positivi. Ecco gli aggiornamenti dai comuni

Si susseguono in queste ore i consueti messaggi di aggiornamento da parte dei sindaci per informare i propri concittadini circa la situazione di ricoveri, guarigioni e decessi.

ST di Agrate, primo decesso per COVID-19. I sindacati scrivono al Prefetto

C'è il primo decesso nell'azienda ST di Agrate Brianza. I sindacati chiedono adesso un chiarimento al Prefetto Palmisani: "L'azienda deve rimanere aperta?"