26 Luglio 2021 Segnala una notizia
Denuncia wwf: a Meda decine di micro discariche abusive

Denuncia wwf: a Meda decine di micro discariche abusive

13 Dicembre 2018

A documentare tutto con foto il consigliere regionale del WWF, nonché medese, Gianni Del Pero: legname, abiti, materassi e letti, calcinacci accumulati in diversi punti della città. Via Trieste, via Varese, Via Vignazzola, area ex Medaspan, svincolo della Milano – Meda … insomma, pare ce ne siano una decina. “Purtroppo la situazione è questa sia sopra, che anche sotto terra”. Questa la denuncia di Del Pero che definisce Meda, una città “ricca” di polveri sottili, diossina e rifiuti!

Segnalazioni che non vanno a buon fine: Meda come la Terra dei Fuochi?

Eppure, nel 2015, il comune di Meda aveva aderito al progetto Decoro Urbano, una sorta di collegamento 2.0 tra cittadini e Amministrazione che, attraverso una semplicissima App, potevano segnalare tutti i problemi riscontrati nel proprio comune: dalla buca in strada, agli atti vandalici fino, appunto, alla presenza abusiva di rifiuti. Un’applicazione evidentemente non utilizzata visto la presenza di circa una decina di discariche abusive a cielo aperto che nel tempo si sono andate a creare nei vari punti di Meda.

Secondo Gianni Del Pero, però, l’App Decoro Urbano non funziona adeguatamente: “E’ impossibile fare segnalazioni – commenta – o meglio, io non ci sono riuscito”. A lamentare della situazione di “degrado” in cui si trovano alcune zone della città, però, ci sono anche alcuni cittadini che fanno sapere, ad esempio: “Quest’estate facevo la tratta Carimate Meda a piedi, e sul tratto di strada (che dalla rotonda porta alle Diaz e Anna Frank ) una vera discarica – scrive una cittadina sul web –  da entrambe i lati della carreggiata dove inizia il verde , si potevano scorgere rifiuti di ogni genere e non solo ciò che uno può gettare dall’auto”. Ma quello che veramente preoccupa il consigliere regionale del WWF è quello che si trova sotto terra e la presenza di eternit: “ Già due anni fa avevamo fatto una segnalazione al sito decoro urbano , che non sembra più attivo ed era stata fatta una pulizia straordinaria – spiega – qualche anno prima avevamo segnalato un “mare” di rifiuti interrati, sempre lì e sempre lì sono rimasti – e conclude con una provocazione, certamente molto forte – uguale, uguale alla terra dei fuochi, anche se per fortuna lì non coltiviamo”.

Il Sindaco replica: “Paragone esagerato e poco rispettoso”

Sulla questione è intervenuto anche Luca Santambrogio che, ben consapevole delle situazione, fa sapere: “A Meda ci sono zone di abbandono di rifiuti, come in quasi tutti i comuni italiani perché, ahinoi, l’incivilità è comune a tutta la penisola – commenta – mentre la Terra dei Fuochi è una cosa ben più grave e trovo il paragone fatto esagerato e poco rispettoso.” Il Primo Cittadino medese ci tiene anche a fare chiarezza su Decoro Urbano e ci spiega: “L’App è funzionante ma fra qualche mese sarà abbandonata per passare ad una nuova modalità di segnalazione possibile grazie ad nuovo progetto di gestione del sito istituzionale con app e profilo sui social network”

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Melissa Ceccon
Laureata in Lingue e Letterature Straniere alla Cattolica di Milano. Mamma e moglie. Scrivo sempre e da sempre: nel 2008, il mio primo articolo di cronaca locale. Da allora, non ho più smesso. Sul web racconto anche di libri e di mamme. Nella mia borsa non mancano mai: un romanzo, una penna, un blocco per gli appunti e lo smartphone per catturare immagini e video delle notizie più interessanti.


Articoli più letti di oggi