17 Agosto 2019 Segnala una notizia
Il prefetto Vilasi incontra gli studenti del Collegio Bianconi per parlare della Costituzione

Il prefetto Vilasi incontra gli studenti del Collegio Bianconi per parlare della Costituzione

31 Gennaio 2019

La domanda da cui partire è semplice, ma non del tutto scontata. Che cos’è e cosa rappresenta la Costituzione? Per farlo capire ai suoi giovani studenti, dato il clima di incertezza e la fiducia mal riposta nei confronti dello Stato, il collegio Bianconi di Monza ha organizzato un incontro con il prefetto.

I giovani hanno sempre più bisogno di risposte concrete. Che non ci sono o che tardano ad arrivare. E allora dove trovarle, queste risposte, se non nelle Istituzioni stesse? La domanda trova la sua risposta in un invito. Quello rivolto al prefetto di Monza, Giovanna Vilasi, che dopo aver parlato agli studenti, gli ha fatto dono della Costituzione della Repubblica Italiana.

Il prefetto di Monza assieme al vicepreside Andrea Villa consegna la Costituzione agli studenti

È successo ieri mattina, mercoledì 30 gennaio, all’interno del collegio Bianconi di Monza. “L’incontro con il prefetto – ha sottolineato il vicepreside Andrea Villa – testimonia gli sforzi educativi che la scuola sta attuando per formare donne e uomini consapevoli del loro impegno sociale, civico e culturale“.

Gli studenti di oggi, del resto, saranno gli uomini e le donne del domani. E questo gli alunni del Bianconi lo sanno bene. “All’interno della Costituzione – dicono Camilla e Beatrice, le due rappresentanti d’istituto – siamo tutti consci di poter trovare i valori cardine di cui vogliamo essere testimoni e su cui costruire un paese giusto e corretto“.

E subito dopo fanno un inciso. “Nella trasmissione di questi valori, la scuola svolge un ruolo fondamentale“.

Camilla e Beatrice espongono il valore della Scuola e della Costituzione

La scuola si posiziona quindi al centro “come portavoce di valori alti, che di certo non possono né devono essere trascurati”. Il prefetto di Monza ascolta le due rappresentanti e con loro può solo che essere d’accordo. “Quello che possiamo augurarci – dice la Vilasi – è che la cultura sappia aprire orizzonti di verità e di speranza per tutti, in particolare per le nostre nuove generazioni. Siamo certi che dove c’è passione per l’educazione si possa coltivare la speranza. Del resto – sottolinea il prefetto – abbiamo un DNA che storicamente ci ha permesso di fare cose nobili. Ed è proprio per questo – ci tiene a precisare – che conoscere la Costituzione diventa un bel modo per crescere come esseri umani“.

Il prefetto di Monza Giovanna Vilasi

La Costituzione. La madre del nostro ordinamento giuridico. La Carta dove appaiono i fondamenti della nostra società. Conoscerla significa comprendere i nostri diritti e i nostri doveri. Comprenderla significa scoprire chi siamo e da dove veniamo.  Conoscere per comprendere le Istituzioni, che invece sono spesso viste come qualcosa di lontano. Una lontananza che, purtroppo, provoca sfiducia, che a sua volta sfocia nel non rispetto per le norme civili.

Avvicinarsi alle Istituzioni, non a caso, è stato il percorso che il collegio ha voluto intraprendere. “Il nostro obiettivo – precisa Andrea Villa – è quello di far toccare con mano ai ragazzi il contenuto normativo, così da eliminare il rischio che vedano le Istituzioni come qualcosa di lontano. Questa – chiosa – è una generazione che ha bisogno di toccare con mano  per comprendere. E l’incontro con il prefetto di Monza ha proprio voluto chiarire quanto l’Autorità e lo Stato siano prima di tutto un servizio”.

Vicinanza alle Istituzioni e rispetto per i valori etici e sociali sono gli insegnamenti che la scuola ha cercato di imprimere agli studenti di tutte le classi, che come dono tangibile hanno ricevuto la Costituzione.

Gli studenti del Bianconi salutano il prefetto alzando in alto la Costituzione

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Massimo Chisari
Milanese di nascita, brianzolo d'adozione. Guardo il mondo attraverso la mia macchina fotografica. Osservo. Cerco. E tramite le parole, racconto. Amo il giornalismo, quello sincero perché scrivere significa smettere di respirare per raccontare con il cuore. Ho due grandi passioni. L'arte e la letteratura, quella russa soprattutto. Ma ho un unico grande amore, anzi due. I miei due cani, Hubert e Brunhilde.


Articoli più letti di oggi

“Grazie per il vostro lavoro” e il signor Luigi offre la grigliata ai Vigili del Fuoco di Monza

Ferragosto con un bel gesto di solidarietà. Un uomo sui sessant'anni paga la spesa ai vigili del fuoco. "Se dovesse venire in caserma a trovarci ci farebbe davvero piacere".

Abusi sessuali su un bimbo di 11 anni: arrestato 37enne di Monza

Le indagini hanno raccolto elementi incontrovertibili circa un episodio di violenza avvenuto a luglio

Sagra del Masciocco: a Camparada cinque giorni con cucina tipica brianzola

Appuntamento dal 14 al 18 agosto con buona cucina e musica dal vivo tutte le sere. Scopri il programma.

Ai domiciliari a Vimercate, evade ben 7 volte in un mese: 44enne in carcere

L'uomo, pregiudicato, era stato arrestato la prima volta il 18 luglio in flagranza di reato per spaccio di stupefacenti

Piscine all’aperto in Brianza: ecco gli orari e i costi estivi

L'estate si avvicina ed il caldo si fa sempre più torrido, l'unica soluzione per chi resta in Brianza? Le piscine all'aperto!