11 Dicembre 2019 Segnala una notizia
M5S: "Cesano e Binzago, ponti Milano-Meda vietati ai camion, eppure vi transitano!"

M5S: “Cesano e Binzago, ponti Milano-Meda vietati ai camion, eppure vi transitano!”

10 Settembre 2018

«Che ci fa un camion da 18 tonnellate su un ponte ammalorato dove c’è il divieto di transito per i mezzi superiori alle 3,5 tonnellate?». La domanda, che potrebbe essere definita acchiappa-click se non fosse così inquietante, viene dal senatore Gianmarco Corbetta (M5S) che nella giornata di venerdì 7 settembre è andato a verificare la situazione dei ponti della Milano-Meda, concentrandosi sui due ponti cesanesi dei quattro «sorvegliati speciali» secondo il vertice tecnico tenutosi in Regione lunedì 3 settembre: quello di via San Benedetto (il ponte n° 14) e il n° 12 nella frazione di Binzago, all’altezza di via Manzoni. È proprio quest’ultimo il «ponte ammalorato» della domanda iniziale, dove il divieto di transito per mezzi di peso superiore alle 3,5 tonnellate non viene mai rispettato.  Il video del sopralluogo, che dura poco più di 7 minuti e mezzo, è stato diffuso sabato sera sulla pagina Facebook del senatore.

CHE CI FA UN CAMION DA 18 TONN SU UN PONTE AMMALORATO DELLA MILANO-MEDA?

Ieri abbiamo fatto una visita ai quattro ponti della Milano-Meda che secondo alcune perizie dovevano essere chiusi a fine agosto perché a rischio crollo.La situazione più grave è quella del ponte di Binzago a Cesano Maderno, dove da un anno c’è un divieto di transito per i mezzi con peso superiore a 3,5 tonnellate che però non viene fatto rispettare, nonostante gli allarmi lanciati dai cittadini.Abbiamo visto con i nostri occhi una bisarca da 18 tonnellate passare tranquillamente su quel ponte, nonostante i new jersey in plastica messi pochi giorni fa per restringere la carreggiata.Eppure l’ultima perizia della Provincia di Monza e Brianza che ha permesso di tenere aperti i ponti (fino a metà ottobre, in attesa di nuovi controlli), parla molto chiaro: “riteniamo necessario un sollecito alla necessità di fare rispettare le limitazioni ai carichi transitabili”.Cosa aspettano il Comune di Cesano Maderno e la Provincia ad intervenire? Non vogliamo fare allarmismi, ma chi di dovere si dia una mossa! Se non sono in grado di far rispettare il divieto, allora si chiuda il ponte!Guarda il video per saperne di più!PS: come è stato possibile arrivare a questa vergognosa situazione? leggilo qui: http://gianmarcocorbetta.it/2018/08/ponti-a-rischio-crollo-in-milano-meda-grave-responsabilita-di-pedemontana-le-si-ritiri-la-concessione/

Публикувахте от Gianmarco Corbetta в Събота, 8 септември 2018 г.

In apertura del video, Corbetta ricorda la perizia del 2017 diffusa dal Corriere della Sera ad agosto, secondo la quale alcuni ponti della Milano-Meda sarebbero a rischio crollo. Tra contro-perizie della Provincia, l’intervento tecnico di Infrastrutture Lombarde, l’incontro in Regione e le rassicurazioni del sindaco di Cesano Maurilio Longhin, Corbetta lamenta la «confusione totale» creatasi in merito alla questione: «Noi vogliamo capire meglio qual è la situazione – spiega – e cosa dice la relazione tecnica della Provincia di Monza e Brianza che ha permesso di mantenere aperti questi ponti».

Il ponte di via San Benedetto

Nonostante lo definisca «un ponte molto particolare, il più critico di tutti», Corbetta conclude che la situazione, almeno in questo caso, sembra sotto controllo. Si tratta non di un «ponte a scavalco della Milano-Meda», ma di un vero e proprio ponte della Milano-Meda, su cui passa il traffico della superstrada: chiuderlo sarebbe una tragedia per gli automobilisti. Danneggiato nella parte inferiore da alcuni camion che, evidentemente troppo alti, non avrebbero dovuto potervi passare, il ponte è ora monitorato da alcuni sensori installati dai tecnici della provincia per controllarne in tempo reale movimenti e criticità. «La relazione tecnica della Provincia – aggiunge Corbetta – consiglia vivamente di mettere questo sistema di monitoraggio anche sugli altri ponti».

Il ponte di Binzago

Nonostante lo stop sia in vigore da un anno, nessuno sembra rispettare il divieto di transito sul ponte per i mezzi superiori alle 3,5 tonnellate: lo confermano anche i residenti. Per questo il senatore pentastellato non esita a dire che è questa la situazione più grave tra quelle dei ponti della Milano-Meda. «Abbiamo visto con i nostri occhi una bisarca da 18 tonnellate passare tranquillamente su quel ponte, nonostante i new jersey in plastica messi per restringere la carreggiata» denuncia Corbetta. Che sottolinea anche come gli stessi new jersey siano stati messi circa un mese fa proprio in seguito a una sua domanda su chi debba controllare che il divieto venga rispettato. Tutto inutile: pare che, pur di poter passare, i camionisti li spostino, o che, addirittura, entrino sul ponte in contromano.

«Basterebbe poco per far rispettare il divieto – insiste il senatore-: riempire d’acqua i new jersey per renderne più complicato lo spostamento, o metterli in cemento, senza arrivare al presidio h24 da parte dei vigili. La situazione è critica, tutto ciò che si può fare va fatto». E conclude: «L’ultima perizia della Provincia di Monza e Brianza che ha permesso di tenere aperti i ponti (fino a metà ottobre, in attesa di nuovi controlli), parla molto chiaro: “riteniamo necessario un sollecito alla necessità di fare rispettare le limitazioni ai carichi transitabili”. Cosa aspettano il Comune di Cesano Maderno e la Provincia ad intervenire? Non vogliamo fare allarmismi, ma chi di dovere si dia una mossa! Se non sono in grado di far rispettare il divieto, allora si chiuda il ponte».

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Giulia Santambrogio
Inseguo le storie sin da quando ero bambina: per farmele raccontare, per leggerle, e, ovviamente, per scriverle. Su MBNews, però, mi occupo di fatti.


Articoli più letti di oggi

Il Capodanno a Seregno sarà rock!

Al PalaSomaschini, concerto-tributo dedicato ai Queen in attesa del 2020

Vedano, La Casa Francesco inaugura il poliambulatorio (gratuito) per i più deboli

L'iniziativa, chiamata “Le comunità della Salute” mette al centro il benessere per ogni cittadino e propone un servizio sanitario di qualità per tutti, senza distinzioni socioeconomiche. 

Monza, con gli Sky Box un altro passo verso un futuro da grande squadra

Durante la partita con la Giana Erminio si è alzato il sipario sugli Sky box di cui si era parlato molto in questi mesi.

Monza, Controllo di vicinato: in arrivo più di cento cartelli nei quartieri della città

Alcuni ci sono già, altri arriveranno presto. Il simbolo dell'associazione avvisa residenti e malintenzionati che in quella zona ci sono cittadini pronti a segnalare furti, rapine e altre illegalità.

Cancello in tilt, automobilisti prigionieri del Parco di Monza 

Insomma, traffico in tilt in entrata e in uscita dal Parco. Ignote le cause. Un quarto d'ora di attesa, il tempo di arrivare sul posto per "liberare" gli automobilisti imbufaliti.