20 Aprile 2021 Segnala una notizia
Monza-Südtirol 1-1. A metà campionato brianzoli al 12° posto

Monza-Südtirol 1-1. A metà campionato brianzoli al 12° posto

27 Dicembre 2018

Si chiude con un deludente 1-1 l’ultima partita casalinga del Monza dell’anno solare, che è anche l’ultima gara del girone di andata del suo campionato di Serie C 2018/19. Il Südtirol, guidato dal vincitore della Panchina d’oro di Lega Pro della scorsa stagione, Paolo Zanetti, è riuscito ad andarsene indenne dal Brianteo nonostante abbia giocato l’ultimo quarto d’ora di match in inferiorità numerica, oltre che senza allenatore in panchina.

Ancora una volta i biancorossi hanno perso una grossa occasione per riportarsi nelle prime posizioni della graduatoria, ma in fondo ormai è chiaro che l’attuale squadra non merita una classifica migliore rispetto a quella reale. Il quarto posto in regular season dello scorso campionato è ormai lontano oltreché ottenuto in un girone diverso. Per sperare nella promozione ai play-off (a quella diretta crede solo chi crede nei miracoli) c’è bisogno di un robusto mercato di rafforzamento invernale e della capacità dell’allenatore Cristian Brocchi a capire più velocemente di quanto fatto finora quale siano il miglior sistema di gioco e i migliori interpreti da utilizzare di partita in partita.

Il Monza di oggi ha offerto una discreta prestazione collettiva, ma gli errori individuali hanno inficiato il risultato. Non ci sono per niente piaciuti Adorni, Iocolano e Cori, mentre gli unici giocatori sopra la sufficienza risicata sono stati Ceccarelli e Reginaldo. Per il match contro il Südtirol il tecnico biancorosso ha recuperato Guidetti ma ha perso Caverzasi, che si è aggiunto in infermeria a Origlio, Brignoli e Giudici. Inoltre non ha potuto disporre di D’Errico, squalificato al pari del preparatore atletico Pietro Lietti. Come laterali di difesa hanno dunque giocato Adorni e Tentardini, a centrocampo Iocolano ha rimpiazzato D’Errico e Guidetti ha ripreso il suo posto a scapito di Galli.

Zanetti ha invece dovuto fare a meno degli infortunati Fink e Crocchianti. Da segnalare tra le fila ospiti due “ex” che sono rimasti nel cuore della tifoseria: il viceallenatore Alberto Bertolini (nel Monza era seconda punta) e il centravanti brasiliano Caio De Cenco.

La cronaca: al 3’ un destro da 20 metri di De Rose termina alto; 1’ dopo i brianzoli rispondono con un rasoterra debole di Guidetti bloccato in due tempi da Offredi. Al 9’ Reginaldo acciuffa palla appena dentro l’area, fa una serie di finte e prova il diagonale di sinistro che si perde a lato. Al 14’, a causa di un errore marchiano di Adorni, il Südtirol prova tre conclusioni di fila, sventate tutte con affanno dalla retroguardia biancorossa. Al 18’ un colpo di testa di Cori è troppo debole per impensierire Offredi. Non succede più nulla di rilevante fino al gol del vantaggio del Monza, arrivato al 41’: sugli sviluppi di un’azione nata da corner Tentardini tira da fuori, un difendente devia la palla sul palo costringendo Offredi al tuffo e Reginaldo è pronto e letale a insaccare a porta praticamente vuota. Al 45’ i bolzanini reclamano il rigore per un fallo di Adorni su Fabbri.

Non è ancora iniziata la ripresa che Zanetti viene allontanato dall’arbitro per proteste, ancora riguardanti l’episodio che ha chiuso il primo tempo. Dopo 40” Reginaldo ci prova da lontano: Offredi blocca in due tempi. Il portiere ospite respinge al 5’ un sinistro di Ceccarelli. All’11’ il Südtirol pareggia: sul cross dalla sinistra di De Rose si tuffa De Cenco che di testa insacca. Al 20’ si registra un altro sinistro di Ceccarelli che termina fuori. Al 24’ Reginaldo stoppa la sfera in area e si gira di scatto, ma il tiro potente è deviato in corner. Galli sostituisce Guidetti e 3’ dopo un contropiede veloce del Südtirol si conclude con un destro potente di Mazzocchi a lato. Al 34’ Ierardi si fa ammonire per la seconda volta e allora Brocchi fiuta la possibilità di vincere inserendo Tomaselli e Jefferson rispettivamente per Iocolano e Cori. Però non succede nulla: il Monza si affida più che altro a cross che la retroguardia biancorossa dell’Alto Adige neutralizza senza particolari affanni.

