14 novembre 2018 Segnala una notizia
Monza, figli senza scuolabus: il sindaco Allevi gela le trattative

Monza, figli senza scuolabus: il sindaco Allevi gela le trattative

14 settembre 2018

“Li riceveremo sicuramente, ascolteremo quello che hanno da dire, ma non credo che sarà possibile ripristinare il trasporto scolastico per i bambini”. Il sindaco, Dario Allevi, è stato chiaro: gli allievi della scuola Ardigò di via Magellano fuori bacino non potranno più avere il servizio di trasporto come l’anno scorso, ma dovranno arrangiarsi. Anzi, saranno i genitori a dover trovare una soluzione e la nuova incombenza ha fatto saltare la mosca al naso a più di una persona.

La grana è scoppiata ufficialmente pochi giorni fa, ma è da mesi che, sotto traccia, i genitori dei 35 bambini coinvolti sono in contatto con l’amministrazione per trovare una soluzione al problema. I genitori, in particolare, lamentano di essere stati avvisati troppi tardi. La loro scelta di mandare i figli alla Ardigò è stata detratta da una precisa strategia didattica. Scelta che però ha finito per penalizzare le famiglie, letteralmente rimaste a piedi.

I genitori hanno così deciso di costituirsi in comitato per provare a trovare una via d’uscita. Non tutti, infatti, possono contare su nonni o zii automuniti col tempo a disposizione per accompagnare i ragazzi a scuola. Alcune famiglie sono state classificate fuori bacino pur vivendo a cinque metri dalla fermata del bus. Altre, invece, pur vivendo a pochi metri dalla scuola, hanno il trasporto bus riconosciuto.

Insomma, una situazione dove non mancano le contraddizioni, alla quale però non sembra esserci via d’uscita. Il sindaco Allevi e l’assessore all’Istruzione Piefranco Maffé hanno confermato un prossimo incontro, ma al tempo stesso ha anche negato che esistano margini per trovare una soluzione.

Dario Allevi

“Purtroppo non c’è molto da fare – ha spiegato il primo cittadino -. Da quest’anno il trasporto pubblico per i ragazzi fuori bacino non è più previsto e non credo che sia possibile trovare il modo di reintrodurlo”.

Pierfranco Maffè

Stessa lunghezza d’onda per Maffé. “Il trasporto era stato inserito alcuni anni or sono per gestire l’emergenza legata alla riorganizzazione dei bacini – ha aggiunto -, ma non è mai stato previsto. Chi manda i propri figli a studiare in una scuola fuori bacino dovrà per forza di cose farsi carico dei costi di trasporto”.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Riccardo Rosa
Monzese di nascita, ma sogno California. Amo le serie tv americane e lo streaming (legale) oltre ad un'insana passione per la cara vecchia Inter. Ho 47 anni, ma nell'animo mi sento un 18enne, sempre alla ricerca di nuove esperienze con la mia nuova bicicletta fiammante. Ah già, dimenticavo: da anni sono un giornalista e con le lettere e il punto e virgola ho un rapporto viscerale. Cosa mi manca? Un biglietto aereo sempre pronto per i mari del Sud.


Articoli più letti di oggi

Ritrovato il ragazzo scomparso: immigrato lo aiuta. Era a Roma

E' stato ritrovato a Roma, Reda Kaoutari, il 15enne scomparso il 23 ottobre scorso. A segnalare la sua presenza nella capitale un uomo di origini marocchine.

Floriani, il bullo confessa: con una lettera si scusa con la prof

A due settimane dall'accaduto, il 16enne della terza elettricisti è crollato. Convocato un nuovo Consiglio di classe per stabilire il provvedimento disciplinare con cui sarà punito

MM 5, prolungamento fino a Monza: il progetto c’è. Allevi al Ministero

E' giunto in comune lo studio di fattibilità di MM, un documento con ben 15 allegati che Allevi inizierà a studiare nei prossimi.

Agguato alla prof del Floriani: il cerchio si stringe su due studenti

Dopo lunghe e approfondite indagini, a due settimane dal fattaccio, sarebbero state individuate in due studenti le responsabilità del gesto che ha portato la scuola alla ribalta della cronaca nazionale

Negozi storici, 1.427 in Lombardia. Ecco i “pionieri” della Brianza

Sono 18 mila in Lombardia, il 2,2% di tutte le imprese, rispetto al 1,2% in Italia. Sono concentrate a Milano e Monza con circa 10 mila.