25 Giugno 2019 Segnala una notizia
Lettera. Fumagalli: "Sindaco Sartini, si faccia un esame di coscienza"

Lettera. Fumagalli: “Sindaco Sartini, si faccia un esame di coscienza”

4 Gennaio 2019

Abbiamo chiuso il 2018 con una lunga intervista rilasciata dal Sindaco di Vimercate Francesco Sartini a MBNews. Una chiacchierata in cui il Primo Cittadino ha affrontato con noi i temi caldi dell’anno appena concluso.

Le parole del Primo Cittadino hanno scatenato commenti e polemiche, sui social in particolare, dove gli animi si sono infiammati in particolare per la questione della piscinachiusa in fretta e furia a luglio.

Un’altra risposta di Sartini, però, ha scatenato non poco dibattito. Quella relativa al clima politico. Proprio in merito a questo, la redazione ha ricevuto una lettera, firmata da Guido Fumagalli.

Con parole severe, l’ex assessore ai Lavori Pubblici della precedente Giunta guidata da Paolo Brambilla, bacchetta il Primo Cittadino, invitandolo a “un profondo esame di coscienza” e chiudendo con un commento laconico: «Lei non è, e temo non lo sarà mai, il sindaco di tutti». 

LA LETTERA

Egr. sig Sindaco,

premetto che oltre a lei invierò questa “lettera aperta” anche ad alcuni giornali che seguono la politica locale.

Il 2019 è l’anno in cui la sua Amministrazione ha promesso che realizzerà molte cose.

Le aspetteremo.

Intanto però ho letto le sue dichiarazioni sulla stampa locale rilasciate in questi giorni sul lavoro svolto in questi 2 anni e mezzo di Amministrazione. E per me, che ho avuto l’onore e l’onere di poter partecipare all’Amministrazione di questa città per diversi anni, sia come consigliere comunale che come Assessore, non mi era mai capitato di trovare tanta ipocrisia nelle parole di un sindaco come nelle sue.

Sul fatto che lei affermi di essere soddisfatto e di aver lavorato bene non entro nel merito più di tanto. Ognuno può pensarla come crede e considerare cose ben fatte il disfacimento dei rapporti con parte dell’associazionismo vimercatese, la chiusura del polo catastale prima, della piscina e dell’auditorium dell’OMNI poi, i lavori svolti nelle scuole con i bimbi in classe e gli operai sul tetto a maneggiare utensili e tubi, lo stallo della riqualificazione dell’area ex ospedale, il freno evidente sulla raccolta differenziata, solo per fare qualche esempio. Beh, io no, non le considero cose ben fatte!

Ma uno dei temi che lei cita, attinente alla moralità è quello che le opposizioni consigliari (PD in testa) avrebbero avvelenato il clima politico in consiglio comunale con le loro posizioni ed affermazioni.

Eh no sindaco!

Qui non ci sono opinioni che tengano, ma fatti. Solo fatti.

Lei ed il M5S che rappresenta avete iniziato la vostra campagna denigratoria verso chi non la pensava come voi da anni ormai, da quando lei era un consigliere comunale (2011-2016) e distribuiva rotoli di carta igienica davanti al Comune agli allora consiglieri ed assessori che amministravano la città.

Per poi passare in campagna elettorale urlando dentro l’aula consigliare “onestà” rivolto ai politici ma, a ben vedere, non solo. Questo atto le è rimasto sulla coscienza?

È passato poi da Palermo a settembre del 2016, in una convention M5S, a dichiarare falsamente la presenza di trafficanti a Vimercate, precisando che da tre mesi lei e la nuova Amministrazione si stavano occupando proprio di questo, ovvero di fermare i trafficanti nella gestione dei servizi che funzionavano a Vimercate.

Poi il suo “indimenticabile” assessore al bilancio a giugno 2017 ha definito i consiglieri di opposizione “un manipolo di individui indegni di appartenere al genere umano”. Questo semplicemente perché era stato criticato aspramente nel dibattito politico in Consiglio Comunale.

Da ultimo, tanto per essere incoerente e prendere in giro la cittadinanza e gli utenti, sulla chiusura della piscina e sul futuro del centro sportivo di via Degli Atleti; prima in consiglio comunale vota contro ad un ordine del giorno presentato dal PD e da Vimercate Futura dove si chiedeva di valutare lo sviluppo complessivo dell’area sportiva con annesso palazzetto dello sport, per poi il giorno dopo rilasciare dichiarazioni alla stampa esattamente contrarie di come aveva votato. Davvero da non credersi! O forse l’incoerenza (vedi anche la vicenda “sindaco a tempo pieno”, come lei orgogliosamente affermava di fare, ma ora non più) fa parte del suo DNA.

Questi sono i fatti e lei sindaco Sartini farebbe bene a farsi un profondo esame di coscienza su quel che dice e quel che fa realmente e su chi avvelena il clima politico.

Per adesso non è, e temo non lo sarà mai, il sindaco di tutti.

Guido Fumagalli

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Eleonora D'Errico
Giornalista professionista, appassionata di scrittura, lettura e parole. Per me la vita è riassumibile in alcuni concetti basilari: posti da vedere, persone da conoscere, vite da scoprire e storie da raccontare. Amo la natura, le mie due gatte, le cose semplici e il profumo delle pagine dei libri vecchi. Sono una sognatrice e un’idealista, credo fermamente nel potere del giornalismo costruttivo e nella forza delle parole.


Articoli più letti di oggi

Monza Resegone 2019: ecco le foto della partenza [e la classifica]

Si è conclusa la 59^edizione della Monza Resegone, sale sul podio l'Atletica Desio

Ronco Briantino, crisi Frigel: gli scenari per i lavoratori

Dopo la procedura di licenziamento collettivo ai lavoratori della Frigel di Ronco, l'azienda ha aperto gli scenari alternativi ai lavoratori.

Miss Giussano sotto le stelle: chi sarà la più bella della Brianza?

Il conto alla rovescia è cominciato: appuntamento sabato 29 giugno in piazza San Giacomo.

L’Arengario è d’oro: Monza premia “persone eccezionali nella loro normalità”

In occasione di San Giovanni, patrona di Monza, il primo cittadino premia i cittadini benemeriti

Incidente a Monza, auto si ribalta in Viale Delle Industrie

Una Smart si è scontrata con un altro veicolo fuori dalla rotatoria all’incrocio tra Via Stucchi e Via Salvadori, prima di finire ruote all'aria