11 Maggio 2021 Segnala una notizia
Flash mob: a Monza baci contro l'omofobia. La Brianza verso il suo primo Pride

Flash mob: a Monza baci contro l’omofobia. La Brianza verso il suo primo Pride

20 Gennaio 2019

Piazza San Paolo, Monza. Circa 300 brianzoli si sono radunati ieri per promuovere una Brianza aperta, che “non abbia paura di essere e amare” – come si legge sul profilo social di Rete Brianza Pride. Il “no a tutti gli episodi di intolleranza e odio, ma soprattutto al recente episodio omofobico che ha coinvolto il titolare del Caffè Zucchi, si è sentito forte e chiaro. Un episodio contro il quale si era schierato anche il primo cittadino, Dario Allevi, etichettandolo come inqualificabile.

La piazza, nel corso del presidio, si è colorata di cartelloni, bandiere arcobaleno e tanti, tanti baci. La fisicità dei corpi, l’amore sincero e qualche slogan contro le parole violente sui social, che spesso coinvolgono i soggetti LGBTQ+ brianzoli, ovvero lesbiche, gay, bisessuali, transgender, ecc.. Una manifestazione spontanea, senza megafoni o musica ma con una partecipazione inaspettata.

La folla in piazza era molto eterogenea: “Ho molti amici etero che sono qui al mio fianco – ha esclamato un membro del gruppo, Andreina Fumagalli – e per questo li ringrazio!”. Ma le sorprese non sono finite qui: dopo una condivisione di discorsi, c’è stato il tanto atteso “momento del bacio“. Molti e molte di diverse età si sono baciati e abbracciati in piazza in risposta alle discriminazioni. Un’atmosfera calorosa e coinvolgente che ha animato il centro città. “Abbiamo trasformato un episodio negativo – ha dichiarato un altro attivista, Fabio Colombo – in una bella iniziativa per una Brianza più accogliente e umana“.

VIDEO – Report dal presidio

Il primo Pride brianzolo

Il gruppo ha lanciato poi la data del primo Pride brianzolo: l’8 giugno.
“Adesso ci attende un lungo percorso verso il PRIDE” – ha reso noto Rete Brianza Pride con un post – “ma la certezza di avervi al nostro fianco ci offre entusiasmo e determinazione“.

Il gruppo – Rete Brianza Pride

Ma da chi nasce tutto questo fermento? Il gruppo, che nasce come “Rete Brianza Pride”, è multiforme ed eterogeneo, ha molta voglia di farsi conoscere e di coinvolgere più realtà possibili. Al progetto partecipano brianzoli di tutte le età, per la maggior parte studenti delle scuole superiori e delle università, lavoratori, diversi gruppi ed associazioni già ben strutturati sul territorio, rappresentanti LGBTQIA+ (lesbiche, gay, bisessuali, transgender, ecc.), ma anche attivisti politici.

Invitiamo ad unirsi al progetto, a questo proposito – ha precisato Annalisa Vertemati, di Rete Brianza Pride – tutte le associazioni, circoli e sigle, ma anche tutti i gruppi politici brianzoli e i singoli, nessuno escluso”.

Foto di Ludovico Di Muzio

Il prossimo appuntamento è per domenica 17 febbraio alle ore 16:00 per un’assemblea di confronto sul Pride. L’incontro è aperto a tutti, e sarà l’occasione giusta per mettere in campo idee e proposte in vista del primo Pride brianzolo dell’8 giugno. Il luogo verrà comunicato sulle pagine social del gruppo:

Facebook – CLICCA QUI
Instagram – CLICCA QUI

Articolo, video, e foto di Ludovico Di Muzio

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate lo 039361411 oppure scrivete a [email protected] .


Articoli più letti di oggi