25 Giugno 2019 Segnala una notizia
“Chi non fuma vince”, il fumetto che insegna ai giovani a star lontani dalle sigarette

“Chi non fuma vince”, il fumetto che insegna ai giovani a star lontani dalle sigarette

16 Dicembre 2018

Fumare fa male, molto male, ed è meglio imparare fin da piccoli a star lontani dal fumo, anche perché l’età in cui si comincia a tenere in bocca una sigaretta si abbassa sempre di più: quasi la metà dei 15enni dichiara di aver fumato almeno una volta. Per combattere questo vizio così dannoso ATS (Agenzia di Tutela della Salute) Brianza, all’interno del progetto “Accendi la salute”, ha realizzato il fumetto “Chi non fuma vince”, in collaborazione con l’associazione Cancro Primo Aiuto, presentato ufficialmente mercoledì 12 dicembre. Stampato in 15.000 copie, verrà distribuito agli alunni e alle alunne delle classi quinte delle scuole primarie delle province di Lecco e di Monza e ai loro insegnanti.

I dati sono di quelli allucinanti. In Italia le persone che muoiono per malattie correlate al fumo sono tra le 70 e le 80 mila. Il fumo è la prima causa di morte. Per la sanità la sanità italiana curare i malati di fumo significa un costo di 6 miliardi di euro. I costi indiretti rappresentano 26 miliardi, eppure il guadagni dalla vendita di tabacco non supera i 13 miliardi. Insomma, un bilancio negativo per lo Stato che comunque si oppone ad una maggiore tassazione, lasciando all’Italia uno dei costi più bassi sulla vendita delle bionde. Fino all’anno scorso il numero di persone che fumano era sempre stato in calo, quest’anno il trend è in leggero rialzo e si attesta intorno al 22,5%. Di questi il 12,5% fuma a casa facendo subire ai minori il fumo passivo. Ma non solo, perchè il 10% dei fumatori lo è già regolarmente prima di diventare maggiorenni. E per quanto riguarda le nuove sigarette elettroniche, non si può dire abbiano risolto il problema, perchè il 67% dei fumatori è duale.

E così l’iniziativa dell’Ats e di Cancro Primo Aiuto. “Abbiamo pensato a un fumetto per aiutare i ragazzi a capire, attraverso un racconto semplice, l’importanza di dire “no” al tabacco preferendo una vita sana – commenta il direttore generale di ATS Brianza, Massimo Giupponi – Tramite la storia di Luca, un ragazzo come tanti, e una partita di calcio dall’esito non scontato, vogliamo trasmettere il messaggio che solo chi sceglie di non fumare vince la partita”.

“Il fumo è da sempre una delle modalità con cui sentirsi grandi e con cui rapportarsi ai coetanei per affermare la propria personalità, senza comprendere appieno la negatività di una simile scelta – aggiunge Silvano Lopez, direttore sanitario di ATS Brianza – Sensibilizzare precocemente attraverso un fumetto una fascia di età particolare come quella di chi frequenta l’ultimo anno delle primarie permette di giocare d’anticipo con la prevenzione. Proprio in questi giorni il servizio sanitario nazionale compie 40 anni: per far sì che continui a essere universalistico con risorse sempre più ridotte è essenziale lavorare sulla prevenzione per stare nei costi”.

“Cancro Primo Aiuto si rivolge agli ammalati e alle loro cure – evidenzia l’amministratore delegato dell’associazione Flavio Ferrari – Ma abbiamo contributo a questo progetto perché i numeri del tabagismo tra i più giovani sono davvero preoccupanti e la prevenzione è la miglior strategia contro il cancro”.

I testi di “Chi non fuma vince” sono di Giuseppe Pozzi, responsabile comunicazione di Cancro Primo Aiuto e del gruppo Netweek che ha curato l’edizione, scritti in collaborazione con le dirigenti di ATS Brianza Manuela Franchetti (Gestione e Sviluppo Programmi Intersettoriali) e Stefania Bolis (Innovazione Strategica), mentre i disegni sono stati realizzati da Overbi.

Alla conferenza stampa erano presenti il dottor Silvano Lopez, direttore sanitario di ATS Brianza, il dottor Biagio Tinghino dell’ASST di Vimercate in rappresentanza delle ASST (oltre a Vimercate, anche Lecco e Monza) che hanno partecipato al progetto, Giuseppe Pozzi per Cancro Primo Aiuto, Manuela Franchetti e Stefania Bolis di ATS Brianza che hanno collaborato alla stesura dei testi, i rappresentanti di due aziende partner di Cancro Primo Aiuto che hanno sostenuto l’iniziativa, Cosimo Scaglione dell’Ufficio scolastico provinciale di Monza, Giada Spizzirri referente di setting ambienti sanitari e sociosanitari in cui rientrano le azioni sul tabagismo per ATS Brianza e Stefania Abbiati, sempre di ATS Brianza, che ha predisposto i questionari che verranno distribuiti ad alunni e insegnanti per avere un primo riscontro sulla validità di affrontare precocemente il tema della prevenzione rispetto al tabagismo e per predisporre ulteriori azioni.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate il 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi

Monza Resegone 2019: ecco le foto della partenza [e la classifica]

Si è conclusa la 59^edizione della Monza Resegone, sale sul podio l'Atletica Desio

Ronco Briantino, crisi Frigel: gli scenari per i lavoratori

Dopo la procedura di licenziamento collettivo ai lavoratori della Frigel di Ronco, l'azienda ha aperto gli scenari alternativi ai lavoratori.

Miss Giussano sotto le stelle: chi sarà la più bella della Brianza?

Il conto alla rovescia è cominciato: appuntamento sabato 29 giugno in piazza San Giacomo.

L’Arengario è d’oro: Monza premia “persone eccezionali nella loro normalità”

In occasione di San Giovanni, patrona di Monza, il primo cittadino premia i cittadini benemeriti

Incidente a Monza, auto si ribalta in Viale Delle Industrie

Una Smart si è scontrata con un altro veicolo fuori dalla rotatoria all’incrocio tra Via Stucchi e Via Salvadori, prima di finire ruote all'aria