25 Luglio 2021 Segnala una notizia
Villasanta: a San Fiorano limite di 30 km/h in due nuove zone residenziali

Villasanta: a San Fiorano limite di 30 km/h in due nuove zone residenziali

6 Dicembre 2018

Entro fine anno due zone di San Fiorano diventeranno a tutti gli effetti “zone residenziali“. Questo significa l’entrata in vigore in quelle vie di particolari regole di circolazione dei veicoli a protezione dei pedoni e dell’ambiente. In sostanza il cambiamento più importante sarà l’indicazione del limite di velocità a 30 km/h.

Le aree verranno delimitate con dei cartelli e con della segnaletica orizzontale così da avvisare gli automobilisti, che transitano in quelle vie, delle regole viabilistiche della zona.

Le aree che da fine anno diventeranno, per un anno in via sperimentale, zone residenziali sono zone densamente abitate e dove già vige il divieto di transito per autocarri e sono: il centro storico di San Fiorano (area compresa tra via Cavour, via Risorgimento e via Mameli) e, sempre a san Fiorano, la zona della Cascina Recalcate compresa tra via Menotti, via Settembrini e via Maffei.

La richiesta di rendere queste due zone residenziali con la relativa modifica dei limiti di velocità – ha spiegato l’assessore alla viabilità Carlo Natalizi- è stata sollevata dalla Consulta di San Fiorano. Abbiamo valutato attentamente la loro proposta con gli uffici comunali e abbiamo quindi deciso di accoglierla e di attuare questa sperimentazione per un anno. Se dovesse andare bene, come mi auguro, e se portasse benefici al quartiere potremmo replicare lo stesso intervento anche in altre zone di Villasanta, a S. Alessandro e nel centro in particolare”.

in azzurro le aree protagoniste della sperimentazione

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Paola Brambillasca
Da sempre con una matita in mano. All’inizio disegno, alla fine scrivo. Per diletto e per lavoro. Sono fortunata, riesco a fare ciò che amo.


Articoli più letti di oggi