23 Luglio 2019 Segnala una notizia
“Trofeo Monza Corre 2018” trionfa il Monza Marathon Team

“Trofeo Monza Corre 2018” trionfa il Monza Marathon Team

25 Ottobre 2018

Sbanca al Trofeo Monza Corre il Monza Marathon Team e, a sorpresa raccoglie i fondi per restaurare un’opera che rappresenta la Villa Reale. Un colpo di scena durante la tradizionale premiazione che ha stupito tutti i presenti.

Prima c’è stata l’assegnazione del Trofeo. Il sindaco Dario Allevi e l’assessore allo Sport Andrea Arbizzoni, alla presenza di Luigi Viganò, rappresentante di FIDAL Lombardia, hanno conferito ieri il Trofeo Monza Corre, giunto alla 5° edizione: vincitore assoluto è risultato il Monza Marathon Team, l’associazione sportiva dilettantistica che ha totalizzato complessivamente 915 punti. Ha ritirato il premio il Presidente Andrea Galbiati.

Ricordiamo che il Trofeo “Monza Corre” viene assegnato annualmente alla società sportiva i cui atleti hanno partecipato, in una singola stagione, alle seguenti 4 manifestazioni podistiche che si disputano tra maggio e settembre:10K – gara individuale di km. 10, Monza-Montevecchia – gara a coppie di km. 32,5, Monza-Resegone – gara a terne di km. 42, Mezza di Monza – gara individuale di km. 21,097. Come da regolamento, nel mese di aprile dell’anno successivo lo stesso premio viene rimesso in palio. Oltre al Trofeo, alla società vincitrice vengono consegnati 30 scudetti applicabili alle maglie sociali, con la riproduzione del logo “Monza Corre”.

Gli altri premi. Gli altri tre premi previsti dal regolamento sono stati assegnati a:

IL PREMIO INDIVIDUALE FEMMINILE ALL’ATLETA PIU’ VELOCE a: COLNAGHI ALESSIA – Associazione Liberi Sportivi di Cremella

Il PREMIO INDIVIDUALE MASCHILE PER L’ATLETA PIU’ VELOCE a: GANDINI ANDREA – Associazione Sportiva Dilettantistica Monza Marathon Team

PREMIO PER LA SOCIETA’ PIU’ NUMEROSA a:
Associazione Sportiva Dilettantistica Monza Marathon Team

La sorpresa

 

Al termine della premiazione il sindaco Allevi ha annunciato che il Monza Marathon Team, da sempre impegnato nel found raising in campo sociale, quest’anno destinerà al Consorzio Reggia di Monza i fondi necessari per restaurare un’opera d’arte. Si tratta di una tela ottocentesca che riproduce la Villa Reale di Monza attualmente custodita al Museo di Capodimonte, attribuita a Clelia Grafigna.

Dopo i lavori di restauro – nell’ambito della collaborazione avviata tra la nostra Reggia e il museo partenopeo – la tela sarà esposta a Monza nella primavera 2019.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Redazione
La redazione di MB News è composta da giornalisti professionisti e pubblicisti. Il direttore è Matteo Speziali col quale ogni giorno chi collabora con il giornale si confronta per offrire a voi lettori un giornale di giorno in giorno più interessante e più vicino a voi. Se avete qualche bella storia da raccontarci o se volete denunciare un fatto chiamate il 039361411 oppure scrivete a redazione@mbnews.it .


Articoli più letti di oggi

Derubato a bordo del treno per Lecco, insegue il ladro e lo fa arrestare

Gli agenti della Polfer hanno fermato il ladro in piazza Castello, trovandolo in possesso di 66 grammi di marijuana

Chiama i suoceri, poi si mette alla guida ubriaco: “Vado ad ammazzare vostra figlia”

A dare l'allarme i genitori della donna. Il 56enne, residente in Brianza, è stato fermato con una concentrazione di alcol sei volte oltre il limite

Monza, neopatentato causa tamponamento a catena in via della Giardina

Nessun ferito ma tanti i danni causati dall'incidente

Tuffo in piscina alle 5 del mattino: ragazzini scoperti e affidati ai genitori

Beccati dal personale addetto alla sicurezza del centro sportivo, che ha dato l'allarme. Non è stata presentata nessuna querela

La Giovanardi Spa festeggia 100 anni sfidando 10 artisti

In occasione dei cento anni della fondazione (1919-2019), Massimo Giovanardi e suo cugino Vittorio hanno deciso di far intraprendere all'azienda di famiglia una sfida singolare.