19 Giugno 2019 Segnala una notizia
Maratona di NY. Monza Marathon Team da favola: padre e figlio al traguardo insieme

Maratona di NY. Monza Marathon Team da favola: padre e figlio al traguardo insieme

6 Novembre 2018

Passo dopo passo. Chilometro dopo chilometro hanno percorso domenica tutti i 42 chilometri della Maratona di New York, la più famosa al mondo. Andrea Galbiati, presidente del Monza Marathon Team, e suo figlio Edoardo hanno compiuto l’impresa insieme. Grande gioia al traguardo arrivato dopo 4h50′. Un successo mai scontato quello in maratona, sopratutto quando si parla di quella di NY, che ha un percorso piuttosto nervoso.

Edoardo neofita della corsa ha deciso di accettare la proposta del padre, maratoneta ormai di una certa esperienza e che negli ultimi anni si è dedicato con successo anche al triathlon. Solo 80 gli under venti alla partenza a NY, tra i quali proprio Edoardo.
Un’emozione che si sono regalati, insieme ad un nutrito gruppo di atleti biancorossi. Tutti hanno corso con la speciale maglia che riporta oltre ai loghi societari anche quelli della Reggia di Monza. La società podistica sta raccogliendo dei fondi per restaurare un’opera che in primavera verrà presto esposta al pubblico.

 

Con loro un nutrito gruppo di runners brianzoli, tra i quali Ruggero Zecca (3h,40″), Roberto de Nicola, Luca Castellani, Gustavo Baratta, Elena Massironi, Fabio Badoni, Antonio Scognamiglio, Andrea Frigerio, Alessandra Alari, Federico Pippo, nicola Fierro, Stefano Bravo, Alessandro Melli, Oscar Damiani, Felice Valente, Maria Roselli, Fabio Solighetto, Nicola Griggio e Nicoletta Cesolari.

Infine da menzionare a parte la prestazione di Luca Pancirolli, che con questa edizione ha concluso la sua 14° Maratona di NY. Ormai un vero affezionato della Grande Mela.

Per la cronaca si ricorda che questa maratona di New York in campo maschile è stata vinta dall’etiope Lelisa Desisa col il tempo di 2 ore 05′ 59″. Alle sue spalle, dopo un testa a testa mozzafiato, il connazionale Tola Shura Kitata, secondo in 2 ore 06′ 01″. Solo terzo invece il grande favorito della vigilia, il keniano Geoffrey Kamworor, in 2 ore 06′ 26″. Tra le donne ha vinto la keniana Mary Keitany. Bene gli italiani che si son imposti nei podi di categoria.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Matteo Riccardo Speziali
Chi sono? Matteo Riccardo Speziali, una vita nel cercare di scoprirlo (chi sono) e nel frattempo il raccontare fatti, il ricercare notizie mi tengono molto occupato. Scrivo da sempre e nel 2008 sono tra i soci fondatori di MB News che dirigo. Quando non scrivo (e non dirigo),mi piace leggere, soprattutto gialli, mi piace cucinare (e mangiare) e mi piace correre. Se avete qualche bella storia da raccontarmi o se volete denunciare un fatto chiamatemi 039361411


Articoli più letti di oggi

Sesso in cambio di denaro: prete ricattato da tre brianzoli. Arrestati

Un 23enne di Bernareggio, una coetanea di Seregno e un 29enne di Ronco sono accusati di avergli estorto più di 6mila euro

Metro a Monza, l’annuncio del sindaco Allevi “Entro luglio a Roma per la firma”

Il borgomastro non ha dubbi: "Siamo molto vicino a chiudere. Per scongiurare ogni imprevisto ci siamo dati una deadline per la firma a Roma, ovvero entro il mese di luglio".

Monza, un residente: “Basta spaccio al ‘Parco 80’, situazione insostenibile”

Una segnalazione anonima arrivata alla redazione di Mbnews ci descrive una situazione che sta degenerando nella piazza di Parco 80 a causa del consumo di droghe leggere.

Parco 80 Monza

Monza, in mille alla “Cena in bianco”. Oltre 15mila persone per la nostra diretta live

Il 29 giugno si terrà la prima edizione della manifestazione a Cinisello Balsamo.

Sopralluogo ATP a Monza: “Struttura super”. Per i campi arriva l’esperto australiano

Una verifica che a Monza, in vista del progetto dell'Atp 250 'Monza Open 2020', non poteva andare meglio.