Quantcast
Monza, viale Lombardia: il Comitato Boscherona approva le modifiche del Comune - MBNews
Attualità

Monza, viale Lombardia: il Comitato Boscherona approva le modifiche del Comune

I residenti della zona si mostrano d'accordo con la nuova rotonda di via Stradella, i tratti ciclo-pedonali e l'aumento dei parcheggi. Entro l'anno il progetto in Giunta. Lavori previsti in primavera.

monza viale lombardia tratto abbandonato 03 mb

Potrebbe essere un gradito regalo di Natale per i residenti della Boscherona, il quartiere che è una sorta di porta d’ingresso privilegiata a Monza per chi proviene da Milano. E, nella migliore delle ipotesi, potrebbe costituire un buon auspicio per l’ormai prossimo 2019 di tutto il capoluogo della Brianza.

La bozza del progetto per la riqualificazione di viale Lombardia tra piazzale Virgilio e la rotonda della Statale 36, in un tratto da tempo abbandonato a se stesso tra prostituzione e poca manutenzione (leggi l’articolo), diventerà una realtà definita entro la fine di quest’anno. Quando la proposta messa a punto dal Comune di Monza sarà approvata in Giunta.

E, così, potrebbero vedere luce la rotonda a fagiolo all’altezza di via Stradella, al posto di quella sfasciata dal passaggio di Tir non autorizzati, i nuovi passaggi ciclo-pedonali, la creazione di nuovi parcheggi e le postazioni per il rilevamento della velocità all’uscita del tunnel di viale Lombardia. Ad assicurarlo è l’assessore comunale alla Sicurezza, Mobilità, Viabilità e Polizia locale, Federico Arena. Che, però, non nega qualche riserva sui tempi di realizzazione degli interventi previsti.

“Nelle nostre intenzioni vorremmo iniziare i lavori la prossima primavera, ma di certo per il momento c’è solo l’arrivo del progetto in Giunta entro la fine del 2018 – afferma – poi partirà la trafila del bando e della gara d’appalto, su cui non è possibile avere scadenze precise a priori”. La bozza del progetto di riqualificazione di un tratto di viale Lombardia, frutto di un ripetuto confronto tra Comune di Monza e i residenti della Boscherona, contiene molte delle richieste fatte dalla maggioranza dei cittadini della zona interessata.

“Pensiamo che le soluzioni trovate, sia di viabilità che architettoniche, siano quanto di meglio si potesse fare avendo tenuto conto, il più possibile, dei suggerimenti ricevuti dai cittadini , in occasione della precedente riunione sull’argomento – afferma il Comitato dei residenti – la viabilità dovrebbe essere più fluida e sicura grazie anche al completamento/modifica e aggiunta di nuovi tratti di piste ciclabili,  alla nuova rotonda che sostituirà quella piccola di fronte ingresso via della Stradella, ai nuovi sparti-traffico piantumati, al posto dei new jersey, anche tra le diversi immissioni in quel tratto di viale Lombardia, ai nuovi attraversamenti pedonali e ciclabili e alla distribuzione, sul viale, di ulteriori nuovi parcheggi”.

“Questi ultimi- continua – saranno utili ai numerosi  fruitori del campo sportivo e di tutte le attività commerciali di zona, evitando i parcheggi ‘selvaggi’ che hanno sempre intasato le vie adiacenti talune ancora prive sia di parcheggi ufficiali per i residenti, marciapiede ed illuminazione adeguata”.

L’unità di intenti tra amministrazione e cittadini della Boscherona, insomma, sembra essere quasi totale. Anzi, forse no. Perché una decina di residenti del civico 11 di viale Lombardia, in realtà, non hanno mancato di far sentire il loro disappunto sul previsto aumento di parcheggi proprio sotto il loro condominio. Motivo? Il paventato rischio, secondo la loro opinione, che creare aree di sosta, con la conseguente più facile presenza di persone, possa favorire il disturbo della quiete pubblica e la prostituzione. Su questo punto i giochi, comunque, non sembrano ancora chiusi.

In ogni caso, a questo punto, le aspettative dei cittadini di questo quartiere a nord di Monza, a due passi dalla Villa Reale, sono alte. Anche perché sono recentissime altre novità che il Comune ha introdotto alla Boscherona. In particolare per la viabilità. Con Via Tagliamento trasformata in senso unico (clicca qui) e l’installazione, durante l’estate, su questa stessa strada e in via Stradella di dossi per rallentare la velocità (ecco l’approfondimento). “Speriamo che, oltre al nuovo aspetto e assetto di Viale Lombardia, ci sia anche il restyling  completo di tutte le vie limitrofe – spiega il Comitato di residenti – affinché tutta l’area diventi invitante, piacevole, sicura  e decorosa, sia per chi ci vive che per chi, di passaggio, voglia godere una defilata tranquillità nel verde”.

Probabilmente, come spesso accade in questi casi, il passaggio dalle parole ai fatti sarà anche una questione di soldi a disposizione. Chissà che non si possa pescare copiosamente anche dai circa 15 milioni di euro assegnati al settore mobilità, viabilità e reti nell’ultimo Piano delle Opere 2019-2021. (Schema triennale)

“Ci auguriamo che nulla, di burocratico o meno, venga a ritardare o impedire la realizzazione del progetto – conclude il Comitato – troppe promesse abbiamo ascoltato e troppi anni abbiamo atteso”