11 dicembre 2018 Segnala una notizia
Anziana investita a Lissone. La protesta dei cittadini: "Incroci pericolosi e strade buie"

Anziana investita a Lissone. La protesta dei cittadini: “Incroci pericolosi e strade buie”

5 dicembre 2018

Scarsa illuminazione lungo le strade e alta velocità: queste le cause che, secondo i cittadini di Lissone, sono stati alla base degli incidenti in città. L’ultimo il 3 dicembre, in cui è stata coinvolta una 78enne, investita mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali in via Mameli.

La signora, soccorsa subito dalla donna al volante dell’auto che l’ha investita e poi dai sanitari del 118, è stata trasportata in codice verde all’ospedale San Gerardo di Monza, dove è stata tenuta in osservazione tutta la notte e dimessa nella mattinata di martedì 4 dicembre con una prognosi di 30 giorni per la frattura della clavicola e contusioni varie.

I CITTADINI: “STRADE PERICOLOSE”

Un epilogo positivo, ma la vicenda ha riaperto un dibattito molto sentito dai lissonesi: quella della sicurezza delle strade cittadine.

Dopo la pubblicazione su MBNews, l’articolo ha ricevuto una pioggia di commenti di cittadini che parlano di “strade poco illuminate“, incroci e strisce pedonali mal segnalati, “illuminazione delle vie che lascia molto a desiderare”, di auto che sfrecciato a velocità folle.

«Io abito dov’è successo l’accaduto – ha commentato A.M. – Il problema è che anche se ci sono le strisce non passi e di conseguenza ti devi buttare, per non parlare della velocità a cui vanno le macchine; sopratutto alla sera quando poi il semaforo è verde, qua si sfiorano i 100 km/h».  Dello stesso tenore M.F.: «Ma perché non mettere qualche lampione in più sulle strade di Lissone? Cavolo! Circolare la sera su certe strade è come giocare a Mosca cieca. Se poi le persone al buio ti attraversano la strada è un miracolo se non le metti sotto».

IL SINDACO: “CI STIAMO LAVORANDO”

Abbiamo così sottoposto la questione al sindaco Concettina Monguzzi, che ci ha assicurato che la questione è al vaglio della Giunta da un po’ e dovrebbe vedere una soluzione nei prossimi mesi. «Sono consapevole che l’illuminazione di Lissone debba essere rivista – ha commentato – Per questo abbiamo fatto valutare tutti i pali e a breve verrà indetta una gara: chi se la aggiudicherà cambierà l’illuminazione di tutta la città». Stando a quanto spiegato dal Primo cittadino, la gara potrebbe essere indetta nei primi mesi del nuovo anno, mentre per la sostituzione vera e propria delle luci ci vorrà più tempo, considerato che i corpi illuminanti sono quasi 5mila. Su questo il Primo Cittadino non ha saputo fornire una tempistica.

Per quanto riguarda lo specifico incrocio in cui si è verificato l’incidente, la situazione è al vaglio del comandante della Polizia Locale. «Nelle strade principali ci sono già dissuasori e rilevatori di velocità – ha concluso Monguzzi – In quella in effetti no. Ora il comandante valuterà la situazione e si deciderà se può essere fatto qualcosa per renderla più sicura».

(Articolo aggiornato il 6 dicembre ore 14.00)

 

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Eleonora D'Errico
Giornalista professionista, appassionata di scrittura, lettura e parole. Per me la vita è riassumibile in alcuni concetti basilari: posti da vedere, persone da conoscere, vite da scoprire e storie da raccontare. Amo la natura, le mie due gatte, le cose semplici e il profumo delle pagine dei libri vecchi. Sono una sognatrice e un’idealista, credo fermamente nel potere del giornalismo costruttivo e nella forza delle parole.


Articoli più letti di oggi

A Monza l’ultimo saluto al Mister Gigi Radice

Una commovente cerimonia si è svolta oggi a Monza. L'addio a un mito del calcio nazionale che ha allenato anche il nostro grande Monza.

Monza, in arrivo nuovo gruppo di migranti. Scoppia la polemica

Con la chiusura della struttura di accoglienza per richiedenti asilo di via Corelli, a Milano, sono attesi nella provincia 24 richiedenti asilo.

Grave incidente lungo la Valassina, traffico in tilt tra Briosco e Capriano

Schianto tra auto e furgone, feriti due ragazzi di 22 e 32 anni soccorsi in codice rosso. Code per chilometri in direzione Nord, rallentamenti anche lungo la carreggiata opposta

“Vengo e ti strappo la lingua”: minacce al consigliere Pd, Marco Lamperti

Solidarietà anche dai colleghi politici della Lega. Lui, Lamperti, ha denunciato. L'eventuale risarcimento verrà devoluto a alle associazioni pro rifugiati.

Desio: per un ospedale più sicuro e fruibile. Regione finanzia 7,5 milioni per la riqualifica

Parte la riqualificazione dell'ospedale di Desio per rendere l'azienda ospedaliera più fruibile e sicura