Quantcast
Enpa Monza: Ecco i premiati del concorso "Cane Fantasia 2018" - MBNews

Enpa Monza: Ecco i premiati del concorso “Cane Fantasia 2018”

La bella giornata ha invogliato gli amanti degli animali a partecipare numerosi, tanta gente è arrivata con o senza animali al seguito desiderosa di conoscere tutta la variegata fauna presente nel parco rifugio di via San Damiano.

cane-fantasia-2018-premiati-gran-gross

A dispetto delle previsioni che fino all’ultimo ci hanno tenuto con il fiato sospeso, la 43° edizione della Benedizione degli Animali, la manifestazione più importante organizzata domenica 7 ottobre dall’ENPA di Monza e Brianza, si è svolta sotto un caldo sole degno di una domenica di piena estate.

La bella giornata ha invogliato gli amanti degli animali a partecipare numerosi, tanta gente è arrivata con o senza animali al seguito desiderosa di conoscere tutta la variegata fauna presente nel parco rifugio di via San Damiano che, come ben sappiamo, ospita non solo cani e gatti ma anche conigli, cavalli, pony, capre, tartarughe, cavie, galline, oche e persino un maialino vietnamita!

Dopo che il presidente dell’ENPA, Giorgio Riva, ha aperto ufficialmente la manifestazione, decine di palloncini, rigorosamente biodegradabili, hanno colorato di blu il cielo accompagnati dai teneri pensierini scritti dai più piccoli e finalmente si è arrivati al clou della giornata, il tradizionale concorso Cane Fantasia.

Come da copione prima della competizione vera e propria – quasi 80 i cani iscritti – hanno sfilato numerosi cani ospiti della nostra struttura in cerca di adozione e uno di loro ha anche sfilato in rappresentanza di ciascuna categoria in gara: Tiger per la categoria Maltrainsema, Butch per quella dei Gran gros e ciula, Saio per i Tufinel, Cherry per i Burlunent, Vulcano per gli Oregiatt e Mira per la categoria Bell e truvatell.

Prima della premiazione hanno fatto la loro apparizione due graditi e attesissimi ospiti di cui tanto si è parlato in questo periodo: Narco della X Mas, il pastore tedesco in forza alla Polizia di Monza come cane antidroga, balzato agli onori della cronaca per il nome controverso dell’allevamento da cui proviene, e la piccola Cherry, la chihuahua rubata due anni fa a Camparada (MB) e miracolosamente tornata in famiglia. Narco era accompagnato dalla sua conduttrice, l’agente Erika Sala, e dall’assessore alla sicurezza Federico Arena.

CANE FANTASIA 2018: PARATA DEI CAMPIONI

Ecco i nomi dei cani, con quelli dei loro proprietari, che si sono classificati ai primi tre posti per ciascuna categoria. Tutti i premiati hanno ricevuto un bellissimo cesto stracolmo di giochi e golosità e i primi classificati in ciascuna delle sei categorie hanno ricevuto una bellissima medaglia.

El Maltrainsema – il cane più “fantasia”

1° premio: Nerone e Zack (13 e 15 anni rispettivamente, adottati al canile di Monza) di Marco Giordani. Nerone è sopravvissuto al canile lager di Trani (BT) prima di conoscere la loro nuova famiglia al nostro rifugio. Anche Zack arriva dal canile di Monza dove sembrava che non lo volesse nessuno, invece “ha trovato una mamma e un papà”.

2° premio: Splinn (12 anni, adottato al canile di Milano) di Milo Tafuni. Sequestrato in un campo nomadi, è un cane che mangia davvero tutto!

3° premio: Aslan (6 mesi, regalato) di Eleonora Tartaglia. Questo simpatico cane da pastore adora il frisbee, non sta mai fermo e gli piace un sacco abbaiare!

Gran Gros e Ciula – il cane più grosso e simpaticone

1° premio: Alvin (7 anni, adottato presso l’ENPA di Reggio Calabria), di Riccardo Biagio. Questo intelligentissimo incrocio di maremmano ogni sera porta il pigiama al suo padrone!

2° premio: Arya (6 mesi, adottata al canile di Monza) di Ginevra Conte. Leggendo il suo variegato “curriculum” si scopre che ripulisce i boschi perché porta a casa tanti legni, bacia tutti ed è una scavatrice nata!

3° premio: Paco (10 anni, adottato al rifugio di Raffo di Uboldo (VA) gestito dall’associazione Una Luce Fuori dal Lager) di Marco Giordani che lo ha adottato quando aveva già 9 anni perché era un classico incompreso e  nessuno lo voleva.

El Tufinel – il cane più piccolo e vispo

1° premio: Asia (3 anni, adottata al canile di Gaeta (LT)), di Alessio Ferrara. Una cagnolina un po’ paurosa che convive con tre mici, tutti trovatelli.

