23 Agosto 2019 Segnala una notizia
Arcore, 18enne non paga il biglietto: treno fermo per 20 minuti

Arcore, 18enne non paga il biglietto: treno fermo per 20 minuti

6 Settembre 2018

Non pagare il biglietto sui mezzi pubblici. Un “vizio” che, purtroppo, hanno in tanti. Tanto che esiste un aggettivo per definire gli individui che commettono questo tipo di infrazione. Sono, infatti, i cosiddetti “portoghesi”, nome che trae origine da un episodio risalente al XVIII secolo, che a Roma vide protagonista l’ambasciatore del Portogallo presso lo Stato Pontificio e gli spettatori di uno spettacolo teatrale che si spacciarono per lusitani pur di non pagare il biglietto. Cosa che voleva fare a bordo del treno regionale Milano-Bergamo anche N.O., 18enne di origine marocchina, residente ad Usmate Velate. Il ragazzo, appena salito sul convoglio nella stazione ferroviaria di Arcore e diretto a Carnate, ha avuto la “sfortuna” di imbattersi subito nel controllore.

A quel punto N.O., privo del biglietto, inizialmente ha mostrato una certa disponibilità ad acquistare il biglietto direttamente sul treno. Ma i 6 euro previsti per la tratta Arcore-Carnate gli sono sembrati troppi. Da qui il rifiuto di dichiarare le proprie generalità e le vibranti proteste del 18enne, che ha cominciato a dare in escandescenze. E, nell’epoca dei social e dei cittadini reporter, una signora, anche lei passeggera sul treno, ha cominciato a riprendere la scena con il cellulare. La cosa ha fatto salire ancora di più i toni. Con il ragazzo che è arrivato a strappare il telefonino dalle mani della malcapitata.

La situazione si è fatta davvero agitata. Tanto che il treno non ha potuto riprendere la marcia da Arcore per 15-20 minuti. Anche perché a riportare alla calma il giovane di origine marocchina sono dovuti intervenire i Carabinieri della compagnia di Monza. Per alcuni dei passeggeri del treno è rimasto a il fastidio di aver subito un ritardo. Per il 18enne, invece, un deferimento in stato di libertà per interruzione di pubblico servizio.

Cliccando sulla Pagina Facebook Ufficiale di MBNews e mettendo "MI PIACE" sarai aggiornato in maniera esclusiva ed automatica su tutte le NEWS. Se vuoi beneficiare delle nostre promozioni e degli sconti che i nostri clienti riservano a te, iscriviti subito alla Newsletter.
Filippo Panza
Sono nato nel 1980, anno di grandi eventi sportivi (Olimpiadi di Mosca, Europei di calcio), attentati terroristici (strage di Bologna), terremoti (Irpinia) e misteri ancora irrisolti (Ustica). Ma anche di libri (Il nome della Rosa) e film (Shining), che hanno fatto epoca. Con tanta carne a cuocere, forse era scritto nel mio destino che la curiosità sarebbe stato il motore della mia vita. E così da Benevento, la città che mi ha dato i natali, la passione per la conoscenza e la verità, declinate nel giornalismo, mi ha portato in giro per l’Italia. Da Salerno a Roma, da Napoli a Bologna, fino a Monza. Nel capoluogo della Brianza penso di aver trovato il luogo dove mettere la mia base (più o meno) definitiva e soddisfare la mia sete di scrittura, lettura, sport e tempo libero. Almeno fino a quando il richiamo di qualche Sirena, forse, non mi farà approdare ad altri lidi.


Articoli più letti di oggi

Ospedale San Gerardo, dopo i monitor arrivano i totem per il self check in ambulatorio

Da qualche giorno sui quattro piani della Palazzina Accoglienza dell’ospedale San Gerardo, sono attivi nuovi totem per agevolare l’accesso del cittadino agli ambulatori e per gestirne la chiamata.

Temporali su Monza: strade allagate e sottopasso con mezzo metro di acqua

A seguito del forte acquazzone verificatosi questa mattina, gli agenti della Polizia Locale hanno proceduto alla chiusura temporanea del sottopasso che conduce alla SS 36.

Monza, movida di via Bergamo: parte la denuncia del ‘comitato Monza civile’

I rappresentanti del sodalizio hanno segnalato ai carabinieri l'episodio di un concerto improvvisato con bongo e chitarre.

Operaio di professione, spacciatore nel tempo libero: arrestato 51enne di Cornate

Trovato in possesso di cocaina, 1100 euro in contanti, bilancini di precisione e materiale vario per il confezionamento

Monza, via Calatafimi: è allerta per lo spaccio di droga ai giardini pubblici

Un residente della zona ci ha segnalato il preoccupante via vai, soprattutto serale, di piccoli criminali e clienti. L'assessore Arena assicura controlli e si lamenta della legislazione nazionale.