Monza, 16 scuole si presentano tirate a lucido per il nuovo anno scolastico

Bilancio consuntivo della giunta sui lavori di ristrutturazione condotti in alcuni plessi cittadini. La spesa complessiva è di quasi tre milioni e mezzo di euro

scuola-via-Ardigò-monza

Le scuole di Monza si presentano al via del nuovo anno scolastico tirate a lucido. Dopo un’intensa estate di cantieri, la giunta guidata da Dario Allevi ha presentato ieri il bilancio consuntivo del piano di riqualificazione avviato la scorsa primavera che ha coinvolto una ventina fra plessi scolastici e impianti sportivi e che ha comportato una spesa complessiva di quasi tre milioni e mezzo di euro. Una cifra importante che però rappresenta una goccia nel mare dei lavori che servirebbero, quantificati in un recente censimento a quasi 70 milioni di euro.

I LAVORI

Gli interventi più impegnativi sono stati quello alla scuola primaria Volta (oltre 300 mila euro), alla scuola secondaria Bonatti (oltre 450 mila euro) e quello alla scuola media Ardigò (269 mila euro). Alla lista va poi aggiunto un altro maxi intervento al centro sportivo Forti e Liberi dove sono stati effettuati lavori di manutenzione straordinaria al corpo spogliatoi. “Avevano preso un impegno coi cittadini – spiega il sindaco, Dario Allevi -:  rimettere in sesto Monza e la conclusione di questa serie di interventi è la dimostrazione che stiamo facendo tutto il possibile”.

La maggior parte degli interventi sul patrimonio scolastico ha contemplato opere strutturali necessarie per la certificazione statica, tra cui il consolidamento e il rinforzo dei solai; opere di adeguamento per la certificazione antincendio tra cui la sostituzione di porte, pavimenti e controsoffitti; il rifacimento di pavimentazioni esterne e tubazioni per lo smaltimento delle acque; il rifacimento di coperture o risanamenti conservativi e la sostituzione di serramenti ad alta efficienza energetica; la sistemazione di uscite di sicurezza e vie di fuga; l’abbattimento di barriere architettoniche; l’adeguamento degli impianti anche secondo la normativa antincendio; il ripristino di facciate; il rifacimento della pavimentazione in alcune palestre e la riqualificazione dei servizi igienici.

“Il prossimo step – aggiunge Simone Villa, assessore al Patrimonio e Lavori Pubblici – è riuscire ad intercettare le risorse necessarie a riammodernare il nostro patrimonio scolastico, a volte vetusto, con interventi di riqualificazione complessivi, in grado di incidere anche dal punto di vista ambientale e del risparmio energetico”. A Monza si apprestano a iniziare il nuovo anno scolastico una popolazione studentesca di 24941 alunni, iscritti nelle scuole statali, comunali e paritarie. “Abbiamo lavorato molto bene – ha concluso l’assessore alla Scuola, Pierfranco Maffé -. Fra i vari settori c’è stato il massimo della comunicazione e della collaborazione”.

In foto la scuola di via Ardigò