14 dicembre 2018 Segnala una notizia
'Un nuovo volo su Solaris': la mostra approda in Villa Reale di Monza

‘Un nuovo volo su Solaris’: la mostra approda in Villa Reale di Monza

13 ottobre 2018

Sarà l’elegante Orangerie della Reggia di Monza a ospitare, dal 13 ottobre, il ‘Nuovo Volo su Solaris. Nuova Traiettoria’, mostra che si propone come evoluzione del primo progetto internazionale del Museo AZ, ‘Un nuovo volo su Solaris’, allestito a Firenze presso la Fondazione Zeffirelli e conclusioni lo scorso settembre.

E’ un progetto ambizioso quello che ci si trova dinanzi una volta varcata la soglia dell’Orangerie. A lasciare subito senza fiato è l’istallazione futuristica che fa da substrato alla mostra: un imponente tunnel al centro del quale si trova un maxi schermo che ripropone frammenti di video, trasmettendo a pieno l’idea della dinamicità dell’opera nel suo insieme. Ai lati, dipinti, foto, sculture, video, tutte prodotte da artisti non convenzionali per la Russia della seconda metà del Novecento. ‘Artisti che hanno trovato la libertà nell’arte, contrapponendo il talento al sistema – spiega Natalia Opaleva, Direttore generale del Museo AZ – Nessuno di  loro si sarebbe mai aspettato di ritrovare i propri lavori in una villa reale italiana”.

‘Il nuovo volo su Solaris. Nuova traiettoria’,  è un connubio ben riuscito tra il capolavoro del grande regista russo Andrej Tarkovskij e selezionate opere pittoriche, grafiche e scultoree di alcuni artisti anticonformisti russi provenienti dalla collezione del Museo AZ e dalla collezione privata di Natalia Opaleva.

Il Museo AZ ha avuto l’ardire di intrecciare a doppio filo le arti figurative nate dal genio creativo degli artisti del Rinascimento Sovietico con quelle cinematografiche dei grandi registi del cinema dell’epoca. Il risultato mette a tacere chiunque si fosse posto la domanda se i due mondi potessero in qualche modo collimare. Nel ‘Nuovo volo di Solaris. Nuova Traiettoria’, il cinema, la pittura e la scultura si sono amalgamate così a fondo da essere irriconoscibili singolarmente.

“‘Un nuovo volo su Solaris’ – spiega Polina Lobačevskaja, autore e curatore del progetto – costituisce il culmine della trilogia di esposizioni le cui prime due parti, ispirate rispettivamente ai film di Tarkovskij Stalker e Andrej Rublev, sono state presentate nel Museo AZ di Mosca nel 2016 e nel 2017. Grazie a Zeffirelli e Addis, il progetto ha trovato nuove ali per volare lontano’.

 

I numeri della mostra ‘Un nuovo volo su Solaris’

 

I numeri della mostra ‘Un nuovo volo su Solaris. Nuova Traiettoria’ sono di tutto rispetto: 32 le opere d’arte e 4 le sculture di selezionati artisti russi anticonformisti della seconda metà del Novecento: Anatolij Zverev, Francisco Infante, Dmitrij Plavinskij, Dmitrij Krasnopevcev, Vladimir Jankilevskij, Vladimir Jakovlev, Lidija Masterkova, Petr Belenok, Ulo Sooster, Vladimir Nemuchin, Oleg Celkov, Ernst Neizvestnyj. 22 gli schermi per la proiezione di materiale esclusivo riguardante l’opera di Andrej Tarkovskij. 2 i contributors: Assolombarda e Confartgianato. Uno, il museo AZ di Mosca, curatore e finanziatore di tutti gli allestimenti.

 

Orari e costi della mostra ‘Un nuovo volo su Solaris’

Periodo: 

Dal 13/10/2018 al 31/12/2018

Orari:
Da martedì a venerdì 10:00 – 19:00
Sabato, domenica e festivi 10:00 – 19:30
Lunedì chiuso

Tariffa di ingresso:
Intero: 8,00 €
Ridotto: 6,00 €
Gratuito: minori di 6 anni, disabili e un accompagnatore

Curiosità sull’Orangerie della Villa Reale

L’Orangerie era la serra riscaldata della Villa Reale, dove venivano coltivati già alla fine del ‘700, tabacco, cioccolato e caffè. Qui comparve anche l’ananas monstruous, noto per le sue enormi dimensioni. L’Orangerie veniva impiegata anche come luogo di svago: qui, i nobili, venivano a sorseggiare tè e caffè.

 

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Beatrice Elerdini
Giornalista per passione e professione, mi occupo ogni giorno di cronaca nera, politica, attualità, economia e musica. Amo viaggiare, per scoprire luoghi il più possibile sperduti e puri, sono attratta dalle macerie, perché è da lì che nascono le cose migliori. Adoro scorgere la verità in fondo agli occhi delle persone, trovare le loro cicatrici, gli amori, le delusioni e i riscatti. Tutto ciò che appare, ma anche ciò che non si vede è materia preziosa da raccontare. 'Scrivo da sempre e per sempre'. Sono profondamente empatica come ogni scrittore e giornalista deve essere e la mia vita non è che un vano riflesso di quella di tutti gli altri, che nelle parole, nude e crude, scorre impetuosa su un foglio vergine. Volete conoscermi meglio? Cercatemi sul web con nome e cognome!


Articoli più letti di oggi

“Vimercate ha una nuova stella in cielo”: addio al 16enne Matteo Campus

Il giovane calciatore, cresciuto nella DI.PO. Calcio, si è spento giovedì 13 dicembre dopo una lunga malattia. I funerali sabato 15 dicembre alle 15 nel Santuario della Beata Vergine del Rosario

Brugherio, sedicenne scomparso da una settimana: numerose le segnalazioni

Il ragazzo di 16 anni non fa ritorno a casa da giovedì 6 dicembre.

Di Maio annuncia la “legge Bramini” per gli imprenditori

L'imprenditore monzese che ha lottato per la sua casa dopo il fallimento vede realizzato il suo sogno.

Monza, ponte chiuso: arrivano i primi licenziamenti e (forse) gli sgravi fiscali

A gennaio L'Ar. Te del Grano perderà un dipendente a causa della riduzione del 50% del fatturato rispetto allo scorso anno.

I Club credono nel Monza di Berlusconi e crescono. Intervista a Colombo

Il Monza Club Angelo Scotti inizia a gettare i “semi” per far crescere un “campo” di luoghi di ritrovo di tifosi del Monza 1912 di calcio e dell’HRC Monza di hockey su pista.