Quantcast
Seveso, il Politeama diventa associazione: "Polo delle Arti" - MBNews
Cultura

Seveso, il Politeama diventa associazione: “Polo delle Arti”

Sotto il nome di Polo delle Arti, il cinema teatro di via Galimberti promuoverà la diffusione della cultura anche con un obiettivo sociale, promuovendo la musicoterapia.

politeama_cda_2018

Il Politeama 1945, lo storico cinema di Seveso da un anno rinato come cinema e teatro per una proposta culturale di alto livello, diventa un’associazione per la promozione sociale: il Polo delle Arti.

L’associazione, senza scopo di lucro, si propone di diffondere la cultura rendendola fruibile a tutti, conservando, valorizzando e salvaguardando il patrimonio musicale, storico e artistico, ma anche sensibilizzando l’opinione pubblica su tematiche ambientali, in particolari inerenti al risparmio e al migliore utilizzo dell’acqua: non a caso la nuova proprietà fa capo al consorzio seregnese Idro Group, attivo nel settore ambientale e nel trattamento delle acque.

Si tratta di un progetto ideato e fortemente voluto dal nuovo proprietario Giovanni Benedetti, con un importante obiettivo sociale: aiutare le persone promuovendosi come centro per iniziative nell’ambito della musicoterapia, utile per trattare patologie nervose o disturbi di apprendimento come la dislessia.

«Spero che l’associazione serva a promuovere e a far conoscere ancora di più il Politeama, dopo il primo anno di apertura che, comunque, è già andato molto bene» si augura Eleonora Benedetti. Il cinema teatro di via Generoso Galimberti, infatti, in un anno è riuscito a raccogliere intorno a sé un seguito numeroso di affezionati, grazie a un cartellone vario e interessante.

E il programma di questa stagione si rivela ancora più ricco, e curato, «dalle linee editoriali ben precise» come commenta il direttore artistico Andrea Scarduelli: primo appuntamento martedì 18 settembre con una serata speciale dedicata all’inimitabile voce di Maria Callas Torneranno dunque le conferenze del martedì sera con brani eseguiti dal vivo, ma anche il cinema d’essai, gli appuntamenti lirici e i concerti di pianoforte con giovani talenti di levatura internazionale. Il tutto in aggiunta, ovviamente, all’abituale programmazione cinematografica, compresi film in lingua originale e speciali proiezioni-evento.

In apertura, da destra a sinistra, il consiglio di amministrazione del Polo delle Arti: Umberto Vaghi, Susanna Beretta, Andrea Scarduelli, Eleonora Benedetti, Giovanni Benedetti, Roberto Isella. Al centro, l’assessore alla Cultura di Seregno, Federica Perelli.