In sala stampa Brocchi ha dichiarato che quello col Südtirol “è un pareggio che lascia l’amaro in bocca perché il Monza meritava di vincere, avendo disputato una buona partita contro una squadra navigata. Abbiamo recuperato le energie dopo la trasferta di Fermo, ma abbiamo preso un gol stupido. In questo girone di andata, quando abbiamo commesso errori tecnici banali siamo stati subito puniti. Nel finale siamo stati poco lucidi per tornare in vantaggio e così abbiamo lasciato per strada dei punti importanti. Perché stavolta non ho fatto turnover? Perché abbiamo avuto un giorno in più per recuperare e abbiamo avuto meno problemi fisici rispetto all’altra volta. Il forfait di Caverzasi? È stato dovuto a un problema alla caviglia. Se i laterali difensivi hanno deluso? Secondo me la difesa ha retto abbastanza bene e non solo oggi. Però abbiamo preso dei gol da polli. Iocolano? Ha disputato una buona gara, poi ha commesso un paio d’errori e ha avuto 10’ di black-out. In settimana è encomiabile: si allena sempre al 100%. In partita cerca sempre la giocata decisiva. Reginaldo? Nonostante l’età sta dimostrando una grande voglia, un atteggiamento positivo, da traino per i compagni. L’ingresso di Tomaselli e Jefferson? Era un momento dove dovevamo spingere, cercare la vittoria. Tra Jefferson e Cori sto scegliendo il secondo perché dopo i rispettivi infortuni è più avanti dal punto di vista fisico. Un bilancio di fine girone d’andata, chiuso al 12° posto a 12 punti dalla vetta? Se oggi avessimo vinto saremmo stati in una posizione di classifica importante. Ma è il primo anno di una nuova era e c’è dunque una strada che è stata appena intrapresa. Il diktat societario è che noi dobbiamo fare la partita sia in casa che in trasferta. Da quando ci sono io in panchina il Monza ha perso solo una partita in trasferta e al 94’. Faccio i complimenti ai ragazzi, perché con tutto quello che gli è balzato addosso da settembre a oggi sono stati bravissimi”. Il Monza tornerà in campo sabato prossimo allo stadio “Turina” di Salò per affrontare la Feralpisalò. La partita è stata posticipata dalle ore 16.30 alle 17 per esigenze televisive in quanto sarà trasmessa in diretta su Sportitalia. “Dopodomani valuteremo le condizioni di tutti, poi cercheremo di fare la formazione migliore – ha presentato il match Brocchi – Nessuno dei non convocati di oggi recupererà per questa difficile trasferta”. È vero che il Monza tornerà in ritiro? “Dopo la partita di sabato i giocatori andranno in ferie. Si riprenderà a lavorare il 7 gennaio e probabilmente nei giorni successivi andremo tutti in ritiro per circa una settimana a Malta, dove le condizioni climatiche sono migliori”.

Mister Brocchi commenta il pareggio con il Sudtirol

Le parole del Mister in sala stampa

Публикувахте от Monza 1912 в Сряда, 26 декември 2018 г.

Per il Südtirol non si è presentato in sala stampa Zanetti: il tecnico degli altoatesini ha mandato il suo vice “Bebe” Bertolini: “Il rigore non concesso è stato un episodio importante – ha commentato – Fabbri sarebbe stato un pazzo a cadere in quella situazione… Quello di oggi è per noi un buon punto. Dovevamo fare una grande partita, di personalità, palleggiando bene, per contrastare il Monza, che è una squadra che pressa in maniera forte e aggressiva. Siamo andati immeritatamente in svantaggio, poi con pazienza abbiamo ottenuto il pareggio e in ripartenza avremmo potuto fare ancora più male. Nel finale è stata una grossa sofferenza perché eravamo uno in meno. Non volevamo accontentarci, ma l’espulsione ci ha costretti a cambiare atteggiamento. Con questo pareggio allunghiamo la striscia di risultati utili consecutivi. Se io e De Cenco abbiamo voluto fare bella figura contro la nostra ex società? Per me, che ho vissuto qui due anni fantastici, è sempre un piacere, una gioia venire in questo stadio. Poi con l’arrivo a Monza di questa proprietà (famiglia Berlusconi, ndr) che ha fatto la storia del calcio, si vuole fare bella figura in particolare”.

 

MONZA-SÜDTIROL 1-1 (1-0)
MONZA (4-3-3): Guarna; Adorni, Negro, Riva, Tentardini; Barba, Guidetti (24’ s.t. Galli), Iocolano (37’ s.t. Tomaselli); Ceccarelli, Cori (37’ s.t. Jefferson), Reginaldo. A disp.: Sommariva, Cavaliere, Palesi, Giorno, Brero, Otelè Nnanga. All.: Brocchi.
SÜDTIROL (3-5-2): Offredi; Ierardi, Casale, Vinetot; Tait, Morosini (26’ s.t. Antezza), Berardocco, De Rose, Fabbri (29’ s.t. Procopio); De Cenco (37’ s.t. Oneto), Turchetta (26’ s.t. Mazzocchi). A disp.: Gentile, Della Giovanna, Boccalari, Costantino, Zanon, Ravaglia. All.: Zanetti.
ARBITRO: Pirrotta di Barcellona Pozzo di Gotto.
MARCATORI: 41’ p.t. Reginaldo, 11’ s.t. De Cenco.
NOTE: calci d’angolo 11-3; ammoniti Guidetti, Barba, De Rose, Antezza e Oneto; espulsi all’intervallo Zanetti per proteste e al 34’ s.t. Ierardi per somma di ammonizioni; recupero 1’ e 4‘; spettatori non abbonati 730, abbonati 1011, per un incasso totale di 8977,93 euro.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Camillo Chiarino
Monzese da sempre, ma frequento assiduamente la Brianza perché amo la quiete e la natura. In particolare adoro la Valsesia, la terra dei miei antenati paterni. Giornalista professionista "tuttologo", mi piace scrivere in particolare di politica e sport. Sono tifoso di tutte le squadre cittadine di qualsiasi disciplina e seguo da vicino le partite del Monza 1912, della Vero Volley Monza e della Saugella Monza. A proposito di pallavolo, l’ho praticata per 17 anni in società della zona, ma quando capita non mi tiro indietro a giocare a nulla, soprattutto se l’invito arriva da una esponente del gentil sesso… Mi piace molto navigare in internet, visitare mostre e monumenti e assistere a concerti, in particolare di musica folk e celtica.


Articoli più letti di oggi