Ambiente

Briosco: dal 29 gennaio cambia la modalità di raccolta rifiuti

Sono state definite, inoltre, nuove frequenze di raccolta, più consone alla produzione dei rifiuti e al corretto avvio al recupero di preziose risorse.

sacchi-spazzatura-abbandonata-mb-02

Da martedì 29 gennaio, a Briosco, cambiano le modalità di raccolta dei rifiuti, con l’obiettivo di imprimere una spinta decisa verso il miglioramento dei servizi di igiene ambientale e l’incremento delle raccolte differenziate attraverso un servizio moderno ed efficiente.

Il cambiamento più rilevante consiste nell’introduzione della raccolta del rifiuto secco indifferenziato tramite sacchi di colore blu muniti di TAG RFID (Radio-Frequency IDentification) in sostituzione del sacco trasparente, attraverso i quali sarà possibile effettuare una “misurazione” del rifiuto prodotto dalla singola utenza. In questo modo sarà possibile, in futuro, applicare una tariffa puntuale più equa secondo il principio “meno inquini, meno paghi”. I sacchi bluRFID avranno un codice univoco personale che verrà assegnato al momento della consegna e quindi sarà diverso rispetto a quello di un’altra persona o famiglia.

Un’altra importante novità riguarda la possibilità di attivare il servizio gratuito di raccolta a domicilio di pannolini, pannoloni e tessili sanitari tramite il sacco arancione, dedicato alle famiglie con bambini di età inferiore ai tre anni e con persone allettate.

Sono state definite, inoltre, nuove frequenze di raccolta, più consone alla produzione dei rifiuti e al corretto avvio al recupero di preziose risorse. Le seguenti tipologie di raccolta di rifiuti porta a porta, secco indifferenziato, sacco giallo (imballaggi in plastica e lattine), vetro, carta e cartone avranno una frequenza di ritiro settimanale, mentre l’umido e il sacco arancione bisettimanale.

Dal territorio verranno rimosse le campane per la raccolta del vetro, luoghi di sporcizia ed abbandono sregolato di ogni genere di rifiuti. Il vetro dovrà essere conferito in appositi contenitori, forniti al momento della distribuzione.

Infine, in alternativa al conferimento del verde in Piattaforma Ecologica, verranno attivati quattordici ritiri annuali porta a porta gratuiti, utilizzando contenitori da 240 lt che verranno distribuiti da Gelsia Ambiente.

“L’introduzione del sacco bluRFID e delle novità legate alla raccolta differenziata consentono di ridurre la produzione del rifiuto secco indifferenziato, favorendo l’incremento delle percentuali di raccolta differenziata, che arrivano addirittura a superare l’80%” dichiara il presidente di Gelsia Ambiente Marco Pellegrini.

La distribuzione di sacchi e contenitori, insieme alla pratica guida alla raccolta differenziata, è iniziata lunedì 14 gennaio e proseguirà fino a sabato 26 gennaio presso l’Oratorio di Fornaci di via XXI Febbraio, 39. Finora sono stati consegnati oltre 700.000 sacchi, sicuramente un ottimo risultato.

Tutte le novità sono accompagnate da un’articolata campagna di comunicazione, messa a punto dall’Amministrazione Comunale in stretta collaborazione con Gelsia Ambiente: nei giorni scorsi è stata consegnata a tutti i cittadini una lettera informativa con un pieghevole dettagliato, che spiega in termini semplici i sopra citati cambiamenti. Inoltre, nel mese di gennaio, si sono tenuti due incontri pubblici per spiegare le nuove modalità di raccolta.

Per ulteriori informazioni è a disposizione il call center al numero verde gratuito 800.445964 (da lunedì a venerdì 8.30-18.00 e sabato 8.30-13.00) e il sito web cliccando qui.