2° premio: Raiden (appena 2 mesi e mezzo, trovato quest’estate in autostrada in Sardegna), di Barbara Arosio. La sua proprietaria ci spiega la scelta dell’insolito nome che in lingua giapponese indica il dio del tuono e del fulmine, nome quanto mai azzeccato perché è super agitato che non sta mai fermo!

3° premio: Emma (2 anni e mezzo, adottata al canile sanitario di Torre del Greco (NA) di Monica Pastorello. È una cagnolina che nonostante la sua disabilità ha ricominciato a camminare e ha una incredibile voglia di vivere!

El Burlunent – il cane più cicciotto

1° premio: Zeus (11 anni, regalato), di Assunta Cutarelli che dice che è inseparabile dall’altro cagnolino di casa. Purtroppo la signora non ha ritirato la sua medaglia e cesto premio – ci contatti a info@enpamonza.it.

2° premio: Candy (5 anni, adottata in un canile nel sud della Puglia), di Orietta Furlan, che sostiene che partecipano ogni anno per dimostrare che la disabilità non è un problema.

3° premio: Terry (3 anni, adottata al canile di Monza dopo essere stata salvata in Romania da Save the Dogs), di Luciano Galimberti che rivela che, oltre a essere golosa, è anche una gran coccolona e si mette a pancia in su per ricevere le carezze.

L’Oregiatt – il cane con le orecchie più vistose

1° premio: Gregory (11 anni), di Moreno Buccelé. Un cane furbo che ha imparato a dare la zampa per chiedere da mangiare!

2° premio: Peggy (2 anni, adottata al canile “Asilo del Cane” di Palazzolo Milanese), di Annalisa Valsecchi. Ha alle spalle una storia di terribile brutalità: buttata fuori dal finestrino di un’auto….

3° premio: Amnesia (2 anni, arriva da Salerno), di Viola Spadari che racconta che ha imparato a “dare la zampa”.

Bell e Truvatell – il più bel cane di razza purché trovato o adottato presso un canile o rifugio

1° premio: Thor (un cane corso di 6 anni e mezzo, adottato al canile di Monza), di Paola Maggioni che lo descrive semplicemente come “gran figo”!

2° premio: Dalia e Rodrigo (due levrieri di 8 e 6 anni rispettivamente, Dalia abbandonata da un privato, e Rodrigo proveniente dalla Spagna), di Federica Biga e Simone Farina. Dalia è elegante come una principessa e anche coccolona, l’amico Rodrigo è un giocherellone eternamente cucciolo.

3° premio: Paul (un Weimaraner di 2 anni e mezzo, adottato al canile di Monza dall’educatrice ENPA Silvia Ferrario e da sua marito Fabio Visentin. Un bellissimo bracco tedesco che ha alcuni problemi neurologici e che, nonostante adori il proprietario, a volte non risparmia un bel morso!

I premi speciali

I giudici hanno anche assegnando due premi in categorie “extra”

– Il premio per il cane più anziano è andato a Jack (un setter inglese di ben 17 anni, trovato abbandonato in un bosco), di Betty Somaschi. Betty non perde mai una Benedizione né una 4 Passi assieme al suo amato Jack, che, a quanto ci racconta, non vuole mai stare da solo.

Il premio “Tenerezza” è andato a Soraia (1 anno, trovata in un cassonetto a Caserta con un osso rotto e una lesione alla coda che ha comportato la sua amputazione) di Angela Frigerio. È una cucciola esuberante e giocherellona.

RINGRAZIAMENTI SPECIALI

– Il sindaco di Monza Dario Allevi che è intervenuto insieme all’assessore all’ambiente con delega al benessere degli animali Martina Sassoli e ha parlato di una Monza sempre più a misura di animale facendo anche riferimento alla sua battaglia per dotare finalmente anche il parco di Monza delle tanto attese aree cani. Il Sindaco e gli assessori Sassoli e Arena hanno poi voluto premiare personalmente alcuni cani vincitori.

– I membri della giuria:

Maria Enrica Galbiati, vice sindaco di Caponago (MB), comune convenzionato con l’ENPA di Monza e Brianza
Rosella Panzeri, per molti anni sindaco di Monza, socia e grande amica dell’ENPA
Walter Tomain, medico veterinario, direttore sanitario del canile di Monza
Marco Bravi, presidente del Consiglio Nazionale dell’ENPA
Ludovico Gilberti, già vice sindaco di Monza e grande amico dell’ENPA.

Don Marco (grande amante dei criceti che ha avuto per molti anni) per aver impartito la solenne benedizione.

– La floricoltura dei Fratelli Gavazzi di San Damiano di Brugherio per le piante e l’allestimento del palco

– La Provincia di Monza e Brianza e il Comune di Monza per il patrocinio concesso alla manifestazione

Sulla pagina Facebook (www.facebook.com/enpa.monzaebrianza) troverete a breve una bella selezione di foto scattate durante la manifestazione.