Quantcast
Agrate elezioni 2019, il centrosinistra ha già il suo candidato: è Simone Sironi - MBNews
Politica

Agrate elezioni 2019, il centrosinistra ha già il suo candidato: è Simone Sironi

L'attuale vice e assessore ai Lavori Pubblici è l'uomo scelto dalla lista Insieme per Agrate al termine di un percorso di votazione interna. Ora non resta che aspettare le mosse di centrodestra e M5S.

simone-sironi

Le elezioni Amministrative 2019 sembrano ancora lontane, ma il centrosinistra di Agrate Brianza gioca d’anticipo. Nei giorni scorsi, è stato infatti ufficializzato il nome del candidato sindaco: si tratta di Simone Sironi, attuale vice del Primo Cittadino uscente Ezio Colombo (al suo secondo mandato quindi non rieleggibile).

VOTAZIONI INTERNE

È lui l’uomo scelto da Insieme per Agrate al termine di un percorso che l’ha visto sfidare e battere altri quattro candidati. Sironi, assessore a Lavori Pubblici e cura del Patrimonio, Sport e Sistemi Informatici, ha battuto infatti la concorrenza interna. “Contro” di lui quattro colleghi di giunta: Margherita Brambilla assessore al Bilancio, Marco Valtolina all’Urbanistica, Giovanna Amodio all’istruzione e il capogruppo uscente Riccardo Strusani. I cinque si sono autocandidati e sono stati votati dagli iscritti durante l’assemblea di lista. Un percorso partecipato, che ha portato appunto alla scelta di Sironi.

CHI È SIRONI

Classe 1974, Sironi è sposato e ha due figlie, omatese doc si è diplomato al Mosè Bianchi di Monza e ha conseguito la laurea in Scienze ambientali all’Università Bicocca di Milano. Attivo ad Agrate da sempre, prima come educatore nei centri estivi, poi come membro delle commissioni “Ambiente” e “Frazioni e Periferie” del Comune, fino alla carica di assessore e vicesindaco. Sua è la regia di una delle opere pubbliche più apprezzate della città, ovvero la nuova scuola dell’infanzia inaugurata a inizio settembre.

Nulla è dato sapere ancora sul programma, anche se Sironi conferma che lui e la sua lista ci stanno già lavorando. «Abbiamo grandi sogni per l’Agrate di oggi e di domani, e siamo pronti a mettere in campo idee, energie, persone che operino nell’ottica della continuità, ma anche del rinnovamento e del continuo miglioramento – ha commentato – Vogliamo sognare in grande, e lo vogliamo fare attraverso percorsi di ascolto e di confronto con chiunque abbia a cuore la nostra città e la vita di chi la abita».

LE OPPOSIZIONI

Confermato dunque il candidato del centrosinista, resta da capire come si muoveranno il centrodestra, diviso in Agrate Viva e Agrate al Centro, e il Movimento 5 Stelle. Sembra al momento esclusa un’alleanza tra pentastellati e Lega.