Attualità

Regione Lombardia, “Rimborsopoli”. Condannati Bossi, Minetti e Romeo

Per il capogruppo in Senato della Lega una condanna a 1 anno e 8 mesi con pena sospesa.

milano-pirellone-mb

Sono arrivate sul limitare dell’ora di pranzo le condanne della così detta “rimborsopoli“, l’inchiesta sulle spese “extra” sostenute al Pirellone, a seguito della quale il Tribunale di Milano ha condannato 52 dei 57 imputati nel processo a pene comprese tra un anno e 5 mesi fino a 4 anni e 8 mesi. La pena più alta, 4 anni e 8 mesi, è stata inflitta a Stefano Galli, ex capogruppo della Lega in Regione.

In particolare la sentenza ha visto la condanna a due anni e sei mesi Renzo Bossi, figlio di Umberto Bossi e a un anno e 8 mesi Nicole Minetti, ex  igienista dentale di Silvio Berlusconi, ex consiglieri della Lega e del Pdl. Condannato invece a un anno e 8 mesi Massimiliano Romeo, con pena sospesa e non menzione nel casellario giudiziale, monzese attuale capogruppo della Lega in Senato. Condannato a un anno e 6 mesi Angelo Ciocca, attualmente eurodeputato del leghista. Stefano Maullu, attualmente europarlamentare di Forza Italia, pena di un anno e 6 mesi, mentre Alessandro Colucci, deputato del gruppo misto, è stato condannato a 2 anni e 2 mesi. “C’è un secondo tempo della partita da giocare – ha detto Massimiliano Rome – ricorrerò in Appello e ribalteremo il risultato”.