27 Maggio 2019 Segnala una notizia
Comune riciclone: Seveso premiata grazie all'"odiato" sacco blu

Comune riciclone: Seveso premiata grazie all'”odiato” sacco blu

7 Dicembre 2018

Tutti si lamentano del sacco blu, lunga vita al sacco blu. Quando, verso la fine del 2014 e in seguito a una prima sperimentazione a Baruccana, il Comune di Seveso, in collaborazione con Gelsia, ha introdotto il sacco col chip per aumentare la percentuale di differenziazione dei rifiuti, non sono mancati i malumori. Obiezioni principali: costo, scomodità e timore di veder aumentare il quantitativo di rifiuti abbandonati, tutte motivazioni che sporadicamente compaiono ancora nel dibattito pubblico, e che sono state tra i temi principali della campagna elettorale per le amministrative del 2018. Non mancano infatti critiche e lamentele, soprattutto da parte di chi si trova a pagare più del previsto, come nel caso della polemica dello scorso anno legata a un supposto utilizzo scorretto dei sacchi blu.

Eppure è proprio grazie al sacco blu che Seveso ha ottenuto il riconoscimento di “Comune riciclone” durante l’Ecoforum di Legambiente Lombardia, unico tra gli enti serviti da Gelsia Ambiente e il migliore in provincia di Monza e Brianza per i comuni sopra i 20.000 abitanti, quarto in tutta la regione. Un risultato possibile grazie alla virtuosissima percentuale dell’84,30% di raccolta differenziata (a metà degli anni 90 era del 35%), con un residuo secco pari a 63,1 kg per abitante all’anno, consolidato dalla partecipazione al progetto europeo Waste4Think.

«Seveso è stato un comune pilota e così raccogliamo i frutti di un lavoro che ha visto collaborare proficuamente il Comune con il nostro Ufficio Ecologia e tutta la Comunità a cui va il mio sentito ringraziamento, perché ognuno ha fatto la sua parte con un profondo senso di responsabilità – ha affermato l’assessore all’Ambiente Natale Alampi -. Ogni cambiamento porta in sé delle criticità ma nessuno, o quasi, si è tirato indietro e i risultati presentati parlano chiaro. Oggi, anche con il nuovo contratto appena firmato con Gelsia Ambiente, abbiamo davanti nuovi obiettivi come quello dell’ulteriore riduzione della produzione di rifiuti con il conseguente contenimento dei costi. A Milano durante l’evento di Legambiente siamo stati più volte citati come esempio da seguire e questo deve rappresentare per noi uno stimolo a fare meglio, valutando anche le eventuali correzioni di rotta laddove stiamo riscontrando delle criticità, come nel caso delle modalità di applicazione della tariffa puntuale, perché il principio che la guida, “paghi per quello che getti”, rimane assolutamente valido ma non deve essere vissuto come un’ulteriore tassa da parte dei cittadini».

Alla vecchia amministrazione, però, non va giù che ora sia la nuova giunta a raccogliere i successi di una loro idea: il consigliere (ed ex sindaco) Paolo Butti si chiede polemico perché non sia arrivato nessun riconoscimento minimo di riconoscimento «a chi politicamente ha perseguito questo obiettivo proponendosi come comune primo sperimentatore del sacco blu». «Corretto che a ritirare il premio sia stato il nuovo assessore Natale Alampi, però sarebbe stato altrettanto corretto nominare chi ha portato Seveso a questo risultato: l’assessore Fabio Rivolta e l’amministrazione di centrosinistra – gli fa eco Roberto Fumagalli, ex consigliere Pd che da poco ha passato il testimone di segretario di sezione a Gigi Malerba -. Ma la politica è purtroppo questo: dare ogni colpa a chi ti ha preceduto e prendere invece ogni merito. Per fortuna i cittadini sono intelligenti e sanno di chi sono i meriti».

In foto, l’assessore Alampi (secondo da destra) con i membri dell’Ufficio Ecologia e il premio di Legambiente

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Giulia Santambrogio
Inseguo le storie sin da quando ero bambina: per farmele raccontare, per leggerle, e, ovviamente, per scriverle. Su MBNews, però, mi occupo di fatti.


Articoli più letti di oggi

Seggi chiusi. Ecco i dati di affluenza a Monza e Brianza alle ore 23

Il paese che registra l’affluenza più alta in Brianza per quanto riguarda sia le Europee che le Amministrative è Camparada con il (74,82% e 73,31%). 

Elezioni Europee 2019 ecco i risultati in Brianza: La Lega primo partito (41,52%)

In provincia di Monza e Brianza ha votato il 63,27% degli elettori.

L’azienda Lampre cerca dipendenti per diverse mansioni

Ecco tutte le posizioni aperte presso la prestigiosa azienda brianzola.

Elezioni amministrative ed europee: ecco i dati di afflunza alle ore 12 in Brianza

Oggi è il giorno del voto. Domenica 26 maggio seggi elettorali aperti per le elezioni amministrative ed europee 2019.

Risto Service inaugura la nuova sede ad Arcore, 80 nuovi posti di lavoro

Risto Service ha inaugurato la sua nuova seda ad Arcore con 80 nuovi posti di lavoro. Obiettivo, migliorare l'attività