22 Settembre 2021 Segnala una notizia
Olivettando, il ristorante didattico di Monza, riapre con Pizzaut

Olivettando, il ristorante didattico di Monza, riapre con Pizzaut

19 Ottobre 2018

Al via la nuova stagione di Olivettando, il ristorante didattico gestito dagli studenti dell’istituto professionale di Monza. L’appuntamento è sempre in via Lecco n.12, ma quest’anno si riparte con un’interessante novità: gli alunni dell’Olivetti hanno cucinato insieme ai ragazzi di Pizzaut, un progetto ambizioso di inclusione che si pone l’obiettivo di aprire un ristorante gestito da giovani affetti da autismo, affiancati da professionisti della ristorazione e della riabilitazione.

Quella di ieri, 17 ottobre, non è stata un’inaugurazione ordinaria, bensì la dimostrazione concreta di quanto volontà e progettualità possano portare lontano. I ragazzi dell’istituto alberghiero e i giovani entusiasti di Pizzaut, collaborando insieme nelle cucine didattiche dell’Olivetti di Monza, non hanno nutrito soltanto gli ospiti presenti, ma anche simbolicamente il concetto di ‘inclusione’.

Il Progetto Olivettando

 

‘Olivettando nasce come iniziativa no profit, è un progetto formativo – ha spiegato il Dirigente Scolastico, Renata Cumino – che si pone l’obiettivo di offrire ai ragazzi dell’istituto alberghiero l’opportunità di avvicinarsi concretamente al mondo del lavoro. Qui non facciamo simulazioni, i ragazzi vengono messi alla prova con veri clienti’. 

La mission di quest’anno è promuovere e creare nuove sinergie col territorio e le sue realtà. Proprio per questo la nuova stagione è partita con la collaborazione di Pizzaut: il 50% del ricavato verrà devoluto a questo progetto speciale.

‘Nel corso dell’anno daremo spazio anche ad altre realtà locali’, ha aggiunto la prof.ssa Cumino, la quale ha rivelato che è già in cantiere la collaborazione con una caffetteria di Villasanta.

Olivettando è un ristorante speciale anche dal punto di vista dei menù che vengono proposti. La prima settimana si partirà con un tema caro al nostro territorio: ‘Manzoni e il lago di Como’.

Il Progetto Pizzaut

 

Pizzaut è un progetto unico nel suo genere: ‘Non esiste niente di simile in Italia e in tutta Europa. Avrete sicuramente sentito parlare di ristoranti gestiti da disabili, ma nessuno è mai stato affidato a dei ragazzi affetti da autismo. E’ una patologia poco conosciuta – spiega Nico Acampora, fondatore del progetto – e che per questo fa ancora paura. L’idea è nata dalla mia famiglia. Io ho un figlio di 10 anni affetto da autismo. Un giorno, mentre io e mia moglie stavamo preparando le solite 20 pizze da gustare con gli amici, abbiamo provato a farci aiutare dal nostro piccolo. Allora aveva 8 anni. Lui è stato capace di impastare e la  soddisfazione è stata chiaramente visibile sul suo volto. E’ così che ho pensato: perché non aprire una pizzeria gestita da ragazzi autistici?!’.

Pizzaut, attualmente è itinerante: ‘Stiamo girando l’Italia per far conoscere il nostro progetto. Abbiamo organizzato serate in ristoranti della zona, nelle Marche, in Sicilia e abbiamo numerosi inviti aperti’, ha aggiunto Acampora.

I ragazzi di Pizzaut sono così speciali, che uno di loro, Alessandro, è arrivato 30esimo su 700 partecipanti al concorso internazionale della Pizza, tenutosi a Parma.

La storia di Giada

Il team di Pizzaut è quasi tutto al maschile, la quota rosa è rappresentata da Giada, una ragazzina affetta da autismo, che a soli 17 anni ha già scritto un libro. ‘Miao, la mia vita a 4 ops su 2 zampe!’, edito da ‘La vita Felice’, racconta la vita di Giada da quando, a 4 mesi, è stata adottata in Vietnam. Dalle sue parole trapela nitidamente tanta caparbietà. Lei ha già le idee chiare anche sul suo futuro: ‘Ho intenzione di andare all’Università’.

L’inclusione è una sfida che passa attraverso il coraggio, il gusto e il lavorare insieme. Olivettando e Pizzaut sono la prova che tutto ciò è possibile.

Aperture Olivettando

 

Olivettando, Via Lecco n.12 Monza – Apertura bisettimanale

Mercoledì: dalle ore 20.00 alle 21.45 (dal 17 ottobre) – Costo della cena: 25,00 euro

Prenotazioni: entro martedì dalle ore 8.30 alle ore 13.30 al numero 039 324627

Giovedì:  dalle ore 12.30 alle 13.45 (dal 18 ottobre) – Costo del pasto: 13,00 euro

Prenotazioni: entro mercoledì dalle ore 8.30 alle ore 13.30 al numero 039 324627

 

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Beatrice Elerdini
Giornalista per passione e professione, mi occupo ogni giorno di cronaca nera, politica, attualità, economia e musica. Amo viaggiare, per scoprire luoghi il più possibile sperduti e puri, sono attratta dalle macerie, perché è da lì che nascono le cose migliori. Adoro scorgere la verità in fondo agli occhi delle persone, trovare le loro cicatrici, gli amori, le delusioni e i riscatti. Tutto ciò che appare, ma anche ciò che non si vede è materia preziosa da raccontare. 'Scrivo da sempre e per sempre'. Sono profondamente empatica come ogni scrittore e giornalista deve essere e la mia vita non è che un vano riflesso di quella di tutti gli altri, che nelle parole, nude e crude, scorre impetuosa su un foglio vergine. Volete conoscermi meglio? Cercatemi sul web con nome e cognome!


Articoli più letti di oggi