Sport

Atletica, Campionati Italiani Juniores: Monza vola in alto con Pirovano

Ad Ancona Laura, 18 anni il prossimo settembre, specialista nel Salto con l'asta, conquista la medaglia d'argento e realizza anche il suo nuovo personale, issandosi oltre i 3,85 metri.

laura-pirovano-atletica-mb (Copia)

Se cercate su Internet il suo nome e cognome, Laura Pirovano, troverete quasi soltanto una serie di informazioni riguardanti una sciatrice alpina italiana, nel 2017 oro mondiale juniores nello slalom gigante. Tra poco tempo, però, potrebbe non essere più così. Perché, nel mondo dello sport, Laura Pirovano è anche una ragazza, monzese doc, che si sta facendo rapidamente strada nell’atletica. E, presto, potrebbe diventare perfino più famosa della sua omonima impegnata sulle piste da sci.

Perché la nostra Laura, 18 anni il prossimo 3 settembre, continua a mietere risultati di assoluto livello nella sua specialità prediletta, il Salto con l’asta. L’ultimo nel week-end appena trascorso. Quando ad Ancona ha conquistato la medaglia d’argento ai Campionati Italiani Juniores Indoor. Un secondo posto accompagnato dalla classica ciliegina sulla torta, il personale a 3,85 metri.

La Pirovano è scesa concentrata in pedana sin da subito ed è stata autrice di una gara con pochi errori. Ha saltato alla prima prova 3.40, 3.55, 3.65, 3.75. Poi è arrivato lo scoglio dei 3.80 metri, superato dalla giovane astista monzese una sola volta in carriera, il 27 maggio 2017, nel meeting regionale di Busto Arsizio. Ad Ancona Laura è riuscita a saltare questa misura al terzo tentativo. Sull’onda dell’entusiasmo e della trance agonistica si è sbarazzata al primo colpo dei 3.85 metri. I 3.90, poi, si sono rivelati un ostacolo insormontabile.

Come la sua avversaria principale, Maria Roberta Gherca (Atletica Velletri), rumena ma naturalizzata italiana, capace di saltare con facilità i 4,05 metri, forte anche di un personale di 4,15 metri. Un vero talento naturale la Gherca, che aveva già battuto la Pirovano nel 2017 a Rieti ai Campionati Italiani Allieve Outdoor (leggi l’articolo).

Seconda piazza, poi, replicata da Laura anche l’anno scorso. Quando, sempre ai Campionati Italiani Allieve Outdoor, in assenza della portacolori dell’Atletica Velletri, un anno più grande e quindi già Juniores nel 2018, l’astista monzese, con più di un rammarico, si era classificata dietro alla vincitrice, la bolzanina Nathalie Kofler (Asv S.V. Lana-Raika) (clicca qui).

Nonostante il recente passato, la Pirovano, che da quest’anno ha abbandonato l’Atletica Monza e veste la maglia della Pro Sesto, non sembra condannata al ruolo di eterna seconda. Anche perché conosce il sapore del successo. Nel 2016, infatti, si è laureata Campionessa italiana Cadette a Cles, in provincia di Trento (vedi l’approfondimento).

E, poi, la giovane promessa del Salto con l’asta, sembra in piena crescita agonistica dopo un 2018 non esaltante. Frutto dei cambiamenti radicali intrapresi dalla fine dello scorso settembre. Da allora Laura si allena a Monza sulla pista di viale Cesare Battisti con il gruppo di saltatori guidato da Paolo Pozzi, tecnico della Forti e Liberi, ma 2 o 3 volte a settimana va a Padova dove è seguita per la parte tecnica da Marco Chiarello, uno specialista dell’asta. Un lavoro in condivisione che sta già facendo vedere i suoi frutti.

“Sono molto contento della prestazione di Ancona ai Campionati Italiani perché Laura se lo merita per la dedizione, l’impegno e l’applicazione che ci mette negli allenamenti – afferma Pozzi – ha fatto una gara eccellente, partendo da una situazione psicologica non facile (l’anno scorso nella stessa gara aveva fatto 3 nulli, Ndr) e con i tanti recenti cambiamenti”.

La storia, comunque, è destinata a non finire qui. La prossima data da segnare con il cerchio è domenica 17 febbraio. Quando, sempre sulla stessa pista di Ancona, la Pirovano prenderà parte ai Campionati Italiani Individuali Assoluti Indoor. Ci sarà ancora da saltare con l’asta. E volare alto. Magari, ancora più in alto.