12 Luglio 2020 Segnala una notizia
Carate Brianza: in primavera “addio” a 15 pini. Il Sindaco: “operazione necessaria”

Carate Brianza: in primavera “addio” a 15 pini. Il Sindaco: “operazione necessaria”

24 Gennaio 2019

Il progetto ha un costo totale di 149 mila euro e prevede l’abbattimento di una quindicina di pini domestici nella frazione di Costa Lambro, tra via Cadorna e via Dalla Chiesa. Una scelta, presa e approvata a fine dicembre, dall’Amministrazione Comunale dopo anni di disagi e una raccolta firme fatta da alcuni residenti della zona.

Ma se da una parte c’è chi chiede l’abbattimento per ragioni di sicurezza, dall’altra c’è chi si oppone. Alcuni dei residenti, infatti, contestano principalmente due cose: il mancato studio di compensazione e l’assenza di valutazione dello stato di salute di questi alberi. Ma a chi chiede una variante del progetto, il Sindaco di Carate risponde: “era un’urgenza, il progetto verrà portato avanti”.

I danni provocati dalle radici: strade, marciapiedi e fogne rovinati!

“Sono diversi anni che i residenti della zona lamentano la pericolosità di questi pini – spiega il Sindaco Luca Veggiani – questi alberi ad alto fusto hanno il problema delle radici che hanno danneggiato, non solo marciapiedi e manto stradale, ma anche diversi sottoservizi. E’ un’operazione necessaria, presa dopo attenta valutazione”.

Al momento, conferma il Primo Cittadino, non è prevista alcuna ripiantumazione ma “il Parco Valle del Lambro farà sicuramente uno studio tecnico prima dell’abbattimento dei pini – spiega – per capire cosa si potrà fare, e come. Ora i pini in questione sono molto a ridosso delle abitazioni, vedremo se sarà possibile mettere al loro posto degli arbusti o dei cespugli”.

L’opinione dei contestatori

Tra i residenti che non accettano la decisione dell’Amministrazione Comunale, c’è Aurelia Zambonin: “non c’è nessun piano di riqualificazione in questo progetto, ma solo di peggioramento – commenta – è vero che sono anni che i residenti si lamentano, ma nessuno ha mai chiesto che questi alberi ad alto fusto che hanno 25 anni venissero tagliati. Abbiamo chiesto al Sindaco una variazione del progetto – spiega – che preveda almeno una ripiantumazione del verde ma ci è stata negata”. Secondo i residenti che non accettano il taglio dei pini, la scelta del Sindaco non è supportata da una valida relazione agronomica che attesti l’effettiva pericolosità degli esemplari arborei o il loro pessimo stato di salute, come richiede la legge, né da alcuna perizia tecnica, che documenti in modo esaustivo i danni provocati dalle radici alla rete fognaria. “Quello che vogliamo – conclude – è che ci sia più sensibilizzazione verso il verde pubblico, un bene prezioso per tutti”.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Melissa Ceccon
Laureata in Lingue e Letterature Straniere alla Cattolica di Milano. Mamma e moglie. Scrivo sempre e da sempre: nel 2008, il mio primo articolo di cronaca locale. Da allora, non ho più smesso. Sul web racconto anche di libri e di mamme. Nella mia borsa non mancano mai: un romanzo, una penna, un blocco per gli appunti e lo smartphone per catturare immagini e video delle notizie più interessanti.


Articoli più letti di oggi

Nubifragio sulla Brianza: piante cadute, grandine e vento fortissimo. Strade e cantine allagate

La coda di un fronte atlantico ha raggiunto la Brianza determinando un peggioramento repentino del tempo a suon di piogge e temporali.

Aggiornamento Coronavirus: i dati diffusi da Regione Lombardia all’11 luglio

I dati di oggi si caratterizzano per un sensibile aumento delle persone guarite (+192 rispetto a ieri) e per il  continuo calo dei ricoveri nei reparti dei nostri ospedali che attualmente ospitano 173 pazienti, 17 in meno di ieri.

Covid, 3 nuovi casi in Brianza. L’aggiornamento dei sindaci

Il Lombardia nella giornata di ieri si sono registrati 135 nuovi casi positivi, 72 sono conseguenti alla positività al test sierologico.

Monza: 40enne brutalmente ferito al volto con una bottiglia di vetro e rapinato

L'aggressione si è consumata durante un Rave Party improvvisato in via Enrico da Monza. Il 40enne nordafricano è stato trasportato d'urgenza in codice rosso al pronto soccorso del San Gerardo.

Intervento dei vigili del fuoco per un tetto incendiato a Sulbiate

Non si registrano feriti. Sono intervenuti l'auto pompa di Monza e di Merate, l'autoscala di Monza e l'autobotte di Vimercate.