Quantcast
Monza, rinnovo contratto Gp: Sias prevede una trattativa molto complicata - MBNews
Attualità

Monza, rinnovo contratto Gp: Sias prevede una trattativa molto complicata

Redaelli ha spiegato che le parti sono ancora molto distanti. Ecco tutti i dettagli.

Giuseppe-Redaelli-presidente-Sias-600

Inizia in salita il percorso che dovrebbe portare Sias, la società che ha in gestione l’Autodromo di Monza, al rinnovo del contratto con Liberty Media per mantenere a Monza il Gran Premio. Nessuno si faceva illusioni all’interno della società, ma le parole pronunciate da Giuseppe Redaelli, il presidente, al termine della canonica conferenza stampa conclusiva del Gp hanno fatto calare il gelo. “Non sarà una trattativa facile – ha commentato -. Le parti sono molte distanti”. Il contratto scadrà il prossimo anno e oramai le parti hanno già dato inizio agli incontri preliminari.

Geronimo La Russa, presidente di Aci Milano, ha dichiarato senza tanti giri di parole che Monza avrebbe festeggiato i 100 anni di Autodromo col Gran Premio (l’anniversario cadrà nel 2022)”. Tuttavia, Redaelli non ha gradito molto l’uscita e, secco, ha azzittito La Russa. “Tu non puoi parlare perché non eri presente all’incontro. Posso dire che le parti sono ancora moto distanti e che lavoreremo sodo nei mesi a venire affinché questo ‘gap’ venga ridotto”.
E pensare che non più tardi di un giorno fa lo stesso Fabrizio Sala, vice presidente di Regione Lombardia, aveva anche lui affermato di puntare addirittura a un rinnovo quinquennale. Redaelli, tuttavia, ha deciso di fare il pompiere e versare litri di acqua gelida sulle dichiarazioni infiammabili del presente di Aci Milano e del vice presidente del Pirellone.

“Il problema – ha proseguito – è legato al precedente contratto firmato con Ecclestone che ci ha spogliato della gestione degli spazi interni all’Autodromo. Stiamo lavorando per recuperare la gestione che garantirebbe importante quote di fatturato”. Insomma, la partita è ancora lunga e complicata. Anche perché il presidente di Sias ha fatto intendere che l’impianto sportivo avrà bisogno di importanti interventi di ammodernamento, a partire dalla realizzazione di percorsi riservati ai disabili e finendo con la realizzazione di nuove tribune. 

 

Foto dell’89° Gran Premio a cura di Brambilla