25 Febbraio 2021 Segnala una notizia
Lentate sul Seveso, furto con scasso in farmacia: in fuga i due ladri

Lentate sul Seveso, furto con scasso in farmacia: in fuga i due ladri

7 Settembre 2018

Avevano pensato a tutto per il furto nella farmacia di via Gerbino a Birago, frazione di Lentate sul Seveso. E già si preparavano a festeggiare. Ma i due ladri non avevano calcolato l’ospite inatteso, i Carabinieri. Che, arrivati all’improvviso, nonostante un inseguimento a sirene spiegate per le vie del Comune dell’Alta Brianza, non sono riusciti a catturare i due delinquenti, ancora in fuga. Anche se hanno identificato uno dei due.

Per realizzare il colpo, messo a segno la notte scorsa, i ladri si sono presentati davanti alla farmacia a bordo di una Citroen C3. Forzata la porta d’ingresso con un piede di porco, si sono impossessati di quanto hanno trovato in cassa, 400 euro. A quel punto credevano di aver completato la parte più difficile del loro piano criminoso. E, invece, il meglio, per riprendere il titolo di un famoso brano del cantante Ligabue, doveva ancora venire. I malviventi, infatti, usciti dalla farmacia, si sono imbattuti in una pattuglia del Carabinieri. E’ cominciata un’accesa fuga in auto, terminata non molto tempo dopo in via Zara, una strada chiusa. I due ladri, però, non si sono persi d’animo.

Lasciata in tutta fretta l’auto, sono riusciti a far perdere le proprie tracce. Ma non del tutto. Perché ai Carabinieri, che sulla Citroen C3 hanno trovato un vero arsenale dello scasso fatto da piccone, guanti, martelli e piede di porco, è bastato un controllo della targa per risalire alla proprietaria dell’auto. Che è risultata essere una donna italiana, domiciliata a Saronno, già nota alle Forze dell’ordine. Si è venuto, così, a scoprire che il suo compagno, un 31enne tunisino, era uno dei due ladri della farmacia. Ora l’uomo è stato deferito all’autorità giudiziaria in stato di irreperibilità. Ed è ricercato insieme al suo complice. Difficile pensare che, durante la loro fuga, stiano avendo la tranquillità per godersi i soldi rubati.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Filippo Panza
Sono nato nel 1980, anno di grandi eventi sportivi (Olimpiadi di Mosca, Europei di calcio), attentati terroristici (strage di Bologna), terremoti (Irpinia) e misteri ancora irrisolti (Ustica). Ma anche di libri (Il nome della Rosa) e film (Shining), che hanno fatto epoca. Con tanta carne a cuocere, forse era scritto nel mio destino che la curiosità sarebbe stato il motore della mia vita. E così da Benevento, la città che mi ha dato i natali, la passione per la conoscenza e la verità, declinate nel giornalismo, mi ha portato in giro per l’Italia. Da Salerno a Roma, da Napoli a Bologna, fino a Monza. Nel capoluogo della Brianza penso di aver trovato il luogo dove mettere la mia base (più o meno) definitiva e soddisfare la mia sete di scrittura, lettura, sport e tempo libero. Almeno fino a quando il richiamo di qualche Sirena, forse, non mi farà approdare ad altri lidi.


Articoli più letti di oggi