04 Agosto 2021 Segnala una notizia
Senago, il cadavere murato: sullo sfondo lo scenario del traffico di droga

Senago, il cadavere murato: sullo sfondo lo scenario del traffico di droga

31 Gennaio 2019

Murato in una parete di un’abitazione del residence di Senago “Villa Degli Occhi”, scoperto quindici giorni fa, Lamaj Astrid, 41 enne albanese scomparso nel 2013 da Genova, era attivo nello spaccio di droga sull’asse “Genova-Milano”. Su questo fronte stanno indagando i carabinieri per risalire agli autori del suo omicidio.

I suoi resti sono stati trovati murati nella cavità di una parete, all’interno di un’abitazione di un residence a Senago, facendo pensare a un giallo “cold case” di difficile soluzione. Nel giro di pochi giorni invece i carabinieri del Nucleo Investigativo di Monza sono risaliti alla sua identità e anche alla sua sparizione, denunciata dal fratello sei anni fa. Per farlo avevano iniziato a cercare tra i fascicoli di scomparsi, vicini ad ambienti criminali, partendo dal presupposto che un omicidio di quel genere potesse essere collegato a persone dal vissuto non trasparente. Oggi, secondo quanto trapelato dalle ulteriori attività di indagine, è emerso che l’uomo era probabilmente il  “collettore” del traffico di droga tra il porto di Genova e le piazze del milanese. Risalendo ai suoi contatti in ambienti criminali, gli investigatori hanno stretto il cerchio sui presunti responsabili del delitto.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Valentina Rigano
Nata a Milano nel '78', cresciuta in provincia di Monza e Brianza, sangue siculo-austro-serbo-toscano nelle vene, mi sento cittadina del mondo grazie alla passione per i viaggi passatami dai miei genitori. Studente irrequieta, ho scoperto la meraviglia del ricercare la verità degli accadimenti nel 2001. Grazie a un coraggioso direttore, ho iniziato dalla "cronaca di un marciapiede rotto", per arrivare a nera e giudiziaria passando dallo sport in tv, approdando alla famiglia MB News oltre che a collaborazioni con un'agenzia di stampa ed un quotidiano nazionali. Scrivere è la mia passione, un lavoro e anche un po' una missione:). Amo tutte le forme di sport e nel tempo libero mi rilasso in lunghi giri in auto cantando Ligabue a squarciagola o leggendo un buon libro spaparanzata in qualche parte del mondo, meglio se ci arrivo su un'auto senza finestrini o facendo l'auto stop! Mi direi "cronicamente combattiva, femminista progressista che rovescia le tazze di caffè e inciampa costantemente nei gradini e che sogna un faro circondato dal mare in tempesta dove scrivere libri...Un sacco di gradini per cadere"!!


Articoli più letti di oggi