17 Giugno 2021 Segnala una notizia
Incidente stradale sulla A8: muore 38enne di Sesto, gravemente ferita una brianzola

Incidente stradale sulla A8: muore 38enne di Sesto, gravemente ferita una brianzola

13 Settembre 2018

Voleva mettere al sicuro le due figlie, di uno e cinque anni. Ma, per farlo, ha finito per perdere la propria vita al termine di un veloce ed incredibile susseguirsi di eventi. Che ha visto gravemente ferita, con una gamba amputata, anche una 37enne brianzola. E’ successo martedì sera 11 settembre poco dopo le 20 sulla autostrada A8 Milano Varese, all’altezza dello svincolo di Rho Fiera Milano per la Tangenziale Ovest. Dove Barbara Fettolini, 38enne di Sesto San Giovanni, era a bordo della sua Renault Clio insieme alle figlie. Una Peugeot, guidata dalla 37enne della Provincia di Monza e Brianza, l’ha tamponata.

A quel punto la Clio è finita contro il new jersey, è andata in testacoda e ha terminato la sua corsa sulla corsia di sorpasso. Nonostante l’impatto, le condizioni delle persone coinvolte erano ancora ottimali. Tanto che il problema principale era quello di mettere in sicurezza autovetture e passeggeri, in particolare le due bimbe.

Proprio per questo sono scese dalle rispettive auto sia la 38enne sestese sia la 37enne brianzola. In più si è fermato a prestare soccorso, ma senza scendere dal proprio veicolo, anche un 32enne. E’ a questo punto che il destino beffardo si è accanito su alcuni dei protagonisti di questa vicenda. Diverse auto, infatti, sono riuscite ad evitare l’incidente. Non una Volkswagen Passat, condotta da un 54enne della provincia di Milano. Che ha travolta le auto delle due donne. La Fettolini è deceduta, mentre la 37enne brianzola è stata trasportata in codice rosso all’ospedale Niguarda di Milano. Qui  ha subito un intervento chirurgico nel corso del quale è stato necessario amputarle una gamba. Attualmente è ancora in prognosi riservata.

Sull’accaduto, che ha visto l’intervento di tre ambulanze, dell’automedica e dei vigili del fuoco di Milano, sta indagando la polizia stradale di Busto Arsizio. Per le due figlie della vittima, portate all’ospedale Sacco di Milano in osservazione, non sembrano esserci particolari danni fisici. Per loro le ferite maggiori saranno quelle dell’anima. E, probabilmente, dureranno per tutta la vita.

Condividi questa notizia

Facebook & Newsletter

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" ti aggiorniamo in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Filippo Panza
Sono nato nel 1980, anno di grandi eventi sportivi (Olimpiadi di Mosca, Europei di calcio), attentati terroristici (strage di Bologna), terremoti (Irpinia) e misteri ancora irrisolti (Ustica). Ma anche di libri (Il nome della Rosa) e film (Shining), che hanno fatto epoca. Con tanta carne a cuocere, forse era scritto nel mio destino che la curiosità sarebbe stato il motore della mia vita. E così da Benevento, la città che mi ha dato i natali, la passione per la conoscenza e la verità, declinate nel giornalismo, mi ha portato in giro per l’Italia. Da Salerno a Roma, da Napoli a Bologna, fino a Monza. Nel capoluogo della Brianza penso di aver trovato il luogo dove mettere la mia base (più o meno) definitiva e soddisfare la mia sete di scrittura, lettura, sport e tempo libero. Almeno fino a quando il richiamo di qualche Sirena, forse, non mi farà approdare ad altri lidi.


Articoli più letti di oggi