04 Agosto 2021 Segnala una notizia
Monza, la scuola media Ardigò diventa nel 2020 tra le più green in Italia

Monza, la scuola media Ardigò diventa nel 2020 tra le più green in Italia

17 Dicembre 2018

Un intervento importante. Ben 1,5 milioni di euro per riqualificare energeticamente la scuola media Ardigò. Quasi un milione di euro grazie a dei bandi di Regione Lombardia, il resto a carico del comune. I lavori termineranno nel 2020, senza causare l’interruzione delle lezioni.

Oggi la presentazione presso la scuola stessa, diretta dal dirigente scolastico Antonio Prizio, con la presenza del vice sindaco e assessore ai Lavori pubblici, Simone Villa, e del primo cittadino, Dario Allevi. L’edificio scolastico presenta una serie di criticità figlie dell’epoca in cui è stato costruito, gli anni 70, e del tempo passato, ormai quasi mezzo secolo: l’involucro esterno in cemento armato poco adeguato alle esigenze di una scuola contemporanea sopratutto dal punto di vista energetico; ha elevati costi e consumi per il riscaldamento e non ha un buon confort interno, offrendo zone calde rispetto ad altre troppo fredde.

“L’intervento è stato deliberato martedì scorso in giunta – spiega il sindaco assieme all’assessore ai Lavori pubblici che aggiungono – l’idea è quella di non fare più dei lavori a spot, ma di intervenire sugli edifici scolastici in maniera strutturata e profonda. Prima di costruire nuovi edifici, vogliamo preservare e migliorare quelli esistenti.” Un mossa che di fatto anticipa un obbligo di legge, quello di efficientare dal punto di vista energetico gli edifici, che entrerà in vigore già l’anno prossimo.

La riqualificazione passerà attraverso la creazione di una facciata esterna termo attiva, attraverso l’installazione di serramenti più performanti, l’installazione di pannelli fotovoltaici e solari termici e il miglioramento dei sistemi oscuranti esistenti, portando l’edificio dall’attuale classe energetica E (ultima) a quella A1. Tradotto significa che la scuola media Ardigò sarà a breve una delle poche scuole in Italia ad avere un consumo energetico pari quasi a zero. L’altra faccia della medaglia è che i costi saranno abbattuti fino al 73%  e le emissioni globali di Co2 caleranno dell’82%. Un milione e mezzo il costo finale, di cui, come annunciano, un milione deriva da bandi di regionale Lombardia, di cui il 50% è a fondo perduto mentre la restante parte arriva con un tasso agevolato. I lavori saranno eseguiti dallo studio DBM.

 

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Matteo Riccardo Speziali
Chi sono? Matteo Riccardo Speziali, una vita nel cercare di scoprirlo (chi sono) e nel frattempo il raccontare fatti, il ricercare notizie mi tengono molto occupato. Scrivo da sempre e nel 2008 sono tra i soci fondatori di MB News che dirigo. Quando non scrivo (e non dirigo),mi piace leggere, soprattutto gialli, mi piace cucinare (e mangiare) e mi piace correre. Se avete qualche bella storia da raccontarmi o se volete denunciare un fatto chiamatemi 039361411


Articoli più letti di oggi