20 Settembre 2021 Segnala una notizia
Monza accende il Natale: colori e luci incantano grandi e piccini

Monza accende il Natale: colori e luci incantano grandi e piccini

3 Dicembre 2018

C’è aria di festa. Si accendono le luci, a Monza arriva il Natale. “Non potevo pensare – spiega l’assessore alla Cultura Massimiliano Longo – che la mia città rimanesse senza luci”. E di questo si tratta, schiacciare un bottone per accendere la città. Di colori e di luci. Ma soprattutto di felicità. Del resto le persone cosa vogliono? Vogliono Natale con le luci.

È successo sabato pomeriggio. Nel cuore pulsante della città. Davanti all’Arengario, i monzesi hanno preso parte alla seconda edizione di “Accendiamo il Natale”. Un format voluto dall’amministrazione comunale, il cui regista principale è stato proprio l’assessore alla Cultura Longo e al cui successo, quest’anno, hanno contribuito Assolombarda e diverse attività commerciali.

Un evento ricco di sorprese nel quale non è mancato un ospite d’onore. A schiacciare il bottone, assieme alle autorità cittadine, è intervenuto anche Valerio Staffelli, inviato di Striscia la notizia.

Dario Allevi, Massimiliano Longo e Valerio Steffelli accendono il Natale

Parte il conto alla rovescia. Tre, due, uno… Monza si è tinta di luci. Sette i quartieri illuminati. Mentre nelle vie principali, assieme alle luminarie, un lungo tappeto rosso orienta la camminata verso il centro cittadino. Dritti, verso l’Arengario, anch’esso vestito a festa.

Parte un secondo conto alla rovescia. Occhi sgranati verso l’alto. Un video mapping ricopre l’Arengario. Si tratta di 4 film di un minuto ciascuno, che verranno proiettati sulle 4 pareti fino al 6 gennaio.

Christmas Monza 2018. Si accende il Natale, ma anche la speranza di una città più viva. “Una festa straordinaria piena di cittadini entusiasti”, asserisce il primo cittadino Dario Allevi. Ma è proprio l’assessore alla Cultura che mette l’accento sull’importanza dell’iniziativa. ” Dopo che due anni fa la città era rimasta completamente al buio – chiarisce Longo – non si poteva ulteriormente accettare tutto ciò. Monza è la terza città della Lombardia. Accendere le luci di Natale significa aiutare il commercio e far si che anche i turisti vengano a Monza“. Un importanza che, a stretto giro di posta, il primo cittadino riprende. “Il Natale è la festa dei bambini – sottolinea – ma questo format, lo abbiamo voluto soprattutto per valorizzare la nostra bellissima città e per provare a portare più turisti possibile dando un aiuto agli esercizi commerciali”.

L’obiettivo dell’iniziativa, come ha spiegato il primo cittadino Dario Allevi, “è un occasione per far rivivere il Natale con il cuore pieno di gioia e per far sì che la gente cominci a vivere la città fuori dai grigi centri commerciali.

Una della bancarelle all’interno dei mercatini di Natale

Un augurio, questo, che però non può vivere di luce propria. E in tal senso sono stati creati eventi paralleli, si spera, capaci di fornire un’atmosfera di convivialità. Piazza Trento e Trieste prende quindi vita. In tutti i sensi. Dai mercatini natalizi di piazza Carducci, alla pista di pattinaggio a ridosso del Comune. A Monza c’è aria di festa. C’è voglia di uscire e tra un bacio di due innamorati, c’è voglia di vivere la città.

A vestire l’abito della festa anche il cuore degli SpaltiGrazie all’Associazione di Spalto Isolino i ristoratori della città, infatti, si sono dotati di piccoli chalet in legno posizionati lungo la via che accolgono e ristorano gli ospiti che desiderano trascorrere una serata riscaldati dal crepitio del fuoco con menù ad hoc a base di prodotti tipici del territorio.

Artefice concretamente e manualmente degli allestimenti del Natale Monzese è l’artista di Bernareggio Cinzia Cazzaniga: “Il tema della manifestazione – ha spiegato Cinzia –  sarà proprio l’artigianalità declinata in tutti i suoi aspetti”.

Per visualizzare il programma completo degli eventi in città clicca qui 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Massimo Chisari
Milanese di nascita, brianzolo d'adozione. Guardo il mondo attraverso la mia macchina fotografica. Osservo. Cerco. E tramite le parole, racconto. Amo il giornalismo, quello sincero perché scrivere significa smettere di respirare per raccontare con il cuore. Ho due grandi passioni. L'arte e la letteratura, quella russa soprattutto. Ma ho un unico grande amore, anzi due. I miei due cani, Hubert e Brunhilde.


Articoli più letti di oggi