11 dicembre 2018 Segnala una notizia
Usmate, Consiglio comunale accesissimo: volano le offese

Usmate, Consiglio comunale accesissimo: volano le offese

5 dicembre 2018

Passaggio consiliare infuocato l’ultimo andato in scena a Villa Borgia ad Usmate.

Una seduta, quella di venerdì scorso, che si preannunciava ad alta tensione per i temi in discussione. Non sono una novità infatti i dissidi e le divergenze di opinioni tra il sindaco Maria Elena Riva e l’ex trio di maggioranza (Valeriano Riva, Ivana Mongelli e Alessio Penati) di Per Vivere Usmate Velate, passato all’opposizione in estate per costituire un gruppo autonomo.

Vedute differenti da tempi non sospetti, raccontate ad ottobre sul Notiziario comunale, sia nelle pagine a disposizione dei gruppi consiliari che nell’editoriale del primo cittadino. Sindaco che però, avrebbe raccontato le motivazioni del distacco del gruppo consiliare “a modo suo”. Peraltro usando uno spazio anche maggiore di quello previsto dal regolamento del periodico (due pagine quando il limite sarebbe una).

Durante la seduta di venerdì il gruppo ha letto quindi una dichiarazione in cui spiega perchè la lettura del sindaco è parziale e soggettiva, adducendo tra i vari motivi del contrasto con il primo cittadino, il mancato uso degli avanzi di bilancio per realizzare le piste ciclabili, come anche tutte le opere di riqualificazione e compensazione proposte dagli ex colleghi di maggioranza. Solo per citarne due.

Al secondo punto all’ordine del giorno c’era però un argomento se possibile ancora più scottante. Ovvero il riconoscimento del debito fuori bilancio a seguito della sentenza del febbraio 2018.

Un verdetto che ha condannato il comune di Usmate in primo grado, (confermato in appello) a restituire all’Impresa A&B la cifra di 635mila euro e a pagare altri 90mila per il mancato affitto di un capannone. Questo, nell’ambito di un’operazione di permuta immobiliare avviata nel 2010 che ha portato in dote all’operatore tre terreni comunali. Un’operazione però mai ufficializzata dal rogito notarile.

Un passaggio che la Lega già all’epoca aveva fatto presente alla maggioranza (correva il primo esecutivo della Riva), chiedendo spiegazioni in consiglio comunale. All’indomani del proclama anche del processo di appello, ricorso dalla giunta Riva (con l’esborso di ulteriori 15mila euro di spese processuali), gli esponenti locali del carroccio sono tornati all’attacco per denunciare una disfatta da loro stessi annunciata otto anni prima.

In particolare, ad accendere i toni della discussione è stato il leghista Stefano Vimercati, che ha ribadito il concetto per cui gli atti avrebbero dovuto passare dal consiglio comunale, e invece il sindaco ha firmato “in solitaria”. “Quel contratto era una minuta senza alcun valore – ha spiegato Vimercati dopo la seduta di venerdì – in consiglio ho quindi dichiarato al sindaco che con il suo comportamento non mi è sembrata essere in grado di intendere e di volere. Chiaramente nell’ambito della sua funzione e in quel frangente, non voleva essere un giudizio sulla persona. Perciò non ho problemi a scusarmi se ho calibrato male le parole, ma la sostanza era questa”.

Sindaco che ha minacciato di presentare querela per le parole del consigliere. E non si è fatto attendere, a stretto giro di posta dal consiglio comunale, anche il comunicato stampa del circolo cittadino del PD di Usmate, che “esprime piena solidarietà al Sindaco in merito alle offese ricevute […] richiamando il rispetto dei ruoli e della sede del Consiglio Comunale come luogo deputato a discutere e costruire il futuro della nostra comunità”.

Gesto che però non serve a placare un clima incandescente attorno ad una maggioranza, che corre verso le elezioni 2019 con più dubbi che certezze.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Matteo Lucchini
Amante dell'arte e della (buona) musica, mi diverto ad addentrarmi negli angoli inesplorati della cronaca locale, alla ricerca di verità e curiosità del borgo accanto. Scrivo per passione. Lo stile? Per me non è importante, è tutto.


Articoli più letti di oggi

A Monza l’ultimo saluto al Mister Gigi Radice

Una commovente cerimonia si è svolta oggi a Monza. L'addio a un mito del calcio nazionale che ha allenato anche il nostro grande Monza.

Monza, in arrivo nuovo gruppo di migranti. Scoppia la polemica

Con la chiusura della struttura di accoglienza per richiedenti asilo di via Corelli, a Milano, sono attesi nella provincia 24 richiedenti asilo.

Grave incidente lungo la Valassina, traffico in tilt tra Briosco e Capriano

Schianto tra auto e furgone, feriti due ragazzi di 22 e 32 anni soccorsi in codice rosso. Code per chilometri in direzione Nord, rallentamenti anche lungo la carreggiata opposta

“Vengo e ti strappo la lingua”: minacce al consigliere Pd, Marco Lamperti

Solidarietà anche dai colleghi politici della Lega. Lui, Lamperti, ha denunciato. L'eventuale risarcimento verrà devoluto a alle associazioni pro rifugiati.

Desio: per un ospedale più sicuro e fruibile. Regione finanzia 7,5 milioni per la riqualifica

Parte la riqualificazione dell'ospedale di Desio per rendere l'azienda ospedaliera più fruibile e sicura