20 Settembre 2020 Segnala una notizia
Monza Est e sottopasso via Einstein, i residenti: “Ok il Besanino, aspettiamo da tanto”

Monza Est e sottopasso via Einstein, i residenti: “Ok il Besanino, aspettiamo da tanto”

12 Dicembre 2018

Meglio l’uovo oggi che la gallina domani. Questo, in sintesi, il giudizio dei residenti del quartiere Libertà di Monza dopo che, nei giorni scorsi, il sindaco Dario Allevi ha annunciato che la fermata ferroviaria Monza – Est interesserà soltanto la linea Monza-Molteno-Lecco S7 , il cosiddetto “Besanino” e non la sosta dei treni diretti a Carnate. Colpa, a quanto pare, di Regione Lombardia. Che non ha assicurato al Comune i 2 milioni di euro necessari a predisporre la banchina (leggi l’articolo).

Soldi, che l’anno scorso avevano già provocato polemiche ed ostacoli (qui l’approfondimento), da aggiungere al milione e mezzo di euro già previsti dalla giunta Scanagatti come fondi inseriti nel Patto per la Lombardia. Nel pacchetto anche i 2 milioni e mezzo di euro stanziati per il sottopasso di via Einstein. I cui lavori dovrebbero partire nel settembre 2019, per terminare presumibilmente nell’agosto 2020.

Proprio la possibilità di avere finalmente la fermata ferroviaria Monza – Est e il sottopasso ciclopedonale fa puntare in alto il pollice dei residenti del quartiere, uno dei più popolosi del capoluogo della Brianza. “Della fermata si parla da anni, sin dai tempi dell’amministrazione Faglia e il sottopasso di via Einstein è un’opera che permetterà ai 12mila residenti di avere un collegamento diretto con il centro e il Parco – spiega Maurizio Resseghini, referente del Gruppo Spontaneo Libertà, uno dei più attivi della zona – non possiamo, quindi, che appoggiare questi progetti, compreso l’arrivo del Besanino”.

“E’ ovvio. Comunque, che far arrivare anche il treno elettrificato per Carnate – continua – significherebbe aumentare l’uso della stazione con effetti benefici sulla mobilità e sul traffico di tutta l’area”. Quest’ultima prospettiva, però, sembra allontanarsi definitivamente. O quasi. “Se, dopo aver completato l’iter per la progettazione, svolto il bando di gara e assegnati i lavori, si parte con la banchina per il Besanino, sarà difficile predisporne un’altra per Carnate – spiega Federico Arena, assessore di Piazza Trento e Trieste alla Sicurezza, Mobilità, Viabilità e Polizia locale – significherebbe, al di là del trovare i fondi necessari, eliminare quanto appena fatto”.

I cittadini del quartiere Libertà, a questo punto, auspicano tempi certi per la realizzazione dei progetti da avviare. E si mostrano ottimisti, a differenza di quanto era emerso due anni fa (clicca qui), sulle possibili conseguenze della nuova fermata ferroviaria per quanto riguarda la disponibilità di parcheggi.

“Crediamo che Monza Est sarà al servizio soprattutto degli abitanti del quartiere e, quindi, non dovrebbe creare disagi – afferma Resseghini – naturalmente bisogna fare attenzione che gli interventi non incidano negativamente sulle esigenze del quartiere”. Sembra andare nella stessa direzione anche il Comune. “Il numero di corse del Besanino non dovrebbe creare un tale afflusso di persona per la fermata Monza Est da avere effetti sui parcheggi della zona – sostiene Arena – in ogni caso, valuteremo la situazione nell’ambito dei piani viabilistici e di sosta che andremo ad approvare”.

Le novità infrastrutturali non risolveranno certamente i problemi di mobilità di viale Libertà. “Bisogna lavorare sulla viabilità che strozza la nostra zona in maniera importante – spiega il referente del Gruppo Spontaneo Libertà – si deve insistere sull’asfalto anti-rumore, che sperimentalmente ha portato benefici e attivare, al più presto, l’area 30 e la limitazione dei veicoli ad alto tonnellaggio”.

In attesa degli sviluppi futuri, a partire dalla fermata Monza Est e dal sottopasso ciclo-pedonale di via Einstein, il 12 dicembre è un giorno importante per il Controllo di Vicinato. Ci sarà, infatti, un incontro per far decollare l’Associazione, che si legherà a quella nazionale ANCDV ed il coordinamento  dei vari gruppi (ecco l’articolo). Che si pongono l’obiettivo di promuovere la sicurezza nelle vie e nei quartieri della nostra città come bene comune da tutelare.

“Stiamo promuovendo il progetto nelle diverse Consulte di Monza e il 12 dicembre verrà fatta la prima riunione per la costituzione dell’Associazione, che verrà registrata in gennaio perché stanno per essere completati i piani attuativi della legge sul terzo settore” annuncia Giuseppe Bergamelli che, con Enrico Danili e  Antonio Cardelia, è uno dei promotori dell’iniziativa.

Il Controllo di vicinato nel quartiere Libertà ha diverse idee in mente. Una di queste è far partire, d’accordo con la Consulta, il Pedibus alla scuola Rodari con i finanziamenti del progetto Life (Presentazione). C’è anche altro che bolle in pentola. E, non a caso, sempre il 12 dicembre scade il termine per la presentazione dei progetti da proporre al Comune di Monza per il Patto di Cittadinanza.

 

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Filippo Panza
Sono nato nel 1980, anno di grandi eventi sportivi (Olimpiadi di Mosca, Europei di calcio), attentati terroristici (strage di Bologna), terremoti (Irpinia) e misteri ancora irrisolti (Ustica). Ma anche di libri (Il nome della Rosa) e film (Shining), che hanno fatto epoca. Con tanta carne a cuocere, forse era scritto nel mio destino che la curiosità sarebbe stato il motore della mia vita. E così da Benevento, la città che mi ha dato i natali, la passione per la conoscenza e la verità, declinate nel giornalismo, mi ha portato in giro per l’Italia. Da Salerno a Roma, da Napoli a Bologna, fino a Monza. Nel capoluogo della Brianza penso di aver trovato il luogo dove mettere la mia base (più o meno) definitiva e soddisfare la mia sete di scrittura, lettura, sport e tempo libero. Almeno fino a quando il richiamo di qualche Sirena, forse, non mi farà approdare ad altri lidi.


Articoli più letti di oggi

Incidente mortale in Valassina, arrestato il pirata della strada

L'autore del sinistro, invece che prestare soccorso, è scappato a piedi. Mentre era diretto verso la propria casa gli uomini della caserma di Muggiò lo hanno individuato e arrestato.   

Arcore: tre giorni di festa in Villa Borromeo d’Adda

Moltissime le attività e le iniziative in programma da sabato 19 a lunedì 21 settembre, il tutto in massima sicurezza e nel rispetto delle norme vigenti.

Monza capitale del buon vino: al via Monza Wine Experience

Fino a domenica protagonista in città la manifestazione che ha come protagonista il vino.

Il Comitato Maria Letizia Verga accende la Villa Reale di Monza

Il 21 settembre prende il via la campagna nazionale “Accendi d’oro, accendi la speranza” per sensibilizzare sull’oncoematologia pediatrica.

Coronavirus, i dati del 20 settembre in Lombardia/riepilogo. 211 i casi positivi

Si conferma il trend positivo dei guariti/dimessi (+134). Elevato il numero di tamponi effettuati (14.926). Sono 211 i casi positivi per una percentuale pari all'1,41%. Nessun contagio a Cremona.