Quantcast
Madre e figlia morte in casa, chiesta archiviazione per Paolo Villa - MBNews
Attualità

Madre e figlia morte in casa, chiesta archiviazione per Paolo Villa

Amalia Villa e Marinella Ronco, madre e figlia, furono trovate cadavere e in avanzato stato di decomposizione, in una fredda sera di febbraio.

carabinieri scientifica omicidio ornago 03

E’ stata chiesta l’archiviazione per Paolo Villa, il pensionato 75 enne indagato per la morte della sorella e della nipote, trovate morte nella loro abitazione di Ornago, il 10 febbraio scorso, accuse dalle quali è stato scagionato in seguito all’autopsia sul corpo delle decedute. L’anziano, ospite di una comunità nel suo comune di residenza, attende la decisione del Gip per poter far rientro a casa sua, ancora sequestrata.

Amalia Villa e Marinella Ronco, madre e figlia, furono trovate cadavere e in avanzato stato di decomposizione, in una fredda sera di febbraio. A scoprirle furono i vicini, andati a chiamarle perché Villa si era sentito male al bar. Conosciuto in paese, apprezzato, l’uomo aveva convissuto con i cadaveri delle due donne in casa per giorni, tutte e due decedute per cause naturali. Ora Villa, provato da quanto accaduto, attende di poter tornare nella casa che ha condiviso con sorella e nipote, e per farlo dovrà attendere la decisione del Gip di Monza.