18 Settembre 2021 Segnala una notizia
Va a trovare il figlio in carcere e gli porta due polli farciti con... hashish

Va a trovare il figlio in carcere e gli porta due polli farciti con… hashish

23 Ottobre 2018

Dal carcere ha espresso un desiderio, quello di poter avere un pollo allo spiedo. Ma non un pollo qualunque, bensì con una farcitura assai particolare: niente poco di meno che hashish.

Il padre, un 58enne di origini calabresi residente a Cesano Maderno, ha accontentato il figliuolo presentandosi alle porte del carcere di Bergamo con un sacchetto contenente due polli imbottiti con 107 grammi di droga. Il pacco però non è passato inosservato. La polizia penitenziaria, infatti, non si è certo lasciata distrarre dal profumino, e passando i pennuti sotto il metal detector, ecco la sorpresa: nella pancia dei polletti, non potevano sfuggire sei “polpettone” di hashish, avvolte nel cellophane.

L’episodio risale allo scorso fine settimana, precisamente a sabato 20 ottobre, quando l’uomo durante una visita familiare ha tentato di introdurre la droga nel carcere. Lui stesso, però, è finito in manette. Il 58enne, già noto alle forze dell’ordine per furto, ricettazione e minacce, è stato così perquisito: in macchina non c’era nulla, ma nella sua casa a Cesano i militari hanno trovato una pistola a salve, alcune cartucce e persino un ordigno, una bomba a mano.

Durante il processo per direttissima, il 58enne si è difeso sostenendo di non essere al corrente che dentro i polli ci fosse della droga. Il giudice però ha convalidato l’arresto e disposto i domiciliari con possibilità di uscire per andare al lavoro da lunedì a venerdì, dalle 5.20 alle 18. Il processo è stato aggiornato al 22 novembre.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Eleonora D'Errico
Giornalista professionista, appassionata di scrittura, lettura e parole. Per me la vita è riassumibile in alcuni concetti basilari: posti da vedere, persone da conoscere, vite da scoprire e storie da raccontare. Amo la natura, le mie due gatte, le cose semplici e il profumo delle pagine dei libri vecchi. Sono una sognatrice e un’idealista, credo fermamente nel potere del giornalismo costruttivo e nella forza delle parole.


Articoli più letti di oggi